Test Match 2020: il probabile calendario dell’Italia, tra luglio e novembre

Per gli azzuri, tour americano in estate e sfide di lusso a novembre

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Mich 7 Novembre 2019, 10:52

    Mi piace quel tour in america. Argentina da testare, USA e Canada da battere.
    La finestra autunnale invece preoccupa, ma siamo lontani da Francia 2023 per cui ben vengano sfide impossibili. Mi piace anche l’ipotesi Uruguay tra una tier 2.

  2. F.A.L 7 Novembre 2019, 10:56

    Con l’Uruguay dovrebbe venirne fuori proprio una bella battaglia..

  3. Raugmar 7 Novembre 2019, 10:59

    Una volta tanto avversari con un po’ di senso, saf a parte… vedremo come sarà l’australia ma per una volta abbiamo un calendario non malaccio

  4. gian 7 Novembre 2019, 11:10

    devo dire che il programma di quest’anno mi piace parecchio, 6N e vabbeh, ci siamo dentro e dobbiamo farlo e cercare di farlo al meglio, il tour estivo molto interessante con due squadre da battere bene e una per misurarsi e capire lo stato dell’arte (che poi dovrebbe essere la prima uscita del nuovo staff) e un luglio con una sfida per noi ostica, ma ci stà, magari con un nuovo approccio possiamo vedere cosa succede, un australia che, alla fine della fiera è una di quelle che ci soffre di più e per noi potrebbe non essere la solita montagna inavvicinabile, tra le forti, ed un uruguay che potrebbe porci dei dubbi e che dovrebbe essere battuto in maniera convincente, per finire una serie di test, stavolta, decisamente interessanti per il nostro livello (pur rimanendo, noi, probabilmente ancora nella terra di mezzo tra tutte queste squadre)

  5. Parvus 7 Novembre 2019, 11:19

    mich ciao e buona giornata,
    va tutto bene se ci sarà un deciso e programmato ricambio, se ciò non fosse e ci ritrovassimo i “veci” ancora in squadra, sarebbe una botta mortale al programma per costruire qualcosa di serio e di competitivo per i prossimi mondiali in francia.

    • Mich 7 Novembre 2019, 12:04

      Ciao Parvus,
      questa volta sono d’accordo. E’ fondamentale costruire una buona squadra e generare automatismi da subito, per giungere a Francia 23 con il potenziale di giungere ai quarti, auspicando in un girono meno infernale.
      Siamo l’unica squadra a non esserci mai arrivata tra le big e meno big.
      Sergio, Leo e Alex a quanto pare si sono resi disponibili per proseguire, e mi auguro un loro oculato utilizzo, più che altro limitato al 6N, dove sicuramente non possiamo puntare a chissà quali trionfi. Personalmente trovo giusto salutarli sul campo alla luce della negata sfida contro gli AB. Il servizio parla di “surreale pareggio”, ma starei attento ad utilizzare questi termini: qualcuno potrebbe presto dimenticare che si è trattato di una partita non giocata, e mettere pressione sui nostri se per caso al prossimo 6N dovessimo sorprendentemente essere asfaltati da Inghilterra, Galles e Irlanda.
      Se ITA NZ si fosse giocata, sarei stato deluso e preoccupato dalla decisione dei centurioni di proseguire, ma mi metto nei loro panni, specie in quelli di Leo, e posso capire che avrebbero voluto giocare consapevolmente un’ultima partita.
      Il loro utilizzo dovrà coerentemente avvenire a fronte di una buona forma fisica ed in maniera molto misurata, per dare subito spazio ai ragazzi che scalpitano per una maglia, quindi d’accordo con te al 80%.
      Dai TM estivi in poi, mi troverai d’accordo al 100%.

