Serie A: I Medicei chiudono dopo sei anni

Firenze perde il rugby di alto livello: la società biancorossa chiude a causa delle difficoltà economiche del momento attuale

I Medicei chiudono l'attività dopo essere nati nel 2015 ph. Massimiliano Carnabuci

I Medicei chiudono l’attività dopo essere nati nel 2015 ph. Massimiliano Carnabuci

All’inizio della scorsa stagione erano nel Top10, ora purtroppo sono costretti a chiudere: il difficile momento del rugby italiano passa anche da Firenze, dove I Medicei hanno gettato la spugna e si arrendono alle difficoltà del momento. Dopo sei anni, dove ha anche raggiunto la massima serie, il club fiorentino chiude l’attività, come comunicato dal consiglio direttivo. La scorsa estate I Medicei avevano scelto di “auto-retrocedersi” in Serie A, campionato poi mai disputato in questa stagione a causa della pandemia ancora in corso.

Così il presidente Giacomo Lucibello sulle colonne della Nazione: “C’è grande amarezza per questa decisione. La situazione economica ha impedito ai nostri sponsor di continuare a sostenerci, ed essendo bloccata l’attività non siamo riusciti a svilupparci dal punto di vista commerciale”. La perdita di alcune importanti entrate ha dunque sancito l’epilogo sportivo dei Medicei, che non sono riusciti a tenere in piedi i conti del club.

Leggi anche: Agosto 2020, I Medicei scelgono di autoretrocedersi dal Top10 alla Serie A

“Abbiamo fatto di tutto per provare a continuare – aggiunge Lucibello – ma non siamo riusciti a trovare la base economica per garantire tranquillità al club”. Firenze perde dunque il rugby professionistico di alto livello, anche se la società Rugby Firenze 193 garantirà la prosecuzione del settore giovanile. I Medicei, nati nel 2015, sono partiti dalla Serie A. Dopo aver chiuso la prima stagione al quarto posto della Pool Promozione, si sono rifatti nel 2016/17 vincendo il campionato cadetto e guadagnandosi così il passaggio nell’Eccellenza 2017/18, dove hanno chiuso all’ottavo posto. Nella prima edizione del Top12 (2018/19) hanno raggiunto la sesta posizione finale, mentre l’anno scorso al momento dell’interruzione del campionato veleggiavano tranquilli all’ottavo posto. Il 24 agosto 2020 hanno comunicato di non poter più sostenere i costi del massimo campionato e di auto-retrocedersi, quindi poi la cancellazione della Serie A e la situazione pandemica hanno fatto il resto.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui per restare aggiornato sul regolamento del rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Rovigo: ufficiale l’arrivo di Giovanni Montemauri

Prende sempre più forma la rosa dei 'Bersaglieri'

6 Luglio 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10, Viadana: mercato in movimento, fra acquisti e rinnovi

Il club lombardo si prepara a vivere la stagione 2022-2023

6 Luglio 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10, Colorno: un rinforzo in seconda linea, è Federico Gutierrez

L'argentino completa il reparto delle seconde linee emiliane

5 Luglio 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10, Rovigo: dal mercato arriva il terza linea argentino Bautista Stavile

Altra terza linea per i veneti, ancora dall'Argentina

5 Luglio 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10: Lautaro Casado è il primo rinforzo del Rovigo

Il numero 8 è stato la stella del Viadana nelle ultime tre stagioni

4 Luglio 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10: Colorno ingaggia Gianluca Broglia

Seconda linea classe 1998, italo-argentino e alla Lazio nella scorsa stagione. Dodicesimo acquisto per i biancorossi

4 Luglio 2022 Campionati Italiani / TOP 10