ll calendario e gli orari dei Test Match 2018 di giugno

Si parte il 27 maggio da Twickenham con i Barbarians. L’Italia in campo di prima mattina nelle tre sfide in Giappone

test match all blacks

ph. Reuters

La stagione internazionale si apre o si chiude a giugno, a seconda dell’Emisfero di provenienza. Per le nazionali europee, il tour dall’altra parte del mondo è l’ultima pagina del libro: Inghilterra, Francia e Irlanda avranno le serie più difficili contro le regine dello spicchio australe del pianeta, mentre il Galles andrà prima negli Stati Uniti per affrontare il Sudafrica (ma non ci mettete la mano sul fuoco) e poi in Argentina. Più agevole, invece, il programma della Scozia. Per l’Italia, le sfide in Giappone rappresentano la cartina al tornasole del proprio status quo: quanto sono reali i piazzamenti del ranking mondiale? Gli Azzurri lo scopriranno sulla propria pelle il 9 e il 16 giugno.

Per All Blacks, Springboks, Wallabies e Pumas, invece, saranno le prime uscite ufficiali dall’inizio del Super Rugby. Quattro nazioni in momenti diversi della propria storia recente: la Nuova Zelanda procede a spron battuto, il Sudafrica prova a cambiare ritmo con Rassie Erasmus, l’Australia è un continuo punto interrogativo mentre l’Argentina sembra in decisa crescita grazie al lavoro di Ledesma sui Jaguares.

– Leggi anche: gli arbitri dell’Italia per i Test Match di giugno

Il mese di Test Match, in ogni caso, si aprirà il 27 maggio con la sfida tra Inghilterra e Barbarians a Twickenham. Di grande interesse anche la Pacific Nations Cup con Georgia, Fiji, Samoa e Tonga, visto che due anni fa i georgiani vinsero contro tutte e tre le avversarie.

Il programma dei Test Match (orari italiani)

Sabato 27 maggio
Inghilterra v Barbarians – Ore 16, Twickenham (Londra)

Sabato 2 giugno
Yamaha Jubilo v Italia – Ore 7, Nagano U Stadium (Nagano)
Sudafrica v Galles – Ore 23, RFK Stadium (Washington DC)

Sabato 9 giugno
Fiji v Samoa – Ore 3:00, ANZ National Stadium (Suva)
Tonga v Georgia – Ore 5:30 ANZ National Stadium (Suva)
Giappone v Italia – Ore 7:45, Oita Bank Dome (Oita)
Nuova Zelanda v Francia – Ore 9:35, Eden Park (Auckland)
Australia v Irlanda – Ore 12:00, Suncorp Stadium (Brisbane)
Sudafrica v Inghilterra – Ore 17:05, Emirates Airline Park (Johannesburg)
Argentina v Galles – Ore 21:40, Estadio San Juan del Bicentenario (San Juan)

Domenica 10 giugno
Stati Uniti v Russia – Ore 2:00, Dick’s Sporting Goods Park (Denver)
Canada v Scozia – Ore 3:00, Commonwealth Stadium (Edmonton)

Sabato 16 giugno
Tonga v Samoa – Ore 3:00, ANZ National Stadium (Suva, Fiji)
Fiji v Georgia – Ore 5:30, ANZ National Stadium (Suva, Fiji)
Giappone v Italia – Ore 7:45, Noevir Stadium (Kobe)
Nuova Zelanda v Francia – Ore 9:35, Westpac Stadium (Wellington)
Australia v Irlanda – Ore 12:00, AAMI Park (Melbourne)
Sudafrica v Inghilterra – Ore 17:05, Toyota Stadium (Bloemfontein)
Argentina v Galles – Ore 21:40, Estadio B.G. Estanislao López (Santa Fe)
Canada v Russia – Ore 22:00, Twin Elm Rugby Park (Ottawa)

Domenica 17 giugno
Stati Uniti v Scozia – Ore 3:00, BBVA Compass Stadium (Houston)

Sabato 23 giugno
Fiji v Tonga – Churchill Park, Lautoka
Giappone v Georgia – Ore 7:45, Toyota Stadium (Toyota)
Nuova Zelanda v Francia – Ore 9:35, Forsyth Barr Stadium (Dunedin)
Australia v Irlanda – Ore 12:00, Allianz Stadium (Sydney)
Canada v Stati Uniti – Ore 17, Wanderers Grounds (Halifax)
Sudafrica v Inghilterra – Ore 17:05, DHL Newlands (Città del Capo)
Argentina v Scozia – Ore 21:40, Estadio Centenario (Resistencia)

Tra fine giugno e inizio luglio, inoltre, si giocherà anche il playoff per decretare chi farà parte del Girone A alla Rugby World Cup 2019, insieme a Giappone, Irlanda, Scozia e Russia. A contendersi il posto saranno una tra Germania e Portogallo e Samoa, con gara di andata e ritorno prima in Oceania e poi in Europa.

Sabato 9 giugno
Germania v Portogallo

Sabato 30 giugno
Samoa v Germania/Portogallo – Apia, Samoa

Sabato 14 luglio
Germania/Portogallo v Samoa

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

British & Irish Lions, Gatland: “Farrell e Itoje in Championship? Nessun problema”

L'allenatore fa il punto della situazione a un anno dal tour e fa sapere che potrebbe esserci un nuovo membro nello staff tecnico

item-thumbnail

Chris Robshaw: la depressione e il ruolo di Conor O’Shea

Il giocatore inglese torna sul post Rugby World Cup 2015 ricordando quei tristi momenti

item-thumbnail

Giappone e Fiji: perchè entrano loro nell’8 Nazioni?

Dietro la scelta della rappresentativa nipponica e di quella isolana

item-thumbnail

British & Irish Lions: il XV di Brian O’Driscoll per il tour 2021 in Sudafrica

Il totem irlandese ha scelto la sua formazione ideale in vista della sfida agli Springboks

item-thumbnail

Rugby Championship o Test Match? Il Sudafrica ha scelto

La federazione dei campioni del mondo ha espresso la sua posizione per il futuro internazionale

item-thumbnail

Greig Laidlaw: “La Scozia può vincere il Sei Nazioni nei prossimi due o tre anni”

Il mediano di mischia lancia la sua profezia per il futuro