      • western-province 7 Novembre 2019, 12:49

        a Zanni, Parisse e Ghiraldini si potrebbe organizzare una bella partita prima della partenza per l’america, magari contro una selezione di invitati (per esempio giocatori ritiratisi dal rugby internazionale – old barbarians) da giocare in Veneto dove non mancherebbe le presenze allo stadio
        al 6n e TM mi aspetto che si porti la gente che merita e che è giusto che ci sia anche in ottica 2023

        • Mich 7 Novembre 2019, 13:09

          Si sarebbe un’idea, e anche più bella. Ma la vedo semplicemente impossibile.

        • balin 7 Novembre 2019, 14:41

          “magari contro una selezione di invitati (per esempio giocatori ritiratisi dal rugby internazionale – old barbarians)” per cortesia … gli proponi quasi uno scapoli-ammogliati 😉
          intanto sarebbe utile sapere chi sarà il selezionatore dell’Italia al 6N e quale staff avrà, pi magari si vede in che condizioni fisiche e di forma sono i tre a febbraio e non è detto che qualcuno possa venire utile in quelle partite.
          Altra cosa da vedere, e spero si sistemi presto, Ghiraldini ha trovato un ingaggio?

  6. Toto 7 Novembre 2019, 11:30

    Magari, se l’arbitro non s’inventa qualche decisione “creativa”, la battiamo pure l’Australia…

  7. cammy 7 Novembre 2019, 11:34

    Dando x un fatto assodato le sconfitte con le altre tier1.. la partita più ostica rimane quella contro gli USA.. movimento in crescita, che incontreremo a casa loro e dove qualcuno dei nostri potrebbe saltare il tour x rifiatare..

  8. Marte_ 7 Novembre 2019, 12:01

    Avrei preferito Uruguay fuori casa e Argentina in casa ma va bene così.
    Partita da targettare: Australia

  9. fulvio.manfredi 7 Novembre 2019, 12:47

    Si, ma sto CT salta fuori o no? Gavazzi, cosa sta rimurginando? Redazione, almeno Voi diteci qualcosa…

  10. western-province 7 Novembre 2019, 12:58

    DIALOGO SURREALE NEL 2050
    -Nonno ti ricordi di quando abbiamo pareggiato con gli AB?
    -Beh così così forse avevo il mal di testa e non ero riuscito a vederla; ma mi ricordo che è stata una bella partita?
    -E’ un vero peccato che si siano persi i filmati
    -Beh sai c’era stato un brutto temporale e non erano risuciti a filmarlo, ma gli all black li abbiamo fatti neri, in assoluto il nostro miglior risultato ai mondiali, e se non era per l’arbitro eravamo ai quarti

    il pareggio contro gli AllBlack non è surreale, sempilcemente non c’è mai stato

    • Mich 7 Novembre 2019, 13:07

      Non così lontano…
      Monologo in Marzo 2020.
      -Siamo passati dal pareggiare contro gli AB ad arrivare ultimi al 6N! Elezioni subito! Meno male che COS va via, non se ne può più._
      @Redazione: sono ovviamente ironico, non ho strumenti nè competenze per valutare il valore di entrambi.

    • Ventu 7 Novembre 2019, 13:56

      bho, secondo me non se lo scorda nessuno che sono partite annullate, poi non so, forse è solo la mia opinione

      • Mich 7 Novembre 2019, 15:46

        Sono d’accordo, faceo solo un pò di ironia accodandomi a W.province.
        Più che altro era un riferimento alle speranze mal riposto ed alle aspettative false generate dalla vittoria contro SAF a Firenze.
        Da li in poi qulcuno ha creduto di essere pronti a vincere un 6N probabilmente.

