Italia: le parole di Innocenti e Crowley in conferenza stampa

Cosa hanno detto i protagonisti della presentazione del nuovo staff della nazionale maggiore

innocenti crowley conferenza stampa

Le parole di Kieran Crowley e Marzio Innocenti in conferenza stampa

Marzio Innocenti ha presentato il nuovo staff della nazionale italiana rugby in conferenza stampa, conferendo a Kieran Crowley il ruolo di capo allenatore della nazionale maggiore.

“Non dobbiamo nascondere che siamo un movimento in difficoltà, in particolare dal punto dei vista dei risultati – ha detto il presidente federale – Ci sono aspettative su di noi: i nostri partner del Sei Nazioni non sono certo felici dei nostri risultati, ma sono fiduciosi e speranzosi che se lavoreremo bene, possiamo arrivare a cogliere gli obiettivi che vogliamo. È tutto nelle nostre mani.”

“Io e il Consiglio abbiamo deciso di cambiare strada rispetto a quella delineata dai nostri predecessori, nonostante le difficoltà che la gestione precedente ci ha lasciato per percorrere una linea dritta. Tuttavia voglio affermare che la scelta di Kieran Crowley come CT della nazionale sia stata la nostra prima scelta fin dall’inizio. Io non ho mai avuto contatti con Guy Novés né con Pierre Mignoni, come scritto da diversi media.”

“Michael Bradley, il tecnico delle Zebre, è stato uno dei candidati. Abbiamo scelto Kieran per quello che ha fatto come giocatore e come allenatore, sia con il Canada che con il Benetton.”

“Franco Smith ha accettato un nuovo ruolo. Ci conosciamo da tanti anni. È un uomo che stimo molto, di grande qualità, che si è trovato in una situazione difficile, in una carica dove è stato lasciato solo. Questa è una cosa che non accadrà più. Franco sarà il Responsabile dell’alto livello della Federazione Italiana Rugby. Lavorerà al progetto di sviluppo per le nostre due franchigie, per la nazionale e per il Top10, ma anche su tutto il territorio.”

“I contratti dello staff della nazionale andranno avanti fino a giugno 2024, e nessun contratto federale andrà più oltre il mandato della presidenza.
In Federazione attualmente abbiamo un piccolo problema con i contratti perché sono stati fatti in maniera tale che ci sono grosse difficoltà se si vuole cambiare e cambiarli. Cosa che è giusta quando si coinvolge un singolo mandato ma non quando riguarda anche quelli successivi. Perciò nessun contratto della federazione di cui io sarò Presidente andrà oltre la durata del mio mandato.”

“Sono molto felice di essere stato nominato in questo ruolo dalla federazione. Non vedo l’ora di lavorare con lo staff e in sinergia con le franchigie per sviluppare ulteriormente il rugby italiano nel prossimo futuro” sono state le prime, sintetiche parole di Kieran Crowley da capo allenatore della nazionale italiana.

“Nei prossimi due-tre anni avremo grossi benefici dal lavoro fatto con i giovani da Franco ultimamente. Andremo nella stessa direzione, ma portando dentro anche l’esperienza dei giocatori più esperti.”

“Conosco bene l’ambiente del Benetton ma devo conoscere meglio i giocatori delle Zebre e dei club del Top10. Delle prossime otto partite, sette sono contro squadre nelle prime 9 del ranking mondiale. Non sono qui per dirvi che i risultati cambieranno presto: i giocatori dovranno imparare come vincere e per che cosa giocano, ripartendo dalle basi poste da Franco Smith.”

Franco Smith ha invece voluto sottolineare la continuità fra il lavoro fatto negli ultimi due anni e quello che incomincerà a breve: “Voglio ringraziare lo staff e i giocatori che hanno lavorato con me e creduto in quello che ho proposto. I ragazzi sono stati pronti a sacrificarsi per la maglia ad ogni partita. Accetto questo nuovo ruolo per continuare a sviluppare il lavoro che ho incominciato: sono venuto fin qui dal Sudafrica per vincere, ed è quello che vogliamo ancora tutti.”

“Competiamo al più alto livello mondiale, ma abbiamo ancora troppi pochi atleti di quel livello. Vogliamo alzare lo standard e raggiungere quello che ci è richiesto. Con il sostegno del presidente, credo che possiamo portare un nuovo modo di fare e vedere le cose.”

Durante la conferenza stampa, Innocenti è stato anche possibilista sull’organizzazione di alcuni test estivi contro squadre di tier 2 ancora disponibili (Spagna e Romania potrebbero essere le candidate), anche se al momento non c’è niente sul tavolo dopo la cancellazione del tour in Nuova Zelanda.

Crowley, però, non è spaventato dalla situazione: “La cosa positiva è che questa estate potremmo intraprendere una preparazione attenta e completa, mentre adesso abbiamo diversi giocatori infortunati, sulla cui riabilitazione cui vogliamo porre una particolare attenzione. Per le franchigie avere l’estate intera per affrontare la preparazione sarà un’opportunità.”

“Credo che uno dei progressi principali che dovremo fare sarà alzare il livello dei primi cinque uomini, una delle aree da sviluppare per i risultati che vogliamo. Se non vinci la battaglia davanti, è difficile vincere partite. L’Italia è sempre stata conosciuta per la forza dei propri avanti e lì dobbiamo tornare. Inoltre, la difesa sarà uno dei nostri punti di focus nel prossimo futuro. Ho fiducia nel lavoro che faranno Marius [Goosen] e Andrea [Moretti] per gli avanti.”

L’intera presentazione dello staff della Nazionale, le dichiarazioni di tutti i protagonisti e le domande poste dai giornalisti potete riascoltarle nel video che trovate a questo link.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Italia: la nazionale ombra che allunga la coperta di Gonzalo Quesada

Il capo allenatore azzurro ha praticamente composto un XV alternativo di giocatori nel giro della nazionale ma non presenti in tournée

23 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Nacho Brex: “Novembre? Dobbiamo continuare a dimostrare quello di cui siamo capaci”

Le parole del centro azzurro che si proietta sui prossimi impegni autunnali

22 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: tutti i minutaggi degli Azzurri al termine di una stagione infinita

Da giugno 2023 a luglio 2024: tutti i dati di un'annata fisicamente complicata, con 4 italiani che tra club e Nazionale hanno superato i 2000 minuti d...

22 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: il bollettino medico sulle condizioni di Paolo Garbisi e Louis Lynagh

Gli ultimi aggiornamenti da parte dello staff medico della Nazionale

22 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Contro il Giappone un’Italia imperfetta, ma l’Italia che ci voleva

Successo rotondo nell’ultimo test dell’estate grazie a una gran prova difensiva. Non tutto ha girato per il verso giusto, ma è il miglior modo per con...

22 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Quesada spiega il mancato utilizzo di Mey e Odiase ed elogia Trulla e Zambonin

Nella seconda parte della conferenza stampa il tecnico ha spiegato alcune scelte fatte durante il tour, con alcuni giocatori che non sono stati schier...

21 Luglio 2024 Rugby Azzurro / La Nazionale