Top14 2021/2022: la preview della stagione da Biarritz a Lione

Il massimo campionato francese parte sabato 3 settembre: una guida squadra per squadra

La preview del Top 14 2021/2022, parte prima – ph. XAVIER LEOTY

Il Top 14 2021/2022 prenderà le mosse sabato 4 settembre, quando a Biarritz sarà calciato in aria il primo pallone ovale della nuova stagione del massimo campionato francese.

Proprio la squadra basca è una delle novità del torneo, insieme al Perpignan: due grandi decadute che tornano a prendersi il proprio posto nell’élite del rugby francese.

È un Top 14, quello del 2021/2022 del quale vi offriamo la prima parte della preview stagionale, che sarà anche molto più tricolore, visto il passaggio dall’altra parte delle Alpi di Paolo Garbisi e Federico Mori, che vanno a rinfoltire una truppa formata da Sergio Parisse e Pietro Ceccarelli fino allo scorso anno.

Tolosa e La Rochelle hanno dominato la stagione scorsa, sia durante la stagione regolare che ai playoff, regalandoci poi una magnifica doppietta di finali fra quella di Champions Cup e quella per il Bouclier de Brennus. A provare a insidiare il duo, arriva un Tolone con grandi ambizioni, il solito Racing 92 e qualche possibile sorpresa a metà come Bordeaux o Lione.

Squadra per squadra, ecco la prima parte di una pratica e sintetica preview al Top 14 2021/2022 per capire meglio la composizione della griglia di partenza di una campionato che nelle ultime stagioni ha saputo riaffermarsi come il numero uno al mondo.

Leggi anche: Top14: ecco il calendario per la stagione 2021/22 con doppio turno natalizio

Biarritz

Principali acquisti: Tomas Cubelli (Western Force), Brett Herron (Harlequins), Tevita Kuridrani (Western Force), James Cronin (Munster), Elliot Dixon (Tokyo Black Rams)
Dove eravamo rimasti: Neopromossa via barrage, 3° nel ProD2 2020/21
Occhi puntati su: Francis Saili – Il centro neozelandese ex Munster e Harlequins è stato un fattore decisivo nella conquista della promozione nel Top 14. Con Kuridrani forma una coppia di centri dalle prospettive stellari.

Dopo la promozione da brividi nel derby basco contro i cugini del Bayonne, lo storico club si ripresenta nel massimo campionato francese mettendo fine a un’assenza lunga 6 stagioni. Il primo obiettivo è la salvezza. Un mercato solido ha consentito di attrezzare una squadra con diversi nomi importanti, quasi tutti stranieri, quasi tutti nella seconda parte della loro carriera.

Bordeaux

Principali acquisti: Louis Picamoles (Montpellier), François Thrin-Duc (Racing 92), Federico Mori (Calvisano/Zebre)
Dove eravamo rimasti: Semifinalista, 4° nel Top 14 2020/21
Occhi puntati su: Federico Mori – Inevitabilmente l’attenzione da questa parte delle Alpi ricadrà sul giovane centro azzurro, alle prese con la necessità di affermarsi su un palcoscenico per lui senza precedenti.

Bordeaux viene da un grande 2020/2021, dove ha centrato la semifinale sia nel Top 14 che in Champions Cup. La squadra vorrebbe crescere ancora, puntando su un gruppo nel quale il vulcanico coach Christophe Urios vede ancora margini di crescita. Il mercato, stellare nelle passate stagioni, stavolta ha portato solo un paio di veterani di lungo corso e diversi giovani di belle speranze. In una squadra votato ad un gioco brutale e fisico, molto dipenderà dalla vena creativa del deus ex machina della squadra, Matthieu Jalibert, che si è dimostrato uno dei migliori numeri 10 d’Europa nella stagione scorsa.

Leggi anche: Top 14: Mori elogiato dall’Equipe, oggi tocca a Paolo Garbisi con Montpellier

Brive

Principali acquisti: Daniel Brennan (Montpellier), Tevita Ratuva (Scarlets), Andres Zafra (Agen)
Dove eravamo rimasti: 11° nel Top 14 2020/21
Occhi puntati su: Enzo Hervé – il mediano di apertura classe ’98 ha contribuito alla salvezza nella scorsa stagione a suon di calci piazzati (145 punti in 11 presenze), quest’anno ci si attende una definitiva conquista della maglia da titolare.

In un modo o nell’altro Brive ha raggiunto la salvezza nelle due stagioni precedenti. Ci proverà anche nel 2021/2022 con una squadra ritoccata appena rispetto a quella del passato, con l’Azzurro Pietro Ceccarelli ancora in prima linea. Per rimanere nella massima serie il discorso sembra tra Brive, Pau, Biarritz e Perpignan. Lo Stade Amedee Domenech rimane sempre un posto tosto dove riuscire a vincere, ma stavolta il livello della rosa appare inferiore a quello delle concorrenti.

