Mauro Bergamasco: i 5 Mondiali e quella meta a Murrayfield

Compie oggi 41 anni la leggendaria terza linea degli azzurri che ha segnato un’epoca

Mauro Bergamasco

Mauro Bergamasco- ph. Sebastiano Pessina

Se devi andare a “fare la guerra”, sportivamente parlando, uno come Mauro Bergamasco lo vuoi sempre al tuo fianco. Prima di cominciare una partita che tu sia stato il suo allenatore, un suo compagno o sia fra gli spalti a tifare puoi star sicuro che lui darà tutto senza riserve, in maniera leale.

Una terza linea con “la vita da mediano”, per dirla alla Ligabue: “Sempre lì, lì nel mezzo, che finché ce ne hai stai lì, stai lì”. E Mauro ne aveva di forza, di grinta, di impegno.

Quei 106 caps con la maglia della nazionale – dal 1998 al 2015 – andrebbero raccontati uno a uno, intrisi di sudore e di voglia di andare sempre oltre il limite per provare a portare l’Italia nel salotto buono del rugby internazionale. Una continua battaglia per la causa fatta di Sei Nazioni, Test Match e Mondiali.

Già, proprio quelle avventure iridate che l’hanno fatto diventare insieme al samoano Brian Lima, venendo poi raggiunto nel 2019 da Sergio Parisse, uno dei pochi rugbysti a disputare cinque Rugby World Cup nell’arco di una carriera.

Un percorso straordinario a livello internazionale, sviluppatosi parallelamente all’attività di club: dal Petrarca Padova alle Zebre, passando per Benetton Rugby, Aironi e soprattutto Stade Francais. Con il club transalpino, dal 2003 al 2011, Mauro cresce sotto tutti i punti di vista incastonando nella sua bacheca dei trofei anche gli scudetti vinti nel 2004 e nel 2007, che fanno eco a quelli ottenuti a Treviso nel 2001 e nel 2003.

Rivedere quello che è stato capace di fare non può che regalare emozioni, come quella volta che a Murrayfield – nel corso del Sei Nazioni 2007 –  diede il via con una meta d’intercetto, dopo pochi secondi dall’inizio della gara contro la Scozia, alla vittoria più bella e larga dell’Italia nella storia del torneo: un 17-37 in trasferta che ancora resta nella memoria degli appassionati.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sei Nazioni: nessuna squalifica per Maria Magatti

L'azzurra era stata citata per un placcaggio pericoloso durante la sfida contro l'Inghilterra

13 Aprile 2021 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Zebre: la situazione degli infortunati, in vista della Rainbow Cup

Chi torna, chi è in dubbio e chi rivedremo la prossima stagione agonistica

13 Aprile 2021 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

All Blacks: lungo stop per Ardie Savea. Ci sarà contro gli azzurri?

Problema al ginocchio per il 27enne flanker degli Hurricanes

13 Aprile 2021 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Rainbow Cup: ufficializzate date ed orari dei due derby italiani

Il board del torneo ha comunicato i dettagli dei primi tre turni della competizione

13 Aprile 2021 Pro 14