Autumn Nations Cup: video-intervista a Carlo Canna

Il trequarti beneventano ripercorre la sua carriera in azzurro, ricordando episodi particolari e soddisfazioni raccolte

Autumn Nations Cup: Canna giocherà numero 12 contro la Francia. Ph Sebastiano Pessina

Autumn Nations Cup: Canna giocherà numero 12 contro la Francia. Ph Sebastiano Pessina

La sfida di Autumn Nations Cup tra Francia e Italia si avvicina, e uno dei suoi protagonisti sarà senza dubbio Carlo Canna. Il trequarti beneventano verrà schierato ancora una volta in posizione di primo centro, e si troverà a giocare nello stadio dove nel 2016 fece il debutto nel Sei Nazioni con la maglia della Nazionale, segnando subito una meta pesante in un match combattuto. Nono marcatore nella storia dell’Italrugby con i suoi 147 punti segnati in 45 presenze che, contro la Francia nel match di domani, gli valgono il “titolo” di giocatore con più caps nel XV che scenderà in campo dall’inizio.

Leggi anche: La formazione dell’Italia per la sfida alla Francia in Autumn Nations Cup

Leggi anche: La Francia rinnovata che riceverà sabato sera l’Italia a Parigi

Intervistato sui canali social della FIR, Carlo Canna ha ricordato tutto il suo percorso internazionale, partito dalla Nazionale Italiana Emergenti nella Nations Cup 2015, passato per due Coppe del Mondo, Sei Nazioni in serie, e ora impegnato nella Autumn Nations Cup. Uno degli episodi chiave della sua carriera è relativo al 2015, quando spostandosi verso Parma per trasferirsi alle Zebre: “Ho ricevuto la chiamata di Gino Troiani per la convocazione per il raduno pre-mondiale a L’Aquila. Non riuscivo a crederci, era una telefonata del tutto inaspettata e averi avuto la possibilità di allenarmi con giocatori che avevo visto solo in tv. La prima persona che ho incontrato in Abruzzo è stata Sergio Parisse: ricordo nitidamente ogni istante di quei momenti. Sono poi stato inserito nel gruppo per il Mondiale da Brunel: quei 5 mesi hanno dato una svolta importante alla mia carriera rugbistica”. Ecco il video con la sua intervista completa:

Sono stati comunque diversi e tanti i passaggi della sua carriera in azzurro, che l’ha visto battere il Sudafrica nel 2016 e lottare come un leone per strappare la convocazione alla Coppa del Mondo 2019 in Giappone, quindi da quest’anno con Franco Smith a dirigere la Nazionale è arrivato il cambio di ruolo e la maglia numero 12: “Ho avuto subito una sinergia con Franco. Dopo alcuni colloqui decide di provarmi nel ruolo di centro. E’ stata una grande sfida a livello personale e anche una grande responsabilità. Non ho esitato ad accettare e ho impostato il mio lavoro in modo da essere performante in questo ruolo ed essere utile alla squadra, non cambiando tuttavia radicalmente il mio modo di giocare”.

Martedì 1 dicembre (a partire dalla 20.45) partecipa al “Rugby Quiz” in diretta: clicca qui per tutte le info

L’appuntamento per lui e per i compagni di Nazionale è questa sera alle 21.10, quando a Parigi sfideranno la Francia nella terza giornata di Autumn Nations Cup.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Rassie Erasmus: “Pur di giocare contro i Lions siamo disposti a qualsiasi cosa”

Il responsabile tecnico degli Springboks esprime il suo punto di vista sulla vicenda

18 Gennaio 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

British & Irish Lions: petizione popolare, con richiesta di rinvio del tour al 2022

I tifosi si schierano dalla parte della storia itinerante della selezione, senza dimenticare l'indotto turistico sudafricano

13 Gennaio 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Joel Stransky: “Cancellare il tour dei Lions sarebbe un disastro”

Lo storico numero 10 degli Springboks vede un futuro nero per l'atteso scontro tra Sudafrica e Lions

item-thumbnail

British & Irish Lions: e se il Tour del 2021 contro il Sudafrica si disputasse “in casa”?

La clamorosa ipotesi è al vaglio: da valutare ci sono incastri economici, logistici, sanitari, finanziari e tecnici

item-thumbnail

Gareth Anscombe è tornato ad allenarsi dopo 17 mesi d’assenza

Il trequarti gallese sembra vedere la luce infondo a un tunnel fatto di buio e di infortuni

item-thumbnail

Tour dei Lions a rischio rinvio? Si decide entro febbraio

Tante implicazioni in vista dello scontro coi Campioni del Mondo. Ecco il nuovo possibile calendario se i Lions non giocassero quest'estate