Steve Hansen contro le quote sudafricane, ma dalla Rainbow Nation gli hanno risposto stizziti

Il ct degli All Blacks ha mosso delle critiche che non sono piaciute, rispetto alla selezione degli atleti Springboks

ph. Sebastiano Pessina

La sconfitta patita in casa per 34-36 dagli Springboks non è piaciuta all’allenatore degli All Blacks Steve Hansen che, dopo aver tirato le orecchie ai suoi, è stato pungolato sulle possibilità del Sudafrica in vista della prossima Coppa del Mondo; dove le formazioni saranno peraltro inserite nello stesso girone dell’Italia. Una domanda questa che ha scatenato una risposta inattesa da parte del ct campione del mondo, il quale inconsapevolmente è poi andato ad infilarsi in un ginepraio di cui forse sentiremo parlare per qualche tempo.

La versione di Hansen
“Sono l’unica squadra che conosco nel mondo dello sport  – esordisce riferendosi agli Springboks –  che non sceglie la propria formazione migliore. Capisco cosa stiano cercando di fare, ma anche Nelson Mandela lo aveva capito meglio di chiunque altro, a suo tempo. Sapeva che gli Springboks erano una formazione che avrebbe potuto unire la nazione e anche io lo credo ancora.
Se in questi anni avessero ottenuto i risultati che si aspettavano, con il meglio sempre in campo, avrebbero potuto sviluppare al meglio la loro idea politica ottenendo peraltro una squadra multiculturale di alto livello, senza il dubbio ogni volta di non aver schierato il “giusto” sul terreno di gioco.
Il rugby in precedenza non era uno sport da uomini di colore, ma era comunque lo sport che avrebbe unificato il paese; come nessun’altra cosa sarebbe stata in grado di fare. Ora penso che la loro l’unità nazionale non sia così elevata. Il Sudafrica, intesa come nazione, ha comunque una storia ricca di eventi e cose che non capiremo mai perchè non ne abbiamo mai fatto parte.
Uno dei miei grandi amici nel rugby, Heyneke Meyer, ha scoperto di dover selezionare la sua squadra in base al colore della pelle e questo so che ha portato diversi malumori: in primis perchè non stava effettuando delle scelte guardando ai migliori e in secondo luogo perchè portava alcuni ragazzi a pensare di essere in nazionale solo per il colore della pelle o per una quota predefinita”.

La replica delle Saru Sacos Legends
E’ inutile negarlo: Hansen ha sollevato un polverone di dimensioni notevoli. Fra Nuova Zelanda e Sudafrica la polemica impazza, l’unica replica alle parole dell’allenatore dei “TuttiNeri” è arrivata per ora dalle Saru Sacos Legends, una storica selezione sudafricana che interpreta nel rugby gli ideali della multiculturalismo razziale: “Siamo ovviamente irritati e proviamo un senso di ira per coloro che formulano affermazioni così semplicistiche – esordisce così la lettera aperta pubblicata su molti media del Paese – e le interpretano come indicative di una visione abusata, che mostra il totale disdegno per la ferita e il dolore provato in passato dai ragazzi dei Saru Sacos.
Anche se non vogliamo sottrarre nulla ai suoi famosi successi e all’ammirevole astuzia di un allenatore di rugby, la invitiamo (esortano Hansen, ndr) ad usare un tono più tranquillo per non iniziare ad avventurarsi su terreni poco conosciuti, non pronunciandosi in questi termini per le scarse prestazioni degli altri Paesi in campo sportivo”.

 

ERRATA CORRIGE – In seguito a una verifica della notizia precisiamo che le dichiarazioni del CT Steve Hansen non sono state pronunciate dopo la recente sconfitta con gli Springboks, ma sono invece datate 2017 e contenute in un libro (“The Jersey: The Secrets Behind the World’s Most Successful Team.” di Peter Bills dal titolo) pubblicato proprio in questi giorni. Ci scusiamo con i diretti interessati e con i lettori tutti.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Steve Tew lascerà il ruolo di chief executive di New Zealand Rugby a fine 2019

L'ex Crusaders se ne andrà dopo 18 anni in seno alla federazione tuttanera

5 giugno 2019 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Il calendario del Rugby Championship 2019: luoghi, date, orari e tv del torneo

Tutti i dettagli sulla principale competizione australe per nazionali

22 maggio 2019 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

La prima lista di All Blacks verso la Rugby World Cup 2019

Steve Hansen ha convocato anche Sam Cane per il primo di tre "foundation days" in vista della stagione internazionale

9 aprile 2019 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Argentina: Creevy resta fino a fine 2019, Tuculet due anni in più

Ma per il tallonatore potrebbe essere l'ultima stagione in patria, prima di un trasferimento in Francia

19 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Australia: Michael Cheika confermato, al suo fianco arriva un Director of Rugby

Da marzo 2019 Scott Johnson affiancherà l'head coach dei Wallabies, reduci da una stagione con quattro vittorie su nove partite

17 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Il CEO della NZRU ha detto che Joe Schmidt ha rifiutato un posto negli All Blacks

Ma non come head coach: avrebbe dovuto prendere il posto di Wayne Smith lo scorso anno

12 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship