La Spagna non è mai stata così in alto nel ranking mondiale

I Leones sono reduci da un brillante tour in Sud America, dove hanno battuto nettamente anche l’Uruguay

spagna rugby

ph. Reuters

Senza Test Match tra le grandi nazionali il ranking mondiale è rimasto invariato nelle posizioni di testa, ma nella parte bassa c’è stato un solo sostanziale movimento. È stato quello della Spagna, che in questo mese di giugno è andata in tour in Sud America e ha vinto tutte e tre le partite in programma, contro Brasile, Cile e soprattutto Uruguay.

Battendo i Teros, per giunta con un netto 21-41, i Leones sono saliti al 17esimo posto della classifica mondiale scavalcando Romania e per l’appunto l’Uruguay, mettendosi alle proprie spalle ben quattro squadre che parteciperanno alla prossima Rugby World Cup 2019: Uruguay (19°), Russia (20°), Canada (21°) e Namibia (23°). A eccezione del Canada, tutti questi avversari sono stati battuti dalla squadra spagnola almeno una volta negli ultimi due anni.

La Spagna non era mai stata così in alto nella classifica mondiale. Con il successo a Montevideo, gli iberici hanno allungato la loro striscia a sei vittorie consecutive, non la più lunga nella loro storia ma sicuramente la più importante vista la caratura degli avversari battuti (in precedenza erano arrivate le vittorie contro Romania, Germania e Belgio) e i quattro successi consecutivi in trasferta.

La delusione per la mancata qualificazione alla Rugby World Cup 2019, sfumata per la famosa sconfitta in Belgio ma poi anche per le equiparazioni irregolari, non sembra aver intaccato dunque il percorso della Spagna. Nell’ultimo Rugby Europe Championship, il primo dopo le tante polemiche del 2018, i Leones hanno vinto quattro partite su cinque, perdendo solo contro la Georgia a Tbilisi e chiudendo al secondo posto in classifica.

Il ranking mondiale al 24 giugno

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

British & Irish Lions: fra il pareggio con gli All Blacks e l’incertezza degli Springboks

La selezione d'Oltremanica ricorda lo storico match provando a proiettarsi verso l'anno prossimo

item-thumbnail

E se Hoskins Sotutu giocasse con l’Inghilterra?

Scopriamo perchè e come il fenomeno dei Blues potrebbe vestire la maglia numero 8 della squadra di Eddie Jones

item-thumbnail

“Non canterò più Swing Low, Sweet Chariot “, lo dice il CEO della Federazione Inglese

In Inghilterra continua a far discutere il canto dei tifosi della Nazionale della Rosa

item-thumbnail

Francia: Galthié svela alcuni retroscena del ritiro internazionale di Jefferson Poirot

Il ct della nazionale transalpina offre un punto di vista diverso alla vicenda

item-thumbnail

Eddie Jones lancia l’allarme: “Il rugby? Sta diventando troppo simile al football americano”

Il coach dell'Inghilterra analizza l'evoluzione del gioco negli ultimi vent'anni