Sei Nazioni Under 20: Italia sconfitta. A Gorizia l’Inghilterra si impone 17-27

Dopo un buon primo tempo, è l’inizio della ripresa ad essere fatale per degli azzurrini vivaci

COMMENTI DEI LETTORI
  1. carpediem 2 Febbraio 2018, 21:00

    bene #3–7-8 a tratti 10, ottima la chiusa -male touches – mi sembra siano permessi i guantini di gomma-
    numero 9 da multare e cacciare dal torneo – il BD della 2° meta inglese- rubato- grida ancora vendetta .
    mai visti i #11-12-13-14 e dai anche il 15.
    chiamate Bortolami.
    saluti a tutti

  2. LiukMarc 2 Febbraio 2018, 21:02

    Azzurri che ci hanno provato fino alla fine, anche se si vede la mancanza di un vero gioco d’attacco, con tanti errori in zona rossa (specie in touche, anche se da li arrivano le due mete) e imprecisioni. Inglesi comunque che si sapevano di altra categoria, almeno un primo tempo giocato limitandoli parecchio, poi la differenza si è vista ma buona partenza tutto sommato.

  3. andreac 2 Febbraio 2018, 21:02

    è piacevole lasciare un commento su questa partita, sicuramente di un altro livello rispetto agli anni scorsi dove grandinava un sacco. Italia addirittura sprecona in alcune occasioni che avrebbero(forse) reso il divario ncora minore. Talento questi ragazzi ne hanno, continuiamo a coltivarlo nel migliore dei modi e i risultati arriveranno. Nonostante le 4 mete azzurri che offrono una efficace prestazione difensiva che mette tanti dubbi agli inglesi, tra i singoli manni e le due seconde linee veramente con un gran futuro. Forza azzurri meno frenesia nei momenti chiave ci potrebbe permettere di avere veramente belle soddisfazioni

  4. MuirMan 2 Febbraio 2018, 21:08

    Grande coraggio e grande impegno, difesa feroce negli spazi stretti. Merito di non aver mai mollato. Nel complesso prova più che dignitosa, ma rimangono i soliti problemi: errori gravi nei momenti cruciali (le touches sprecate in attacco gridano vendetta), gioco al piede che serve solo a restituire la palla all’avversario, manualità individuale molto inferiore a quella dell’avversario. Punteggio di grande “soddisfazione” se comparato con gli anni passati, ma il terreno pesante non ha certo aiutato la squadra più tecnica. Vedremo la settimana prossima.

  5. sanfrancesco 2 Febbraio 2018, 21:16

    scusate ma io ho visto il nostro pack dominante, a tratti devastante… contro l’inghilterra, non una qualsiasi
    a me non sembra poco…

    alla fine ci credevano, se c’era ancora un quarto d’ora la vincevamo

    • massimiliano 3 Febbraio 2018, 09:24

      Vincerla non credo, ma in effetti gli avanti hanno impressionato. Ero curioso di rivedere Rizzi ma non era questa l’occasionegiusta. Comunque il ragazzo ha mostrato pedata e sangue freddo

  6. xnebiax 2 Febbraio 2018, 21:20

    Prestazione degli avanti molto buona, tranne la rimessa che sbaglia spesso nei momenti cruciali.
    Tre quarti quasi ingiudicabili. Mediana che ha in Rizzi un’ottima apertura e un nove che non mi piace proprio (ma l’avevo già visto nelle partite del Calvisano).
    Alcune lacune degli italiani sono storiche:
    1) il recupero in area delle palle alte sono un disastro, nessuno sembra saper saltare per prendere la palla da calcio tattico avversario. Qui sarebbe un fondamentale da allenare per 3 settimane ogni giorno 8 ore.
    2) I passaggi.
    3) Ricomporre velocemente una linea di difesa densa dopo aver effettuato un calcio tattico dove gli avversari contrattaccano.
    Però pioveva anche a dirotto.
    Fischetti è forte, ma non può giocare ogni partita 80 minuti.

