URC: l’analisi di Michael Bradley e Giulio Bisegni post Lions

Head coach e capitano ducali hanno parlato in conferenza stampa

COMMENTI DEI LETTORI
  1. ballcarrier 26 Settembre 2021, 09:23

    3/4 imbarazzanti. Le palle alte tutte per i sudafricani. Sicuramente la mancanza di partite in pre stagione, puo’ avere influito,speriamo che cui nuovi acquisti la situazione migliori

  2. 3rdlost 26 Settembre 2021, 09:45

    Sicuramente degli errori ci sono stati, e la mancanza di partite di livello in pre stagione ha influito, ma secondo me occorre qualche cosa in più alle basi, per chi ha visto la partita del benetton mi riferisco al placcaggio di Ioane quando ha preso il tempo nel 2 contro 1 avversario causando agli stormer un in avanti. Secondo me, nella fase difensiva, tra le ali di Treviso e Parma c’è una grossa differenza nel posizionamento, scelta e momento del placcaggio. Mentre in attacco non vedo tutta questa differenza.

  3. Parvus 26 Settembre 2021, 10:21

    treviso più completa in tutto.
    nello staff, negli atleti nazionali, e in quelli stranieri, nelle competenze e nel gioco.
    si vede la mano di bortolami che prepara la partita prima.
    speriamo solo che parma diventi a breve la nostra treviso.
    forza italia.

    • 3rdlost 26 Settembre 2021, 10:30

      Esatto, premesso che lo scopo delle due franchigie è diverso, il Benetton ha il suo scopo di vincere e far crescere i giocatori, mentre le Zebre far crescere i giocatori per il bacino di utenza della nazionale, ma forse se ci fosse una condivisione dei tecnici (tipo Masi) sarebbe meglio…

  4. Camoto 26 Settembre 2021, 10:50

    Difficile da commentare la partita delle Zebre. Troppa la differenza tra primo e secondo tempo.
    Si possono trarre solo alcune conclusioni:
    – Fischietti è il vero leader del gruppo. Unico che si salva nel disastro della prima frazione. Fa break e forza tenuti quando tutti sono allo sbando. Si prega di dargli la fascia
    – Licata imprescindibile in terza. Trovare un modo per farlo stare in campo con Giammarioli
    – Fusco si candida ad invertire le gerarchie. La velocità nel far uscire i palloni dalle ruck è unica nella rosa
    – Canna sa fare ancora il Canna quando è concentrato, ma nel primo tempo ha dato il via alla serie impressionante di errori.
    – Neculai può diventare un fenomeno
    – Sui trequarti formazione da rivedere.
    Bellini può lasciare il posto a Trulla o a Di Giulio ed andare a fare il back up a secondo centro, ha mani molto educate. Laloifi a Biondelli e D’Onofrio (no, non sto dimenticando i ruoli. Ma D’Onofrio rende meglio da estremo per visione di gioco e Trulla all’ala può sfruttare tutta la velocità). Lucchin torna presto!

    • 3rdlost 26 Settembre 2021, 10:57

      Condivido, ma ho qualche perplessità su Bellini a secondo centro, e D’onofrio sui placcaggi e posizionamenti non mi sembra così performante…

      • Camoto 26 Settembre 2021, 11:09

        Per entrambi purtroppo il problema potrebbe essere la fase difensiva.
        Bellini qualche anno fa giocava secondo centro con Bisegni ala, ottimi risultati in attacco, ma in difesa si scambiavano i ruoli.
        D’Onofrio è problematico sia in posizione laterale che centrale quando deve difendere, ma ha fatto vedere belle cose in attacco soprattutto partendo da posizione accentrata.

        • 3rdlost 26 Settembre 2021, 11:59

          Si è vero, ma Bellini quando messo in movimento è un ottimo finalizzatore, anche in nazionale si è fatto trovare sempre al momento giusto in attaco e supporto all’azione. Trulla al di fuori del placcaggio in aria fatto ieri, sa leggere meglio le situazioni in difesa..rispetto agli altri. Sul discorso “estremo” occorrono molti distinguo, secondo me, perchè a questo livello raggiungere le capacità di Hayward non è facile (rimanendo in Italia), basta vedere Padovani che viene preferito ad ala rispetto all’estremo ..lo stesso Minozzi gran placcatore ma per essere efficace doveva “risalire” il campo insieme a qualcuno…

    • Bimbubam 26 Settembre 2021, 11:12

      Impressione personale su Canna: è sempre stato un fenomeno e secondo me il grosso calo di rendimento che ha avuto è soprattutto mentale (per anni si è dovuto prendere le Zebre sulle spalle, anche per mancanza di un cambio di livello). Credo onestamente che questa pausa lunga estiva gli abbia fatto bene, mi auguro di rivederlo ai livelli di 4-5 anni fa con regolarità.

