Zebre, Bradley: “Felici per le reazione, ma dobbiamo essere più bravi sotto pressione. Licata potrebbe aver chiuso la stagione”

L’head coach dei multicolor ha parlato in conferenza stampa, al termine della gara contro gli Ospreys

Michael Bradley - Zebre Rugby

Michael Bradley – Zebre Rugby ph. Massimiliano Carnabuci

Nell’immediato post partita dello Stadio Lanfranchi, tra Zebre e Ospreys, valida per il quarto turno del Pro14 e vinta dai ducali, Michael Bradley, capo allenatore irlandese dei locali ha analizzato in conferenza stampa la prestazione dei suoi, parlando anche di Giovanni Licata, uscito infortunato poco dopo la mezzora.

“Nel primo tempo, per quanto mi riguarda, le Zebre hanno fatto un’ottima prestazione. Sono state migliori rispetto ad Ospreys, per tutti i 40′. A fine frazione, purtroppo, abbiamo concesso due penalità, ed da quel momento l’arbitro ha iniziato ad osservarci con più attenzione e nella ripresa si è faticato moltissimo su quel fronte”, ha esordito Bradley, provando poi a dare una spiegazione all’eccessiva indisciplina dei suoi nella ripresa.

“E’ successo non tanto per stanchezza o per fatica, ma perché dobbiamo imparare a gestire meglio la situazione ed il nostro comportamento quando gli avversari ci mettono sotto pressione. Era inevitabile che gli Ospreys rientrassero con altro spirito, dopo la prima frazione, e non abbiamo saputo maneggiare bene il loro nuovo atteggiamento. Stasera siamo stati fortunati, riuscendo a vincerla comunque, ma è una lezione assolutamente da imparare”, ha sentenziato, senza giri di parole, anche se, tutto sommato, a prevalere è la soddisfazione: “Complessivamente, però, siamo contenti della prestazione sull’arco degli 80′ dei ragazzi, che hanno mostrato una bella reazione”.

Su Giovanni Licata, uscito poco dopo la mezzora dolorante, tenendosi la spalla sinistra: “Licata ha subito un brutto infortunio. Si teme il peggio, anche se ci sono esami medici in programma nei prossimi giorni per accertare più nel dettaglio l’entità del problema. Però, per recuperare da tale situazione, potrebbe esserci la necessità di un’operazione immediata, con tempi di recupero attorno ai 6 mesi. Quindi potrebbe anche aver chiuso la sua stagione agonistica. Era uscito dolorante dalla partita contro il Benetton, e all’epoca si era in dubbio se procedere subito o meno con un intervento chirurgico. Si sentiva forte e in ottima condizione, ma forse non è rientrato al 100%”.

La video conferenza integrale con Michael Bradley e Tommaso Boni

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Zebre, parla Roselli: “Tra cambiamenti e precarietà non è stato facile, eppure sta nascendo un’eccellenza”

Il tecnico romano saluta la franchigia emiliana, con cui ha collaborato complessivamente per 6 stagioni

item-thumbnail

URC: le Zebre imbrigliano a lungo Glasgow, poi nel finale passano gli scozzesi

La franchigia ducale gioca una partita di spessore, ma non basta per ottenere la vittoria in trasferta

item-thumbnail

URC: Zebre, ultimo atto. A Glasgow per finire con orgoglio

La preview della gara che chiude la stagione della franchigia di Parma

item-thumbnail

Le ultime Zebre della stagione: la formazione per Glasgow

Luca Morisi capitano per l'ultima della gestione Roselli

item-thumbnail

Zebre Parma: bollettino ufficiale su Lorenzo Pani

Il trequarti sarà costretto a stare fuori molto a lungo

item-thumbnail

URC: gli highlights di Zebre-Scarlets

Tutte le azioni principali della sfida del diciassettesimo turno