  7. Mr Ian 2 Febbraio 2018, 21:22

    Per quello che si è visto in campo possiamo dire un ottimo punteggio ed un passivo ridotto al minimo. Buona la difesa vicina ai raggruppamenti, meno in campo aperto, anche se gli inglesi hanno sfidato i ragazzi proprio nella guerra di trincea e si può dire che abbiano dominato. Maluccio la distribuzione del pallone, ma magari con questo tempo può essere normale, pessima la gestione Delle rimesse laterali .
    Si vede che il reparto degli avanti ha maggiore esperienza, oltre che dei singoli di assoluto valore…risultato incoraggiante in vista dei prossimi incontri

  8. Camoto 2 Febbraio 2018, 21:28

    Partita con troppi errori anche per giudicare l’ Inghiltetta che non ha per nulla impressionato, numero 15 a parte.
    Molto male in attacco, il nulla oltre i carrettini, sorpende che senza tutti gli errori in touche il bonus difensivo era più che alla portata.
    Bene la difesa, gli avanti e l’atteggiamento combattivo.

    • Camoto 2 Febbraio 2018, 21:55

      Azz
      . Non è voluto ma ora che rileggo Inghiltetta suona bene.

  9. Giovanni 2 Febbraio 2018, 21:35

    Partita condizionato dal maltempo, ma comunque piacevole e molto combattuta. Inglesi che cercano di imporre il proprio strapotere e di chiuderla già nella prima mezz’ora, ma trovano di fronte lo strenuo orgoglio degli azzurrini che in almeno tre circostanze ricacciano indietro gli ospiti quando la meta sembra ormai cosa fatta. In altre due circostanze invece ci mettiamo in difficoltà da soli e Rizzi e Biondelli ci mettono due provvidenziali pezze. Finalmente negli ultimi 10 minuti mettiano a posto le touche e costruiamo la maul che ci permette di violare il bunker della rosa. Secondo tempo con bianchi feroci ed i nostri che vanno in progressiva difficoltà sulla crescente pressione. Peccato per la terza meta che nasce a causa di una errata risalita difensiva dei nostri, in cui si incunea l’estremo ospite che ci castiga. Molto bella la quarta meta albionica, in cui emergono tutti gli skill tecnici superiori dei loro trequarti. Azzurrini che continuano a lottare con spirito encomiabile, anche se non sempre con lucidità (Bianchi che parte alla mano e si isola, invece di andare in touche, ne è un esempio) e vengono giustamente premiati dalla seconda meta, anche questa di maul. Note liete: la mischia chiusa, lo spirito guerriero e le prove interessanti di Mancini Parri, Manni e Canali. Biondelli in difficoltà nel ruolo di estremo. Da migliorare: touche, velocità e precisione nella trasmissione dell’ovale e linee di corsa dei trequarti troppo prevedibili. In attesa di rivederli all’opera tra una settimana, possiamo già ora dire che ‘sti ragazzi hanno gambe, cuore, testa ed orgoglio, ma traspare, dalle loro difficoltà in fase d’attacco, la mentalità di gioco da autoscontri, inculcata loro già in tenera età dai tecnici delle giovanili.

  10. insidecenter 2 Febbraio 2018, 21:44

    Bravissimi i giovani!! Avessero fatto un match così quelli della nazionale maggiore adesso ci sarebbero stati già 300 messaggi di complimenti e festeggiamenti vari!!

  11. Galeone 2 Febbraio 2018, 21:48

    Beh ,dai non male…..
    I problemi atavici del rugby italiano rimangono tutti, ben evidenziati da Xnebiax e anche da altri forumisti, pero’ rispetto agli scorsi anni è tutta un’altra cosa: sappiamo stare in campo, poi certo il livello tecnico diverso fa sempre la differenza alla lunga, ma almeno si ha l’impressione che stiano giocando lo stesso sport, cosa che invece non sembrava solo sino a due anni orsono, che sia merito di Abaud ???

    • Giovanni 2 Febbraio 2018, 21:53

      Secondo me farli giocare in Eccellenza, invece che tenerli rinchiusi nel recinto dorato delle accademie, fa loro bene. Se poi si collegassero finalmente ‘ste accademie, o meglio quel che ne resta, con le due franchigie sarebbe pure meglio.

