Inghilterra e Georgia: ad Oxford un allenamento ad alta tensione

Che scintille tra i due pacchetti di mischia

Reuters/ ph. Andrew Couldridge

L’allenamento congiunto con la Georgia, organizzato da Eddie Jones per la sua Inghilterra in quel della St Edward’s School, ad Oxford, non è di certo passato inosservato.

Nonostante un’accoglienza piuttosto amichevole nei confronti dei caucasici da parte dell’head coach australiano, nel momento del primo ingaggio in mischia, nel corso della sessione, sono arrivate le prime scintille, con qualche manata che è volata qua e là, e la necessità da parte dei coach di ambo le compagini di intervenire per ristabilire l’ordine e la tranquillità.

Leggi anche: World Rugby esprime la sua posizione sulla World League tramite un comunicato

La situazione, tuttavia, è degenerata al secondo tentativo di ingaggio, quando in seguito a medesime provocazioni e conseguenti reazioni, si è acceso un parapiglia che ha visto coinvolti numerosi giocatori, non solo quelli della mischia delle due nazionali. Una scazzottata piuttosto animata, peraltro davanti a numerosi ragazzini della scuola, che stavano assistendo sul posto all’allenamento, sedata poi dagli staff, che ha sconsigliato di riproporre, nel corso della sessione, nuovi ingaggi in mischia.

“Quando due squadre hanno una mentalità tale per cui non vogliono concedere nemmeno un millimetro è normale che ci possa essere qualche tensione. L’importante è riuscire a tenere noi stessi sotto controllo. Questa è una grande opportunità per i nostri ragazzi, che possono confrontarsi con alcuni dei migliori giocatori del mondo”, ha dichiarato Milton Haig, head coach georgiano, commentando l’allenamento.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Greig Laidlaw: “La Scozia può vincere il Sei Nazioni nei prossimi due o tre anni”

Il mediano di mischia lancia la sua profezia per il futuro

item-thumbnail

British & Irish Lions: fra il pareggio con gli All Blacks e l’incertezza degli Springboks

La selezione d'Oltremanica ricorda lo storico match provando a proiettarsi verso l'anno prossimo

item-thumbnail

Sei Nazioni, Laporte: “CVC acquisirà il 14,5% del Torneo”

Il vicepresidente di World Rugby ha reso nota l'operazione durante l'assemblea generale della federazione francese

item-thumbnail

E se Hoskins Sotutu giocasse con l’Inghilterra?

Scopriamo perchè e come il fenomeno dei Blues potrebbe vestire la maglia numero 8 della squadra di Eddie Jones

item-thumbnail

“Non canterò più Swing Low, Sweet Chariot “, lo dice il CEO della Federazione Inglese

In Inghilterra continua a far discutere il canto dei tifosi della Nazionale della Rosa

item-thumbnail

Continua il dibattito su “Swing Low, Sweet Chariot”

La leggenda del Rugby League Martin Offiah non crede che vada vietato l'utilizzo della famosa canzone inglese

19 Giugno 2020 6 Nazioni – Test match