Castres

Principali acquisti: Levan Chilachava (Montpellier), Pierre Aguillon (La Rochelle), Ben Botica (Bordeaux), Josaia Raisuqe (Nevers)
Dove eravamo rimasti: 7° nel Top 14 2020/21
Occhi puntati su: Benjamin Urdapilleta – Il miglior realizzatore della stagione 2020/2021 del Top 14 compirà 36 anni il prossimo marzo. Insieme al coetaneo Rory Kockott costituisce una cerniera immarcescibile di anzianotti che ancora spiegano rugby ai tanti giovani del massimo campionato francese.

Una stagione dai due volti quella di Castres lo scorso anno: partiti male, sono rimasti fuori dai playoff per un solo punto. Ci riproveranno, ad arrivare nel lotto delle migliori 6, nella nuova stagione, grazie anche a uno staff dove sono stati integrati diversi ex giocatori di spessore come Rodrigo Capo Ortega per gestire diversi aspetti del gioco come mischia e rimessa laterale.

Clermont

Principali acquisti: Tomas Lavanini (Leicester Tigers), JJ Hanrahan (Munster)
Dove eravamo rimasti: Playoff, 5° nel Top 14 2020/21
Occhi puntati su: Peni Ravai – La nota più lieta della scorsa stagione è stata l’esplosione di questo 30enne pilone figiano dalla grande esplosività e dinamismo: uno dei migliori dello scorso campionato. Sarà interessante vedere se riuscirà a dare continuità in questo nuovo anno

La rivoluzione del Clermont è in panchina e non nella rosa (solo due acquisti di caratura ed esperienza), che cambia pochissimo rispetto a quella dello scorso anno: Jono Gibbes rimpiazza Franck Azema e apre un nuovo capitolo per una squadra che rimane ambiziosa, ma che stenta a recuperare tutto il proprio blasone dopo il ricambio generazionale degli ultimi anni. L’ultima stagione Clermont ha dimostrato di essere una squadra pazza, spesso sulle montagne russe, toccando grandi vette ma anche con sonori capitomboli. Riuscirà Gibbes a stabilizzare la situazione e riportare l’equilibrio nella forza al Marcel Michelin?

La Rochelle

Principali acquisti: Jonathan Danty (Stade Français), Eneriko Buliruarua (Brive), Joel Sclavi (Jaguares XV)
Dove eravamo rimasti: Finalista, 2° nel Top 14 2021/2022
Occhi puntati su: Jonathan Danty – Rinvigorito dal ritorno in nazionale, il centro 28enne approda sull’Atlantico con il pesante compito di non far rimpiangere Geoffrey Doumayrou, passato a Montpellier.

Dopo una stagione strepitosa, ma conclusa senza trofei, La Rochelle si affida nuovamente al gruppo che ha dominato la stagione regolare francese in coabitazione con Tolosa e che ha impressionato in Europa. Nonostante la dipartita del capo allenatore Jono Gibbes, Ronan O’Gara è garanzia di continuità nell’identità particolare di questa squadra, improntata su una fisicità straripante e un’intensità incendiaria, seguendo il motto KBA, keep the ball alive.

Lione

Principali acquisti: Romain Taofifenua (Tolone), Lima Sopoaga (Wasps), Guillaume Marchand (Tolosa), Sebastien Taofifenua (Tolone), Davit Niniashvili (Khvamil)
Dove eravamo rimasti: 9° nel Top 14 2020/21
Occhi puntati su: Davit Niniashvili – Il giovanissimo estremo georgiano dovrà dimostrare molto per riuscire a strappare un po’ di minuti da titolare, ma il 18enne è uno dei rari talenti dell’Europa orientale a dimostrare grandi lampi di classe nella linea arretrata invece che in mischia chiusa. Un talento da seguire.

Lione è stato la delusione dell’annata 2020/2021. Le ambizioni dei rossoneri non si arrestano: recuperati i tanti infortunati della stagione scorsa e operato una sessione di mercato che ha portato rinforzi importanti, la squadra di Pierre Mignoni arriva alla stagione con la necessità di arrivare fra le prime sei della stagione regolare e qualificarsi ai playoff del campionato, lasciando magari in secondo piano la Challenge Cup.

Leggi la seconda parte della preview: Top 14 2021/2022: la preview della stagione da Montpellier a Tolosa

Lorenzo Calamai

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Stade Français, nasce lo stadio Christophe Dominici

Il club parigino dedica il proprio centro sportivo a uno dei simboli della sua storia

21 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14, Paolo Garbisi eletto dai tifosi come “Miglior Giocatore” del Montpellier nell’ultimo turno

L'apertura continua il suo percorso nel massimo Campionato Francese

18 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Italiani all’estero: Capuozzo in meta, Riccioni esce per un controllo concussion

Notizie buone e meno buone dall'estero: il pilone destro dei Saracens è uscito per un HIA, mentre l'estremo di Grenoble è tornato in meta

17 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Francia: Louis Picamoles si ritirerà a fine stagione

Il terza linea ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo

13 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14: Pollard-Montpellier, prove d’addio. Più spazio per Garbisi?

Porte girevoli nel reparto aperture del club francese: l'azzurro potrebbe beneficiarne

13 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Antoine Dupont e poi tutti gli altri. Com’è andata la sesta giornata di Top 14

Altra prestazione da record del numero 9 e Tolosa è ancora imbattuta. Tiene botta Bordeaux, sprofonda il Biarritz

12 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Top 14