Pro14: Zebre Rugby per crescere e cercare la vittoria

Ma contro i Dragons sarà tutt’altro che semplice. Bradley lancia Biondelli e Cioffi dal primo minuto, calcio d’inizio alle ore 18

zebre rugby

ph. Luca Sighinolfi

Guardando solo le formazioni di Zebre e Dragons, in campo alle ore 18 per la seconda giornata di Pro14, viene quasi naturale indicare come favoriti i gallesi per la massiccia dose di talento ed esperienza che possono schierare dal primo minuto. All’esordio davanti al pubblico di casa e senza diciotto giocatori tra infortunati e indisponibili per la Rugby World Cup, le Zebre scenderanno in campo con una formazione piuttosto interessante e che desta molta curiosità in alcuni elementi, ma con cui potrebbero fare anche i conti in termini di mancanza d’abitudine a questi livelli.

Le Zebre ci sono già passate all’esordio a Edimburgo, una settimana fa, quando la squadra scozzese ha disposto della franchigia ducale come ha voluto in fase offensiva, mettendo in risalto le difficoltà della retroguardia bianconera nel tenere il ritmo alto imposto dagli scozzesi. Il 76% dei placcaggi riusciti, una statistica molto bassa per questo livello, parla da sé. Pur cercando di mantenere sempre il vivo il pallone (10 offload contro i 7 dell’Edimburgo), le Zebre non sono nemmeno riuscite a far vedere qualcosa di interessante in attacco, se non per la grande corsa di Mori nel secondo tempo (ma si trattava per l’appunto di un’iniziativa individuale).

I Dragons, specie in trasferta, non hanno lo stesso potenziale offensivo e le stesse strutture di gioco di Edimburgo, ma hanno comunque dei buoni talenti con cui possono far male ai ducali. La stella della squadra è senza dubbio Sam Davies, ex mediano degli Ospreys che non ha tenuto fede alle aspettative di inizio carriera, ma che ha ancora la scintilla per accendere una squadra e una linea dei trequarti composta da ottimi giocatori come Jack Dixon, Tyler Morgan e Jordan Williams, uno che è comunque capace di azioni del genere.

Nella terza linea gallese, inoltre, va tenuto d’occhio il terza linea classe 1999 Taine Basham, che ha già avuto modo di lasciare il segno nel Pro14 dello scorso anno. Anche se i Dragons non hanno fatto un’impressione migliore delle Zebre contro Munster, perdendo 39-9 a Thomond Park, il materiale umano a disposizione di Dean Ryan è comunque buono e affidabile.

Per Bradley, invece, ci sono diverse scommesse da vincere un po’ in tanti reparti, specie su una trequarti completamente inedita e quasi stravolta rispetto alla gara di Edimburgo. I punti fermi sono Renton, Lucchin, Elliott e Walker, con questi ultimi che sono scalati rispettivamente al centro e all’ala. All’apertura ci sarà Michelangelo Biondelli, il cui stile di gioco è spiccatamente offensivo come dimostrato nell’ultima stagione con le Fiamme Oro in Top12.

Tecnica e istinto non mancano al ferrarese, che è al debutto nel torneo al pari di Massimo Cioffi, uno dei migliori giocatori dello scorso campionato nazionale con Rovigo e anch’egli giocatore di grande estro e fantasia, con appoggi leggeri e ottima accelerazione nel breve. Dalla prestazione di quest’asse 10/15 passeranno molte delle speranze zebrate, che però dovranno suonare una musica diversa soprattutto con il pacchetto di mischia.

Gli avanti non hanno giocato una partita trascendentale in Scozia e sono chiamati a migliorare la propria efficacia in campo aperto, in particolare il romeno Tarus (5 placcaggi su 12 sbagliati). A proposito del pack: Michael Bradley ha dovuto rinunciare a Fischetti e Zilocchi, convocati da O’Shea per raggiungere l’Italia in Giappone. In formazione sono stati sostituiti da Rimpelli e Bello, mentre Buonfiglio è stato inserito in panchina.

Il calcio d’inizio di Zebre-Dragons è previsto per le ore 18, con diretta streaming su DAZN.

Le formazioni

Zebre: 15 Massimo Cioffi, 14 Charlie Walker, 13 James Elliott, 12 Enrico Lucchin, 11 Pierre Bruno, 10 Michelangelo Biondelli, 9 Joshua Renton, 8 Giovanni Licata, 7 Johan Meyer, 6 Iacopo Bianchi, 5 George Biagi (c), 4 Mick Kearney, 3 Alexandru Tarus, 2 Marco Manfredi, 1 Daniele Rimpelli
A disposizione: 16 Massimo Ceciliani, 17 Paolo Buonfiglio, 18 Edoardo Bello, 19 Samuele Ortis, 20 Apisai Tauyavuca, 21 Nicolò Casilio, 22 Leonardo Mantelli, 23 Federico Mori

Dragons: 15 Jordan Williams, 14 Will Talbot-Davies, 13 Tyler Morgan, 12 Jack Dixon, 11 Owen Jenkins, 10 Sam Davies, 9 Rhodri Williams (c), 8 Harrison Keddie, 7 Taine Basham, 6 Lewis Evans, 5 Matthew Screech, 4 Joe Davies, 3 Leon Brown, 2 Richard Hibbard, 1 Ryan Bevington
A disposizione: 16 Rhys Lawrence, 17 Brok Harris, 18 Lloyd Fairbrother, 19 Max Williams, 20 Huw Taylor, 21 Tavis Knoyle, 22 Jacob Botica, 23 Adam Warren

Daniele Pansardi

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre: il presidente Michele Dalai rassicura “Stiamo bene, aspettiamo di poter rientrare”

Direttamente da Città del Capo ecco l'ultimo aggiornamento sulla situazione della franchigia ducale

26 Novembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre: verso il rinvio dei match in Sudafrica

Non si dovrebbe giocare nei prossimi weekend nella Rainbow Nation

26 Novembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

Dove e quando si vedono le Zebre contro gli Stormers, in tv e streaming

Ducali che tornano in campo a distanza di un mese

24 Novembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre: i 30 convocati per le trasferte sudafricane contro Stormers e Sharks

Bradley si affida a un gruppo che annovera degli internazionali e qualche potenziale esordiente

23 Novembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre: lungo stop per Matteo Nocera

L'infortunio in nazionale ha costretto il pilone destro a sottoporsi ad un intervento chirurgico

22 Novembre 2021 United Rugby Championship / Zebre Rugby
item-thumbnail

Tornano in campo Benetton e Zebre: i prossimi impegni

Ritorna lo United Rugby Championship, e con esso le franchigie italiane, che giocheranno contro Glasgow e Stormers