  11. Mich 7 Novembre 2019, 13:13

    Ragazzi leggo da più parti di auspicabili vittorie contro Australia.
    Io resterei cauto. E’ vero che contro di loro disputammo una discreta partita, ma sono pur sempre l’Australia.
    Io approfitterei invece del calendario per mettere nel mirino le partite che dobbiamo vincere.
    Poi sarò lieto di essere smentito, del resto sulle 6 domande circa il mondiale 2019 ne ho prese solo 2 🙂

  12. fracassosandona 7 Novembre 2019, 14:28

    rebus sic stantibus sotto l’attenta guida tecnica di Troncon diventerebbe proibitiva anche la partita con il Canada…

  13. Parvus 7 Novembre 2019, 15:15

    ciao mich,
    essere già in accordo all’80% è già un successo, scherzo…, allora in totale accordo che uno scampolo di partita è più che giusto per l’uscita dei tre veci! mi sembra il minimo sindacale. però anche in accordo con @w. provinces, che dice che fin da subito bisogna inserire i giocatori migliori e più performanti. come dicevo uno scampolo può bastare. non tutti e tre insieme ma ogni partita uno lascia…., quindi palcoscenico totale per ognuno di loro.
    come dicevamo abbiamo i mondiali in francia, e 4 anni volano…., quindi bisogna accelerare il tutto….
    non sono in accordo con te, nella questione cos, che lo avrei visto bene come direttore di tutto il movimento.
    lo dico perché gli inglesi che sono un popolo a nostra differenza che pianifica, se o prendono immediatamente in squadra.
    poi per me, è stata una disgrazia che sia andato via catt……., perché con smith potevano fare grandi cose….

    • Mich 7 Novembre 2019, 15:44

      Parvus ma io non credo di aver fatto riferimento a COS. Non l’ho proprio nominato.

  14. Parvus 7 Novembre 2019, 17:50

    amo passati dal pareggiare contro gli AB ad arrivare ultimi al 6N! Elezioni subito! Meno male che COS va via, non se ne può più._
    @Redazione: sono ovviamente ironico, non ho strumenti nè competenze per valutare il valore di entrambi.

    si si ora ho letto attentamente…, scherzavi….
    buona serata.

  15. bis-steak 8 Novembre 2019, 09:22

    Calendario interessante… il più abbordabile da anni. Quest’anno al 6 Nazioni vedremo un grosso ricambio da parte di un po’ tutte le nazionali, e questo potrà darci qualche speranza in più per provare a vincere un paio di partite. In estate l’ideale sarebbe fare l’america da nord a sud e non viceversa, cercando di arrivare alla sfida con l’Argentina più rodati per provare a prendere lo scalpo. Novembre che come al solito a parte la tier2 ci vedrà perdenti.
    Scenario migliore: 2 vittorie al 6 Nazioni , 3 vittorie in America e 2 vittorie a Novembre (percentuale <5%)
    Scenario Intermedio: 1 vittoria al 6 Nazioni, 2 in America, 1 a Novembre (tier 2).
    Scenario Incubo: = 0 vittorie al 6 Nazioni, 1 in America (Canada) e 1 a Novembre (tier2).

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia, Moretti: “Attitudine e approccio emotivo saranno la base del test con la Georgia”

Il tecnico degli avanti azzurri analizza le situazioni da mettere a posto in vista del match di Batumi

4 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: Pietro Ceccarelli non ce la fa, salta il test con la Georgia

Problema muscolare che si trascina da qualche settimana per il pilone destro. Al suo posto arriva Filippo Alongi

4 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia imperfetta ma pronta: verso la Georgia con rinnovata fiducia

C'è ancora qualcosa da mettere a posto, ma la prestazione di Bucarest ha riportato fiducia ed entusiasmo

3 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

World Rugby Ranking: doppio sorpasso Italia! Superate Samoa e Georgia

Contro la Romania serviva vincere con almeno 16 punti di vantaggio: così è stato

2 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Le pagelle di Romania-Italia

Nemer e Zanon i migliori. Gran ritorno di Menoncello, esordio da incorniciare per Alessandro Garbisi

1 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Kieran Crowley: “buona reazione dopo la scorsa settimana, ma c’erano almeno tre o quattro mete che dovevamo segnare”

Le dichiarazioni del coach azzurro e del capitano Edoardo Padovani dopo il successo con la Romania

1 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale