Zebre Rugby, Carlo Canna: “Felici per la vittoria, ora continuiamo”

Il numero 10 dei ducali è stato tra i migliori in campo a Monigo, sfida nella quale ha anche giocato a primo centro. Ecco le sue impressioni

Zebre Rugby, Carlo Canna è stato uno dei migliori contro Treviso - ph. Luca Sighinolfi

Zebre Rugby, Carlo Canna è stato uno dei migliori contro Treviso – ph. Luca Sighinolfi

Tra i giocatori più positivi nel successo di venerdì delle Zebre c’è sicuramente da inserire Carlo Canna, molto abile nel gestire l’ovale per i suoi distribuendo con costrutto palloni interessanti. I numeri del beneventano parlano, oltre che dei cinque punti segnati grazie a un piazzato e una trasformazione, di 12 cariche effettuate, 67 metri guadagnati, 1 intervallo attaccato con successo, 2 placcaggi rotti e 2 offload registrati nel corso degli 80 minuti.

Leggi anche: Benetton-Zebre, chi sono stati i migliori da entrambe le parti

Intervistato dalla Gazzetta di Parma, Canna è tornato sul match dello scorso venerdì, partendo proprio dalla sua prova: “A livello personale sono contento per la mia prova difensiva, mentre in attacco c’è ancora tanto da lavorare. Abbiamo dei nuovi meccanismi che metteremo a posto in questa settimana e speriamo di poterci ripetere nella gara di ritorno di domenica”. Tutto questo senza dimenticare la soddisfazione della squadra, che dopo due anni è riuscita a vincere un derby “celtico” contro il Benetton. Questo in un ritorno in campo che ha seguito una enorme pausa forzata, che Canna ha ricordato come non semplice (soprattutto all’inizio durante il lockdown) sottolineando però l’ottimo lavoro fatto con le Zebre a livello collettivo, visto che la squadra ducale ha retto l’impatto per tutti gli 80 minuti di gioco.

Leggi anche: Michele Lamaro, escluse lesioni ai legamenti del ginocchio

Infine una battuta sul finale di gara, quando con l’ingresso di Rizzi è stato spostato a numero 12, ruolo che ha ricoperto anche in maglia azzurra sotto Franco Smith: “Con l’ingresso di Antonio mi sono spostato a n° 12, un ruolo che, per quanto possa essere diverso da quello di apertura, rientra comunque un po’ nelle mie corde. So che devo lavorarci tanto per ricoprirlo a questo livello, sia in Guinness PRO14 che in Nazionale, ma cercherò di dare il massimo per continuare a farlo. E’ una doppia soluzione che offre delle alternative alle nostre manovre offensive. Vedremo in futuro se si ripeterà come opzione”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Pro14: Zebre-Connacht finisce 12-47. Irlandesi dilaganti a Parma

Gli ospiti fanno bottino pieno, trascinati al successo dalle mete di Alex Wootton

22 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: 5 motivi per seguire Zebre-Connacht

Kick-off al Lanfranchi previsto per le 15.30

22 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: la formazione delle Zebre contro Connacht

Cinque novità per i ducali verso Connacht: torna dal primo minuto David Sisi, ridisegnati i trequarti da Michael Bradley

21 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

La clamorosa meta segnata da Pierre Bruno delle Zebre

Rivediamo la stupenda segnatura del trequarti dei ducali: doppia veronica e palla schiacciata in maniera folle

18 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre-Ulster, Bradley: “Una dura lezione di cui faremo tesoro”

L'head coach analizza la gara che ha portato gli emiliani a cedere ai rivali irlandesi

17 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14, le Zebre si sciolgono di fronte ad Ulster: è 14-57

I padroni di casa escono dal campo dopo venti minuti e subiscono nove mete dagli avversari

16 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby