Sei Nazioni 2020: il bollettino medico dopo il secondo turno

Scozia, Galles e Francia perdono un elemento ciascuno per tutto il resto del Torneo. Dan Biggar in dubbio

ph. Sebastisano Pessina

Il Sei Nazioni è un torneo lungo e intenso, che comporta una alta probabilità di infortuni importanti che possono incidere sul risultato finale.

Dopo il secondo turno la Scozia, prossima avversaria dell’Italia, ha perso per il resto del torneo il seconda linea Jonny Gray. Il 57 volte internazionale si è infortunato ad una mano ed è rientrato al club, dove proseguirà la riabilitazione per tornare in campo. Un duro colpo al pacchetto di mischia dei Cardi, di cui Gray è uno dei leader tecnici e morali.

Il Galles, intanto, affronta una oramai perenne crisi di mediani di apertura. Con Gareth Anscombe e Rhys Patchell ancora coinvolti in infortuni di lunga durata, l’infortunio muscolare di Owen Williams nel riscaldamento della partita contro l’Irlanda è stata una ulteriore tegola. Per il numero 10 di Gloucester si parla di uno strappo che lo terrà fuori per il resto del torneo.

Non che Dan Biggar se la passi alla grande: l’apertura dei Northampton Saints è uscito durante l’incontro di sabato per un colpo alla testa e non ha superato l’HIA conseguente. Questo significa che dovrà seguire il protocollo di ritorno in campo: se non dovesse farcela a recuperare per il 22 febbraio, i Dragoni si troverebbero con il solo Jarrod Evans come opzione per vestire la 10 contro la Francia in una delle partite decisive per la vittoria finale del Sei Nazioni.

Anche la Francia perde un pezzo: si tratta di Vincent Rattez, l’ala uscita nei minuti finali dello scontro contro gli Azzurri. Frattura del perone per il giocatore di La Rochelle. Anche lui vede il suo torneo chiudersi qui, proprio nel momento in cui era riusciti a ottenere una maglia nella squadra francese.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

L’inglese Henry Pollock eletto Miglior giocatore del Sei Nazioni U20

Il terza linea inglese è un giovane di grande prospettiva

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra

item-thumbnail

Scozia: fiducia in Gregor Townsend, nonostante tutto

Il capo allenatore rimane al suo posto, ma la federazione ha fatto intendere di non essere troppo soddisfatta dell'ultimo Sei Nazioni