Top 12: cosa aspettarsi dall’ottavo turno

Il big match di Mogliano, Calvisano-Rovigo e molto altro nella domenica di Top 12

ph. Luigi Mariani

Il Top 12, massimo campionato ovale italiano, propone nella giornata di domenica (con calcio d’inizio tra le 14.30, a Reggio Emilia e Roma, e le 15, sugli altri campi) le sei gare (da seguire in diretta streaming su onrugby) dell’ottavo turno, tutte di estremo interesse per le varie zone di graduatoria. In primis, ovviamente, l’attesissimo big match di altissima classifica tra la capolista Petrarca ed il sorprendente Mogliano di Andrea Cavinato, senza dimenticare anche il “classico” tra Calvisano e Rovigo, sfida da finale scudetto in 4 delle ultime 5 annate, anche se in questo momento il team veneto, non in grande spolvero, naviga a metà classifica.

Ai vertici

La gara più interessante sotto il profilo tecnico è senza ombra di dubbio quella di Mogliano, dove al cospetto dei padroni di casa, reduci da 4 vittorie filate (le ultime 3 sempre con bonus offensivo), arrivano i campioni d’Italia e primi della classe del Petrarca, in grado lo scorso weekend di sconfiggere Calvisano nella “rivincita” della finale tricolore del Plebiscito. Il team di Cavinato, estremamente efficace in questo avvio di stagione con gli avanti (con un Buonfiglio sugli scudi) ed in grado di proporre alla platea italiana uno dei migliori talenti giovani del Top 12 (Giovanni Scagnolari, grande ex dell’incontro), dopo il brillante successo in casa della Lazio, sogna addirittura un aggancio in vetta clamoroso, viste le aspettative trevigiane alla vigilia del campionato. Allo stadio Maurizio Quaggia si pensava di poter disputare una stagione positiva, molto migliore di quella passata, ma probabilmente nemmeno i più ottimisti immaginavano la possibilità concreta di issarsi in testa alla graduatoria dopo 8 giornate.

A Calvisano, invece, va in scena una sfida che, nell’ultimo lustro, ha rappresentato di fatto la classe elitaria del nostro movimento per club. I bresciani, padroni di casa, e Rovigo hanno monopolizzato, dal 2014 al 2017 l’allora Eccellenza, contendendosi ogni anno la vittoria nella competizione nell’atto finale. Dopo che questo duopolio era già stato spezzato la scorsa stagione dal successo del Petrarca di Andrea Marcato, quest’anno i due team stanno vivendo un avvio di Top 12 meno brillante delle attese, avendo già archiviato 3 sconfitte a testa. I ragazzi di Brunello (superbi in Europa), tuttavia, hanno comunque portato a casa ben 7 punti bonus (tra attacco e difesa), utili a disegnare una classifica dai contorni positivi, con i gialloneri quarti, in zona playoff e a sole 2 lunghezze dal Valorugby secondo. Meno lusinghiera, invece, la graduatoria dei veneti, che pur con il medesimo numero di sfide vinte, inseguono a meno 4 e vanno a caccia di una vittoria che possa dare continuità al successo nel derby contro Valsugana e rilanciare il team in ottica post season.

Chi può approfittare dello scontro al vertice tra Petrarca e Mogliano è la coppia Valorugby-Fiamme Oro. Gli emiliani ospitano la Lazio di Montella, i capitolini il Verona Rugby. Partite, dunque, alla portata di due dei team più continui in questo equilibratissimo avvio d’annata, che, però, sta regalando emozioni e colpi di scena a getto continuo, con innumerevoli gare appese ad un filo sino alla volata finale dei match.

Le altre

I Medicei, reduci da 3 vittorie nelle ultime 4 giornate dopo un avvio deficitario, ospitano un San Donà che, invece, dopo una partenza convincente ha rallentato bruscamente. Con un successo, i toscani si rilancerebbero prepotentemente anche nella corsa ai playoff, ma devono fare i conti con il desiderio di preziosi punti salvezza dei veneti. Necessità condivisa anche dal Valsugana, ancora alla ricerca del primo trionfo in massima serie, che riceve tra le mura amiche il Viadana di Filippo Frati, apparso brillantissimo in questa fase della stagione, con una striscia aperta di 3 successi consecutivi. I lombardi, aggiustata qualche falla di inizio campionato, stanno letteralmente volando e sono reduci dalla sontuosa prestazione casalinga contro le Fiamme Oro. Contro la squadra cremisi, allo Zaffanella, è arrivata una vittoria da urlo, che ha ha dato slancio e vigore al team mantovano, soddisfacendo in pieno, sia sul fronte offensivo che su quello difensivo, l’head coach Frati. Servirà, dunque, un’impresa sportiva al club patavino per incamerare non tanto una vittoria, ma anche de punticini bonus.

 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Colorno: ufficiale l’ingaggio di Thorleif Halvorsen

Il 31enne sudafricano arriva in Emilia dopo l'esperienza con Rovigo

19 luglio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Rugbymercato: come cambiano le rose del Top12 (in aggiornamento)

Tutti gli ingaggi e gli addii per la stagione 2019/2020, man mano che arrivano le notizie

18 luglio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Viadana: Giorgio Bronzini è un nuovo giocatore del club lombardo

Il mediano di mischia è il quinto innesto del team mantovano

15 luglio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: il versatile internazionale georgiano Lasha Lomidze è un giocatore della Lazio

Il club capitolino rafforza il pacchetto degli avanti con un innesto di spessore

12 luglio 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: i primi tre acquisti del San Donà

Andrea Bronzini, Jader Chanolec Santana e Enrico Francescato rinforzeranno la squadra biancoceleste

11 luglio 2019 Campionati Italiani / TOP12