      • narodnik 26 Settembre 2021, 17:04

        Ha giocato male nel primo tempo e bene nel secondo,rimane un giocatore che innesca sempre qualcosa di inaspettato,giocando in una squadra che arriva sempre ultima e’ difficile capire quanto potenziale abbia,dove sarebbe ora se quando hanno fallito se ne fosse andato.

        • Bimbubam 26 Settembre 2021, 21:33

          Mah credo che Gavazzi gli avrebbe messo i bastoni tra le ruote come per Padovani, con tutto che lui ha pure l’aggravante di essere un poliziotto

    • mikefava 26 Settembre 2021, 16:57

      Per far convivere Licata e Giammarioli, uno dei due si deve spostare a terza ala aperta…secondo me entrambi danno il meglio di sé a terza centro, però se dovessi spostare uno dei due, sposterei Licata.

      • Camoto 26 Settembre 2021, 17:38

        Licata terza ala o Giammrioli centro 🙂

        • mikefava 27 Settembre 2021, 14:31

          Allora siamo d’accordo 🙂 che poi, non avendo al momento Polledri, Steyn e Negri, la terza linea delle Zebre potrebbe essere anche quella nazionale (anche se difficilmente si può escludere Lamaro)!

  5. Parvus 26 Settembre 2021, 11:50

    si neculaj potrebbe diventare un fenomeno come riccioni, ma perdere riccioni per me non è una situazione che dovremo pensarla compatibile con una seria politica federale.
    i migliori devono-bbero stare in italia e non andare ad ingrassare le già opulente squadre estere.., inglesi o francesi…
    dobbiamo alzare il livello delle nostre franchigie, non quello delle altre squadre straniere.

    • Camoto 26 Settembre 2021, 14:00

      Concordo ma c’è solo un problema.
      Bisogna investire e pagarli i migliori.
      Se lo fai a spese FIR son soldi sottratti alla base. Se pensi in grande e porti le franchigie a livello Champions devi trovare uno sponsor che ne tragga beneficio a livello europeo, non a tutti i costi italiano.

      • ginomonza 26 Settembre 2021, 21:20

        Ma la fir i soldi da chi li prende?
        CVC 6N e URC o mi sbaglio?

        • Camoto 26 Settembre 2021, 23:48

          Non sbagli @gino.
          Ma, semplice parer mio, in tutti questi casi, vedo una sorta di cortocircuito, un autofinaziamento senza entrate future, la federazione e un ente statale, deve mettere le grandi in condizioni di crescita e rifinanziare dal basso per creare competizione.

  6. Parvus 26 Settembre 2021, 11:52

    spero che qualcuno non mi dica che vanno a formarsi in francia od in inghilterra, perché allora rispondo in anticipo, allora eleviamo il livello dei nostri allenatori!
    un cordiale saluto a tutti e una buona domenica.

Lascia un commento

item-thumbnail

Zebre: il presidente Michele Dalai rassicura “Stiamo bene, aspettiamo di poter rientrare”

Direttamente da Città del Capo ecco l'ultimo aggiornamento sulla situazione della franchigia ducale

26 Novembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre: verso il rinvio dei match in Sudafrica

Non si dovrebbe giocare nei prossimi weekend nella Rainbow Nation

26 Novembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

Dove e quando si vedono le Zebre contro gli Stormers, in tv e streaming

Ducali che tornano in campo a distanza di un mese

24 Novembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre: i 30 convocati per le trasferte sudafricane contro Stormers e Sharks

Bradley si affida a un gruppo che annovera degli internazionali e qualche potenziale esordiente

23 Novembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre: lungo stop per Matteo Nocera

L'infortunio in nazionale ha costretto il pilone destro a sottoporsi ad un intervento chirurgico

22 Novembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

Tornano in campo Benetton e Zebre: i prossimi impegni

Ritorna lo United Rugby Championship, e con esso le franchigie italiane, che giocheranno contro Glasgow e Stormers