Sei Nazioni 2018: il XV della Scozia per la sfida all’Italia

Rispetto alla sconfitta in terra irlandese, sono cinque i cambi apportati da Gregor Townsend

ph. Reuters/Russell Cheyne

La Scozia è pronta. Gregor Townsend ha comunicato il suo ultimo XV per il quinto turno del Sei Nazioni 2018, quando la nazionale del cardo farà visita all’Italia in quel dello Stadio Olimpico di Roma (kick off previsto alle 13.30). Una formazione che presenta cinque novità rispetto alla sfida esterna contro l’Irlanda: Tommy Seymour, dopo aver smaltito l’infortunio che lo aveva bloccato settimana scorsa, rientra all’ala sostituendo Blair Kinghorn andando a ricomporre così il triangolo allargato con Hogg e Maitland. Fra i centri invece è Nick Grigg a rimpiazzare Pete Horn, che va in panchina, andando così a fare coppia con Huw Jones.
Fra gli avanti diversamente il tallonatore Fraser Brown, il pilone WP Nel e il seconda linea Tim Swinson sostituiranno rispettivamente Stuart McInally, Simon Berghan e Grant Gilchrist. In mediana confermati, infine, Laidlaw e Russel.

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Huw Jones, 12 Nick Grigg, 11 Sean Maitland, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw, 8 Ryan Wilson, 7 Hamish Watson, 6 John Barclay (c), 5 Jonny Gray, 4 Tim Swinson, 3 WP Nel, 2 Fraser Brown, 1 Gordon Reid
A disposizione: 16 Stuart McInally, 17 Jamie Bhatti, 18 Zander Fagerson, 19 Richie Gray, 20 David Denton, 21 Ali Price, 22 Pete Horne, 23 Blair Kinghorn

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Il Sei Nazioni 2018: a Roma un successo organizzativo da record

Ecco i numeri delle due partite casalinghe dell'Olimpico

item-thumbnail

Quanti giocatori sono scesi in campo subito dopo il Sei Nazioni?

Quasi tutti gli eroi del Grande Slam sono rimasti a riposo, a differenza degli inglesi. Solo Parisse e Ghiraldini gli azzurri in campo

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: Galles al secondo posto, fra certezze e dubbi

I Dragoni hanno vinto tutte le partite casalinghe del Torneo, mostrando un gioco a tratti spettacolare, ma il cantiere è ancora aperto

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: è Jacob Stockdale il miglior giocatore del torneo

L'irlandese batte i suoi compagni di squadra. Matteo Minozzi chiude in quinta posizione

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: Scozia, il futuro non è più un’ipotesi

I Dark Blues chiudono al terzo posto un Torneo che può essere il trampolino di lancio per la RWC

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: la Francia ha fatto pace con se stessa

Un Sei Nazioni in ripresa per la nuova nazionale di Jacques Brunel, dopo le turbolenze a cavallo del nuovo anno