The Rugby Championship: la Nuova Zelanda piega l’Australia 38 a 7 e vince l’edizione 2023

All Blacks più forti di tutti, Australia battuta e titolo in cassaforte

Gli All Blacks

Il punteggio di 7 a 38 è eloquente: gli All Blacks hanno dominato i Wallabies. La squadra allenata da Eddie Jones ha provato ad alzare il suo standard rispetto alle ultime uscite, ma si è trovata di fronte un avversario troppo forte.

Gli uomini di Ian Foster confermano lo stato di forma evidenziato con Argentina e Sudafrica, andando così a conquistare il torneo più ambito dell’emisfero sud.

I tuttineri, rigenerati e pieni di soluzioni tattiche, lanciano un messaggio forte e chiato in vista del mondiale che inizia a settembre. In Francia ci sarà da fare i conti con loro.

The Rugby Championship: la cronaca di Australia v Nuova Zelanda

Gli All Blacks mettono subito pressione nella metà campo avversaria e al 5′ minuto da un placcaggio durissimo di Scott Barrett su McDermott nasce la meta di Frizzell che apre il tabellino dei marcatori. Mo’unga fallisce la trasformazione e si resta sul +5.

La reazione degli Wallabies è furiosa, risalgono il campo con grande energia e trovano un’avanzamento importante con Nawaqanitawase. Lo sviluppo dell’azione porta il pallone al largo fino a Koroibete che schiaccia in meta in bandierina. La successiva trasformazione di Gordon consente all’Australia di andare in vantaggio.

Il primo quarto di gara è contraddistinto dal grande lavoro nei breakdown dell’Australia. Tre palloni tenuti a terra dagli All Blacks portano la firma dei placcatori in maglia verdeoro, bravi a isolare i ball carrier ed evidenziarne il tenuto.

La Nuova Zelanda alterna bene gli attacchi all’esterno e le cariche centrali, ma sbatte spesso di fronte ad una difesa australiana ben organizzata. Al 30’ arriva un cartellino giallo a Koroibete che toglie dal campo uno dei giocatori più ficcanti del primo tempo.

Gli All Blacks si ricompattano, sfruttano la superiorità numerica e vanno oltre la linea di meta con un drive ben imbastito dal pacchetto di mischia e da Codie Taylor, che tocca per ultimo e corona una prestazione molto positiva.

È il prologo alla terza meta che arriva dal solito Will Jordan. Nasce tutto da un lunghissimo multi fase in cui la Nuova Zelanda logora la difesa di casa con pazienza e mette in condizioni il suo top scorer di segnare in bandierina per il 7 a 19 che chiude il primo tempo.

Nella seconda frazione prevale l’equilibrio fino al 59′, poi Caleb Clarke trova il guizzo giusto con un pick and go a pochi centimetri dalla meta e indirizza il risultato sul 7 a 24, poi 7 a 26 grazie al piede di Mo’unga.

Le segnature di Telea e Ioane arrivano in rapida successione, ben costruite e rifinite con grande classe. Mete pesanti che mettono il sigillo alla partita. A pesare sull’economia del secondo tempo c’è anche un cartellino giallo comminato a Angus Bell al 56′ che consente agli All Blacks, fin lì sul 7 a 19, di prendere il largo con 3 mete in 7 minuti.

Gli ultimi 10 minuti vedono i Wallabies impegnati a rendere il punteggio più mordibo. Niente da fare, gli ospiti mettono di fronte un muro invalicabile e possono festeggiare la terza vittoria in tre partite.

Il tabellino del match

Australia: 15 Andrew Kellaway, 14 Mark Nawaqanitawase, 13 Jordan Petaia, 12 Samu Kerevi, 11 Marika Koroibete, 10 Carter Gordon, 9 Tate McDermott, 8 Rob Valetini, 7 Tom Hooper, 6 Jed Holloway, 5 Will Skelton, 4 Nick Frost, 3 Allan Alaalatoa (c), 2 David Porecki, 1 Angus Bell
Sostituzioni: 16 Jordan Uelese, 17 James Slipper, 18 Taniela Tupou, 19 Richie Arnold, 20 Rob Leota, 21 Nic White, 22 Quade Cooper, 23 Izaia Perese

Mete: 7′ Koroibete

Trasformazioni: 8′ Gordon

Cartellini: 30′ Koroibete, 56′ Bell

Nuova Zelanda: 15 Beauden Barrett, 14 Will Jordan, 13 Rieko Ioane, 12 Jordie Barrett, 11 Mark Telea, 10 Richie Mo’unga, 9 Aaron Smith, 8 Ardie Savea (c), 7 Dalton Papali’i, 6 Shannon Frizell, 5 Scott Barrett, 4 Brodie Retallick, 3 Tyrel Lomax, 2 Codie Taylor, 1 Ethan de Groot
Sostituzioni: 16 Samisoni Taukei’aho, 17 Ofa Tu’ungafasi, 18 Nepo Laulala, 19 Sam Whitelock, 20 Luke Jacobson, 21 Cam Roigard, 22 Anton Lienert-Brown, 23 Caleb Clarke

Mete: 5′ Frizzell, 34′ Taylor, 39′ Jordan, 59′ Clarke, 63′ Telea, 66′ Ioane

Trasformazioni: 35′, 40′, 60′, 67′ Mo’unga,

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Serie A Elite, Victor Jimenez: “Sarà una bella emozione affrontare il Viadana”

L'assistant coach argentino dei veneti ha parlato del suo trascorso in gallonero e della finale del 2 giugno

26 Maggio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Campionato U18: la Benetton batte Rugby Experience L’Aquila 28-17 ed è campione d’Italia

A Calvisano i veneti superano gli abruzzesi in una finale giocata a ritmi altissimi

26 Maggio 2024 Campionati Italiani
item-thumbnail

Champions Cup: gli highlights di Leinster-Stade Toulousain

Le immagini degli oltre 100' della finale spettacolare di Londra

26 Maggio 2024 Foto e video
item-thumbnail

Serie A Elite femminile: Villorba è campione d’Italia dopo 5 anni. Valsugana battuto a Casale

Le "Ricce" dominano il match, rischiano una beffa clamorosa nel finale ma tornano a conquistare il titolo italiano dopo 5 anni

item-thumbnail

Champions Cup: finale pazzesca a Londra! Tolosa stende il Leinster ai supplementari

Una partita meravigliosa al Tottenham Stadium. I francesi battono gli irlandesi 22-31 nell'extra time grazie alla meta di Lebel e ai calci di Kinghorn...

25 Maggio 2024 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

La diretta streaming della finale Under 18 Benetton Rugby-Rugby Experience L’Aquila

A Calvisano ultimo atto fra veneti e abruzzesi per lo scudetto giovanile 23/24

25 Maggio 2024 Foto e video