Test Match, Inghilterra: Shields titolare dal primo minuto

Eddie Jones sacrifica Chris Robshaw per il terza linea neozelandese, mentre torna Launchbury in seconda linea e Cipriani siede in panchina

ph. Reuters

Eddie Jones ha voluto compiere pochi, ma significativi ritocchi alla sua selezione in vista del secondo test match che opporrà la sua Inghilterra al Sudafrica di Rassie Erasmus.

Mentre torna in seconda linea Joe Launchbury al posto di Nick Isiekwe, come peraltro già annunciato ieri anche su queste pagine, la novità più grossa è caratterizzata dall’ingresso nella formazione titolare di Brad Shields.

Dopo la controversa questione della sua convocazione, il neozelandese eleggibile per l’Inghilterra grazie ai propri genitori ha ottenuto il suo primo cap sostituendo proprio il succitato Isiekwe nella sconfitta della scorsa settimana. Questa volta Jones ha deciso di affidargli immediatamente un posto nel XV titolare, preferendolo ad un Chris Robshaw in effetti opaco nella precedente uscita.

Shields, 27 anni, ha giocato con la under 20 della Nuova Zelanda ed ha anche partecipato a diversi training camp degli All Blacks, senza però mai vincere un cap. Visto il suo trasferimento nelle fila degli Wasps a partire dalla prossima stagione, ha preferito rispondere alla chiamata di Eddie Jones piuttosto che ascoltare le sirene neozelandesi e quindi legarsi all’Inghilterra a livello internazionale.

Gli altri cambi interessanti operati da Jones stanno nella composizione della panchina, dove il terza linea di Newcastle Mark Wilson prende il posto di Isiekwe, lasciato fuori squadra. Danny Cipriani sostituisce Piers Francis come playmaker di riserva: il mediano di apertura non ottiene una presenza in nazionale dal 2015.

“Siamo venuti qui per vincere la serie contro il Sudafrica – ha detto Eddie Jones – e la squadra è pronta ad andare là fuori e batterli questo weekend.”

“Abbiamo avuto una buona preparazione questa settimana e l’intensità e le esecuzioni nelle recenti sessioni ci metteranno in una buona posizione per vincere sabato.”

Inghilterra: 15 Elliot Daly, 14 Jonny May, 13 Henry Slade, 12 Owen Farrell (c), 11 Mike Brown, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Billy Vunipola, 7 Tom Curry, 6 Brad Shields, 5 Maro Itoje, 4 Joe Launchbury, 3 Kyle Sinckler, 2 Jamie George, 1 Mako Vunipola
A disposizione: 16 Luke Cowan-Dickie, 17 Joe Marler, 18 Harry Williams, 19 Mark Wilson, 20 Nathan Hughes, 21 Ben Spencer, 22 Danny Cipriani, 23 Denny Solomona

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Inghilterra: i 34 convocati per lavorare in vista dei test match estivi

Sono ben 21 i potenziali esordienti nel primo gruppo di lavoro selezionato da Eddie Jones per le sfide a USA e Canada

item-thumbnail

Mornè Steyn, rileggiamo la carriera di un mito del rugby mondiale

Contro i Lions potrebbe tornare a vestire la maglia degli Springboks uno dei più grandi giocatori degli ultimi 20 anni

item-thumbnail

Il calendario ufficiale di tutti i test match estivi del 2021

Dal prossimo 26 giugno al 18 luglio saranno ben 23 le partite ufficiali a livello internazionale distribuite tra i due emisferi

item-thumbnail

Sudafrica: la corsa contro il tempo di Duane Vermeulen per esserci contro i Lions

Il numero 8 degli Springboks deve andare sotto i ferri, problema alla caviglia: 7 settimane per essere in campo nel primo test

item-thumbnail

Francia in Australia senza il capitano: Charles Ollivon fuori a lungo

Rottura del legamento crociato per il terza linea con il Tolone nell'ultima gara della stagione

item-thumbnail

Test Match Estivi 2021: Argentina, ufficializzato il calendario delle sfide di luglio

I Pumas saranno impegnati in tre sfide nell'Emisfero Nord