Rainbow Cup: la presentazione di Cardiff-Zebre

I ducali sono attesi dall’esame Blues in trasferta. Squadra quasi tutta italiana con un mix di esperienza e gioventù interessante

Rainbow Cup: la presentazione di Cardiff-Zebre ph. Massimiliano Carnabuci

Rainbow Cup: la presentazione di Cardiff-Zebre ph. Massimiliano Carnabuci

Il penultimo appuntamento della Rainbow Cup zebrata porta la squadra di Michael Bradley a Cardiff, per giocare contro dei Blues ormai tagliati fuori dalla lotta per conquistare la finale di Monigo. Lo stesso si può dire per le Zebre, che hanno incamerato solo sconfitte nel torneo, ma sono comunque riuscite a conquistare un punto di bonus in tutte e tre le partite giocate sinora, rimanendo sempre dentro le partite disputate.

Leggi anche: La formazione delle Zebre per la sfida di Cardiff

Ci vorrà lo stesso spirito anche nella capitale gallese, dove la formazione italiana si presenta con un XV (più gli otto della panchina) praticamente tutto italiano e soprattutto piuttosto giovane. In vista dell’ultima partita (in casa contro Munster il prossimo venerdì con il pubblico sugli spalti), lo staff tecnico ha deciso di effettuare una rotazione importante.

Se la coppia in mediana Canna-Palazzani è una garanzia dal punto di vista dell’esperienza, la gioventù e l’esplosività del duo Mori-Bruno potrebbero fare la differenza con la palla al largo. Inutile negare come molte delle possibilità di ben figurare passeranno dalla mischia, reparto che vede la presenza di Bello – a pilone destro – come unico straniero nei 23 convocati, e Samuele Ortis (che giocherà a Calvisano il prossimo anno).

Attenzione ai ‘finishers’ dalla panchina, che vedono innanzitutto il ritorno di Giovanni Licata, ma non solo. A disposizione ci saranno anche tre permit player, di cui un possibile esordiente: parliamo di Filippo Di Marco, tesserato con le Fiamme Oro, che potrà scendere in campo per la prima volta coi multicolor assieme al compagno Stoian, altro giocatore cremisi che ha già tre presenze per i parmigiani.

I fari saranno puntati anche su Jacopo Trulla, azzurro che in stagione ha giocato con il Calvisano in Top10, e che compone assieme allo stesso Di Marco e Casilio il “blocco” dei tre trequarti dalla panca.

Leggi anche: I Cardiff Blues che attendono le Zebre nell’ultima partita (per i gallesi) di Rainbow Cup

Come detto i Blues sono tagliati fuori per quanto riguarda la caccia alla finale, ma il loro allenatore Dai Young è stato molto chiaro e si aspetta una prova solida per chiudere a testa alta il cammino in Rainbow Cup. Nei gallesi attenzione alla coppia mediana Jarrod Evans-Lloyd Williams, di grande classe, così come i capisaldi della mischia Turnbull-Seb Davis-Hill, con questi ultimi due che vanno a comporre una seconda linea di grandissimo livello. Dalla panchina poi la possibilità di inserire giocatori come Carre, Tomos Wiliams e Lee-Lo offre possibilità importanti nella ripresa alla squadra gallese.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre: la pagella della stagione 2020/2021

Uno sguardo approfondito all'annata agonistica dei multicolor, appena andata in archivio

item-thumbnail

Il Presidente della FIR Marzio Innocenti parla delle Zebre

Il massimo dirigente federale ha toccato diversi interessanti punti legati alla franchigia ducale, che ha da poco chiuso la sua stagione

item-thumbnail

Zebre: Lungo stop per Paolo Buonfiglio

Altro infortunio per lo sfortunato pilone sinistro delle Zebre

item-thumbnail

Zebre, Bradley: “Non abbiamo colto le chance. L’anno prossimo salutiamo 7 giocatori di grande esperienza”

Il capo allenatore dei ducali ha parlato in conferenza stampa nell'immediato post partita

item-thumbnail

Rainbow Cup: gli highlights di Zebre-Munster e Leinster-Dragons

Tante mete nel venerdì sera di Rainbow Cup segnato anche dal ritorno del pubblico: 1000 spettatori a Parma, 1200 a Dublino