L’Italia ha (ri)contattato Louis Lynagh

A dirlo è stato il papà Michael che svela anche i retroscena della cosa

l’Italia ha (ri)contattato Louis Lynagh

L’Italia ha (ri)contattato Louis Lynagh (Ph. Harlequins Rugby)

Dopo le due mete realizzate nella finale di Premiership giocata e, anche grazie a lui, vinta dagli Harlequins sugli Exeter Chiefs, il suo nome è sulla bocca di tutti: Louis Lynagh, l’uomo che è al centro di un intrigo internazionale.

L’Italia ha (ri)contattato Louis Lynagh

Si,  perchè il trequarti – che può giocare in tutte le posizioni del triangolo allargato – viste le sue origini, il suo luogo di nascita e il suo percorso di formazione ovale ha infatti tre possibilità a livello di rappresentative: l’Australia, Paese di origine del padre, l’Inghilterra, per la quale ha giocato nelle giovanili, e l’Italia, Paese in cui è nato, di cui la madre è originaria e nel quale il padre ha giocato dal ’91 al ’96 con la maglia del Benetton.

Il retroscena e il precedente

Louis Lynagh è un classe 2000, deve ancora compiere ventuno anni, ma – come detto – è finito sul taccuino di tutti gli osservatori internazionali che avrebbero la possibilità di chiamarlo. A svelare questa cosa è stato su Twitter suo padre, quel Michael Lynagh che nel 1991 fu campione del mondo nel 1991 coi Wallabies.

Il suo post dice: “Qualificato per Inghilterra, Australia e Italia. l’Italia e l’Australia lo hanno contattato nelle ultime due settimane, mentre con l’Inghilterra non si è mai parlato nè di intenzioni nè di obiettivi. Strano – aggiunge – visto che a capo di un settore molto importante della RFU c’è una persona che quattro anni fa è volata dall’Italia all’Inghilterra per chiedergli di impegnarsi proprio con l’Italia”.

Chi è questa persona citata da Michael Lynagh? E’ Conor O’Shea: lui che nello scorso quadriennio da capo allenatore degli azzurri cerco di portare Louis nella selezione tricolore e che oggi però non si è ancora fatto sentire nei confronti del giocatore.

Vedremo che sviluppi vi saranno nelle prossime settimane rispetto alla vicenda.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Italia, la ricetta dell’allenatore della difesa Hodges: “Porto gli insegnamenti di Shaun Edwards”

Il nuovo membro dello staff degli Azzurri: "Ci sono pochi posti dove giocare più difficili di Samoa e Tonga. Abbiamo la fortuna di avere dietro atleti...

25 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Gonzalo Quesada dal polo alla palla ovale: “Mi piace tantissimo, ma lo sport della mia vita è il rugby”

Ospite di una manifestazione equestre, il CT della nazionale ha parlato di Italrugby e dei prossimi obiettivi tecnici

25 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Marzio Innocenti: “Voglio cambiare la storia del rugby italiano, ma sono preoccupato per il futuro”

Nel corso di una lunga intervista al Daily Mail (che fa i complimenti agli Azzurri) il presidente ha raccontato le sfide e gli investimenti che attend...

24 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Dino Lamb è sulla via del ritorno

Il seconda linea si è messo alle spalle una stagione che è stata piena di infortuni

24 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: il ritratto di Gonzalo Quesada, tra titoli di studio, podcast e amicizie internazionali

In una lunga intervista rilasciata a Rugbypass il coach degli Azzurri ha rivelato tante curiosità sulla sua vita da allenatore

10 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Quesada: “Niente esperimenti al tour estivo, ma daremo delle occasioni a qualcuno come fatto al Sei Nazioni”

Il tecnico azzurro: "Al Sei Nazioni in alcuni ruoli eravamo molto corti e ho dovuto pregare (ride, ndr). Ci sono dei giovani che meritano un'occasione...

8 Maggio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale