Eddie Jones vuole Joe Marler fino al 2023

L’allenatore dell’Inghilterra vuole far desistere il pilone da qualsiasi idea di ritiro prima del prossimo Mondiale

Sebastiano Pessina ph.

Dopo aver firmato l’estensione di contratto con l’Inghilterra fino alla Coppa del Mondo 2023, Eddie Jones sta lavorando ai fianchi uno dei giocatori che secondo lui potrebbero essere determinanti per centrare l’obiettivo: Joe Marler. L’allenatore australiano, che in queste settimane si trova in Giappone per stare vicino alla famiglia, si è sentito col 29enne pilone degli Harlequins per provare a farlo desistere dall’idea di abbandonare il rugby giocato. Marler, che aveva già lasciato il mondo internazionale tra il 2018 e il 2019 prima di ripensarci, non avrebbe digerito la squalifica di 10 settimane ricevuta dopo aver toccato i genitali di Alun Wyn Jones nell’ormai famoso episodio di Inghilterra-Galles dell’ultimo 6 Nazioni. Eddie Jones vuole evitare questa possibilità, e per farlo ha raccontato di aver usato come esempio Tendai Mtawarira, che a 34 anni è stato importantissimo nell’ultimo Mondiale vinto dal Sudafrica, che tra l’altro è stato allenato proprio da Jones con i Barbarians. L’head coach dell’Inghilterra ha raccontato di essersi scambiato dei messaggi con il suo pilone, non potendolo incontrare come previsto per via dell’emergenza sanitaria in corso: “Gli ho parlato in maniera chiara del caso di “The Beast”, che nonostante l’età è stato decisivo per il successo degli Springboks. Joe è un ragazzo ancora giovane e potrebbe avere tanto rugby da giocare nella sua carriera, ma deve avere il desiderio di restare in campo. Solo lui può sapere cosa prova dentro di se, e capire cosa sia meglio fare nel suo futuro. È innegabile che ha commesso degli errori, ma sicuramente è ottimo come giocatore, compagno di squadra e persona”.

Leggi anche: La RFU ha criticato i commenti sull’arbitro di Eddie Jones

Inoltre l’allenatore dei bianchi è tornato su quanto successo dopo l’ormai famosa sfida col Galles, quando ha apostrofato con un linguaggio molto duro alcune decisioni dell’arbitro, il neozelandese O’Keefee. Dichiarazioni che tra l’altro non sono piaciute alla RFU stessa, che si è espressa con una reprimenda nei confronti di Jones, che ha chiuso il caso dicendo: “Ho fatto capire chiaramente che le mie parole e il mio linguaggio erano inappropriati, e la prossima volta che rivedrò O’Keefee parlerò direttamente con lui”.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

World Rugby approva 10 regole sperimentali per la ripartenza del gioco

Il governo ovale mondiale vuole aiutare le federazioni nazionali a ricominciare nel più breve tempo possibile

item-thumbnail

Leggende ovali: Shane Williams, il rapporto con Paul O’Connell e il valore di Brian O’Driscoll

L'ex ala gallese svela retroscena del tour dei Lions 2009 e non solo

item-thumbnail

Calendario internazionale: le precisazioni di Bernard Laporte, vicepresidente di World Rugby

Il dirigente francese fa il punto sui Test Match di novembre, il rugby di club e la situazione finanziaria delle Federazioni

item-thumbnail

Clamorosa ipotesi per rivoluzionare i calendari

Verrebbero spostati Sei Nazioni e Rugby Championship, oltre a delle due finestre dei test match

item-thumbnail

Una giornata da Lions su Sky Sport Arena

Giovedì 21 maggio rivedremo le ultime tre tournée dei Leoni nell'Emisfero Sud. Spettacolo assicurato