Il bilancio preventivo 2018 della FIR è in attivo

Pubblicate le prime cifre sull’esercizio federale previsto per l’anno in corso. Ricavi in crescita del 3%

ph. Sebastiano Pessina

Nel corso dell’ultimo Consiglio Federale, tenutosi sabato 7 aprile a Bologna, è stato approvato il bilancio preventivo del 2018 con un saldo attivo stimato in 589.054,61€, come si legge sul comunicato pubblicato dalla FIR. Il dato è leggermente in ribasso rispetto alle cifre del bilancio preventivo 2017, quando il risultato positivo era di poco sopra ai 600mila euro, mentre il totale dei ricavi torna a crescere e si attesta su 45.724.837,00€, ovvero il 3% in più rispetto ad un anno fa.

Le principali fonti di guadagno sono rappresentate dalle partecipazioni a Pro14 e dal Sei Nazioni, che rappresentano oltre il 57% del totale (26.290.000€) delle entrate previste, “provenienti dai diritti economici legati alla partecipazione e all’organizzazione del Sei Nazioni, dai proventi derivanti dall’organizzazione dei test autunnali e dai diritti e proventi legati al Pro14”. I diritti televisivi del Sei Nazioni e la vendita dei biglietti concorrono al 70% dei ricavi, il che rappresenta un aumento rispetto al 2017.

Per l’attività di alto livello e per lo sviluppo del gioco sono stanziati i principali investimenti, pari a 23.500.000,00€, ovvero oltre il 51% del valore della produzione. È stato anche approvato il piano di ricostituzione del patrimonio netto federale per il periodo 2018/2020, sottoposto ora alle verifiche del caso al CONI, divenuto necessario a causa delle perdite registrate nei bilanci 2015 e 2016: “[Il piano] sarà posto in essere grazie agli avanzi positivi stimati per le annualità 2017, 2018, 2019 e 2020”, si legge sul comunicato.

“Dopo due esercizi i cui risultati d’esercizio sono stati sotto delle aspettative, non inducendoci comunque a porre in secondo piano la crescita del nostro sport in Italia, dal 2017 siamo tornati a registrare bilanci in attivo – ha dichiarato il presidente Alfredo Gavazzi – In particolare, per il 2018, prevediamo l’azzeramento totale delle perdite pregresse, mentre a fine 2020 potremo non solo completare il riallineamento del nostro patrimonio netto, ma portarlo ad avere una consistenza superiore ai minimi previsti dalle normative del CONI”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

A Treviso non ci sarà una seconda Accademia Under 20 nel prossimo anno

La nuova struttura federale avrebbe dovuto essere avviata in estate e legata al Benetton

10 aprile 2018 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Dal Veneto una proposta per le partite delle giovanili poco equilibrate

Mischiare le squadre se ci dovesse essere troppo dislivello. L'idea è stata presentata alla Federazione

28 marzo 2018 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Il Collegio di Garanzia del CONI ha estinto il procedimento per la fuga di notizie

Annullate le condanne per Roberto Zanovello, Gianni Amore e Fulvio Lorigiola

13 febbraio 2018 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

La Procura Generale dello Sport ha fatto ricorso per le condanne sulla fuga di notizie

Presentata una richiesta di estinzione del processo a Amore, Lorigiola, Zanovello e Innocenti

11 gennaio 2018 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

La riforma per gli allenatori e il confronto con l’estero: intervista a Pasquale Presutti

Con il coach dei Medicei e consigliere federale abbiamo parlato del nuovo percorso di formazione per i tecnici

3 gennaio 2018 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Il nuovo percorso per la formazione degli allenatori italiani

Lo ha annunciato la FIR: basato su quattro livelli e con la possibilità (per tre di questi) di scegliere il corso di riferimento

12 dicembre 2017 Rugby Azzurro / Vita federale