      • andreac 2 Febbraio 2018, 22:01
      • Raugmar 2 Febbraio 2018, 22:07

        Esatto, è una partita questa dove si vede (erroracci i touches a parte, ma forse si può risolvere stando di più insieme) come in generale gli avanti siano piuttosto preparati anche contro avversari che non sono certo i primi che passano, i 3/4 decisamente meno (nonostante comunque ci siano profili interessanti), ma soprattutto si vede la differenza di livello del campionato a cui i ragazzi sono abituati, eccellenza/serie A vs Premiership ovviamente non regge il confronto e questo si riflette in maggiori capacità messe sul campo e mi sembra anche in una sicurezza in quello che si fa
        Fosse per noi forumisti le accademie collegate sarebbero attive da mo’, ma tantè…

      • massimiliano 3 Febbraio 2018, 09:29

        Parole d’oro!!!!

  12. lupobz 2 Febbraio 2018, 22:00

    Fare almeno 10 (!) Errori piu dei vicecampioni del mondo e perdere 17-27 mi sembra un buonissimo risultato…Ovviamente c’e molto da lavorare ma e’ un buon inizio

  13. QUEO MAGRO 2 Febbraio 2018, 23:24

    Ottima partita, notare come una squadra di eccellenza abbia tenuto testa ad un squadra di livello europeo.

  14. occhiaperti 2 Febbraio 2018, 23:56

    Comunque a parte tutto, dallo stadio è stato nominato Luccardi come marcatore

  15. tony 3 Febbraio 2018, 08:19

    Partiamo da un’analisi prettamente statistica ( che da sola dice poco), siamo passati da un 46 a 0 dell’anno scorso a un 27 a 17 di quest’anno, quindi è inconfutabile il miglioramento. Le due squadre partono da una base di atleti da cui attingere non paragonabile , io credo che non più di 7/8 nostri atleti potrebbero essere selezionati dagli inglesi. A me personalmente hanno impressionato Fischetti soprattutto in chiusa ma anche in altre competenze e Bianchi mostruso in difesa e vicino ai raggruppamenti, ma un po’ tutta la mischia anche se la nostra era meno chirurgica nei dettagli,inferiore come competenze, ma dotata di cuore e aggressività, e superiore in chiusa, non benissimo in touche . Da notare che a questa mischia sono venuti a mancare rispetto a 1 anno fa il Riccio e Licata . Mediana e Linea arretrata con minori qualità rispetto agli Inglesi , ma qui mancavano per infortunio i vari Crosato, Vaccari e D’Onofrio….. Rispetto a un paio d’anni fa è migliorata sensibilmente la nostra organizzazione di gioco, anche se continuiamo a essere un po’ carenti quando avanziamo al piede e non creiamo sufficiente pressione sul ricevitore, avendo avuto poco possesso e giocato in condizioni atmosferiche quasi proibitive è di difficile analisi l’attacco , anche se mi è parso che si sia giocato con linee di corsa poco efficaci, non alternando a seconda di come era disposta la difesa attacchi con linee più piatte o profonde , difficilmente creato dubbi agli avversari, e praticamente non abbiamo mai creato sovrannumero, io vado un po’ controcorrente e dico che le maggiori carenze , sono più che di tecnica individuale, nelle competenze e dettagli nell’esecuzione.

  16. ciupalla 3 Febbraio 2018, 08:51

    ero a gorizia e malgrado il tempaccio devo fare i complimenti al organizzazione…hanno reso il campo agibile in mattinata e hanno pubblicizzato molto bene l’evento ….tribuna piena malgrado la pioggia……..la partita e’ stata emozionante….tutti i ragazzi hanno dato il massimo commettendo anche errori molti dei quali dovuti alle condizioni atmosferiche…..ci sono stati errori tattici e di gestione..ma la foto emblematica di questa squadra e’ la prima meta dove tutta la squadra e’ andata a spingere per aiutare il compagno a segnare…….il gruppo c’e’…l’atteggiamento pure…..devono solo credere di piu nelle loro possibilita’ e alzare il livello……l’eccellenza e’ una cosa…il campo internazionale un altra!!!!

