Eddie Jones vuole Joe Marler fino al 2023

L’allenatore dell’Inghilterra vuole far desistere il pilone da qualsiasi idea di ritiro prima del prossimo Mondiale

Sebastiano Pessina ph.

Dopo aver firmato l’estensione di contratto con l’Inghilterra fino alla Coppa del Mondo 2023, Eddie Jones sta lavorando ai fianchi uno dei giocatori che secondo lui potrebbero essere determinanti per centrare l’obiettivo: Joe Marler. L’allenatore australiano, che in queste settimane si trova in Giappone per stare vicino alla famiglia, si è sentito col 29enne pilone degli Harlequins per provare a farlo desistere dall’idea di abbandonare il rugby giocato. Marler, che aveva già lasciato il mondo internazionale tra il 2018 e il 2019 prima di ripensarci, non avrebbe digerito la squalifica di 10 settimane ricevuta dopo aver toccato i genitali di Alun Wyn Jones nell’ormai famoso episodio di Inghilterra-Galles dell’ultimo 6 Nazioni. Eddie Jones vuole evitare questa possibilità, e per farlo ha raccontato di aver usato come esempio Tendai Mtawarira, che a 34 anni è stato importantissimo nell’ultimo Mondiale vinto dal Sudafrica, che tra l’altro è stato allenato proprio da Jones con i Barbarians. L’head coach dell’Inghilterra ha raccontato di essersi scambiato dei messaggi con il suo pilone, non potendolo incontrare come previsto per via dell’emergenza sanitaria in corso: “Gli ho parlato in maniera chiara del caso di “The Beast”, che nonostante l’età è stato decisivo per il successo degli Springboks. Joe è un ragazzo ancora giovane e potrebbe avere tanto rugby da giocare nella sua carriera, ma deve avere il desiderio di restare in campo. Solo lui può sapere cosa prova dentro di se, e capire cosa sia meglio fare nel suo futuro. È innegabile che ha commesso degli errori, ma sicuramente è ottimo come giocatore, compagno di squadra e persona”.

Leggi anche: La RFU ha criticato i commenti sull’arbitro di Eddie Jones

Inoltre l’allenatore dei bianchi è tornato su quanto successo dopo l’ormai famosa sfida col Galles, quando ha apostrofato con un linguaggio molto duro alcune decisioni dell’arbitro, il neozelandese O’Keefee. Dichiarazioni che tra l’altro non sono piaciute alla RFU stessa, che si è espressa con una reprimenda nei confronti di Jones, che ha chiuso il caso dicendo: “Ho fatto capire chiaramente che le mie parole e il mio linguaggio erano inappropriati, e la prossima volta che rivedrò O’Keefee parlerò direttamente con lui”.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

British & Irish Lions: petizione popolare, con richiesta di rinvio del tour al 2022

I tifosi si schierano dalla parte della storia itinerante della selezione, senza dimenticare l'indotto turistico sudafricano

13 Gennaio 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Joel Stransky: “Cancellare il tour dei Lions sarebbe un disastro”

Lo storico numero 10 degli Springboks vede un futuro nero per l'atteso scontro tra Sudafrica e Lions

item-thumbnail

British & Irish Lions: e se il Tour del 2021 contro il Sudafrica si disputasse “in casa”?

La clamorosa ipotesi è al vaglio: da valutare ci sono incastri economici, logistici, sanitari, finanziari e tecnici

item-thumbnail

Gareth Anscombe è tornato ad allenarsi dopo 17 mesi d’assenza

Il trequarti gallese sembra vedere la luce infondo a un tunnel fatto di buio e di infortuni

item-thumbnail

Tour dei Lions a rischio rinvio? Si decide entro febbraio

Tante implicazioni in vista dello scontro coi Campioni del Mondo. Ecco il nuovo possibile calendario se i Lions non giocassero quest'estate

item-thumbnail

Galles: Jake Ball a fine stagione lascerà la nazionale e gli Scarlets

L'avanti farà ritorno in Australia per ricongiungersi con la sua numerosa famiglia

29 Dicembre 2020 6 Nazioni – Test match / Test Match