    • Lazzaro 3 Febbraio 2018, 09:30

      Ciupalla ho letto tutto fino qui. Qualcosa di psicologia infantile e adolescenziale la so pure io, quindi non commento gli aspetti tecnici ( quassù siamo in C2, capirai ) ma l’atteggiamento mentale ( posto che il miglioramento è evidente ). Riprendo dove si parla di credere nelle loro possibilità dicendoti che è evidente che qualcuno ci crede fin troppo, ed è da lì che nascono gli errori. Arrivare con più sangue freddo, senza fare i fenomeni a tutti i costi porterà i nostri ragazzi a battere Scozia e Francia. Irlanda non saprei, comunque in bilico. Poi rivolto allo staff…: se fai un cambio per infortuno al 79′.30” vuol dire che avevi previsto un turnover per la prossima partita. Altrimenti poche idee e ben confuse. I cambi si fanno prima e ragionati, altrimenti il ragazzo ti ci doveva mandare… 😉

      • Raugmar 3 Febbraio 2018, 11:03

        Penso fosse per concussion il cambio…

        • Lazzaro 3 Febbraio 2018, 12:02

          Sembrava uscito zoppicando, Bianchi ? Ma al di là di questo vuol dire che ci sarà rotazione perchè nelle giovanili o passa il concetto titolari/riserve ( bruttissimo, in virtù del maggiore o minore grado di maturazione e sviluppo, a volte ) oppure si fanno due gruppi che posso alternarsi… Deduco che avremo un discorso basato sulla prima ipotesi, altrimenti avrebbe potuto anche tatticamente fare alcune variazioni.

  17. Mr Ian 3 Febbraio 2018, 10:34

    Guardando le altre partite del torneo, quest’ anno mi sembra che il livello sia molto alto, a partire dalla Francia che era da parecchio tempo che non aveva un U20 così performante, merito di molto giocatori che stabilmente militano nel top14, uno su tutti la terza linea di Bordeaux Woki, o l apertura di Tolosa Ntamack. Bella anche la coppia dei centri.
    Vittoria comoda per il Galles, anche qua si sono messi in mostra diversi giocatori, Baldwin e Conbeer hanno giocato molto bene, e mi ha impressionato anche la mobilità dei loro piloni.
    L Italia quest’ anno può avere il miglior pack del torneo che potrà dar grattacapi a tutti e penso che contro la Scozia vista ieri la vittoria sia molto alla portata

  18. mamo 3 Febbraio 2018, 11:34

    A.A.A. Cercasi giovane italiano che porti un cognome che termini in Itoje

  19. fcimini 3 Febbraio 2018, 13:18

    Brutta partita sul piano tecnico, Il tempo era cosi brutto ché a guastato ogni tentativo di gioco de qualità. Il match e stato tutto di pick and go e calcio e corre. I passaggi finiti per terra c’e n’erano a bizzeffe. Era una partita di coraggio e di fitness. Su questo devo dire ché l’U20 non mi a dispiaciuto. Comunque se il tempo fosse stato diverso, forze pure gli ingelisni avrebbero giocato meglio e forse il risultato sarebbe stato ancora di più a loro favore.

  20. franzele 3 Febbraio 2018, 15:04

    Con un campo migliore ne avremmo prese di più, quindi risultato un po’ bugiardo. Secondo me.
    Alcuni dei nostri buoni, li avete già elencati, alcuni altri non saprei, avranno anche avuto una brutta giornata, ma per vedere un mediano di M così lento e scorretto dal punto di vista tecnico, dell’impostazione, del passaggio…. boh, avrà avuto una serata balorda.
    Quanto a Batista, forse era meglio se lo chiamavano Chuck Norris, imprinting diverso e magari gli veniva su un po’ più tosto. Rimbalzava sempre, benedetto fìo,

Lascia un commento

item-thumbnail

Video: il drammatico finale di Francia-Italia Under 20, a Bastia

Il drop a tempo rosso costato il successo agli azzurrini

item-thumbnail

Italia under 20, Brunello: “Prestazione positiva, ma perdere così brucia”

Il selezionatore della nazionale giovanile soddisfatto nonostante la sconfitta di Bastia: "Ottimi sull'approccio alla partita e nello scontro fisico"

item-thumbnail

L’Italia under 20 beffata allo scadere: un drop premia la Francia 25-24

A Bastia Azzurrini migliori in campo per 70 minuti, poi subiscono 17 punti nel finale ed escono sconfitti

item-thumbnail

Under 20: la diretta streaming di Francia-Italia

Si gioca a Bastia, kick-off alle 15

item-thumbnail

Italia Under 20: ecco la formazione che sfida la Francia Developpement

Azzurrini pronti al confronto con la selezione transalpina

item-thumbnail

Under 20: la Francia Developpement, che affronterà l’Italia sabato pomeriggio

I galletti per la sfida di Bastia, in diretta anche su OnRugby