Torna l’Eccellenza: dove eravamo rimasti?

Riprenderà con l’undicesima giornata il massimo campionato domestico italiano

ph. Luigi Mariani

Le Fiamme Oro battono Mogliano, in Veneto, per 33-6: è questa l’ultima fotografia del Campionato Italiano d’Eccellenza – era il 7 gennaio – prima della sosta relativa alla Continental Shield e al Trofeo Eccellenza. Nel fine settimana infatti si riprendono le ostilità con l’undicesima giornata della stagione regolare in programma.

Ma dove eravamo rimasti?

Il gruppo di testa: Calvisano, Rovigo e il Petrarca Padova
I lombardi capoclassifica a quota 44 punti, in queste tre settimane hanno dovuto affrontare la semifinale di Continental Shield contro i tedeschi dell’Heilderberger: un doppio confronto perso, che purtroppo ha visto i gialloneri cedere ai teutonici e terminare l’avventura europea.
Dal canto loro invece le compagini venete, precedentemente eliminate dalla terza competizione continentale, hanno approfittato di questo stop per rimettersi in ordine. A Rovigo, in particolare, si è risolta la querelle societaria che si trascinava da tempo: Francesco Zambelli, dopo un lungo tira e molla, si è dimesso ed al suo posto si è insediato per il momento Nicola Azzi.

In tre per un posto: caccia al biglietto che vale i playoff
Fiamme Oro, San Donà e Viadana. La compagine capitolina è a quota 32, mentre le altre formazioni si distanziano l’una dall’altra rispettivamente di tre punti. Il prossimo però, almeno sulla carta, potrebbe essere un turno che compatti ancora di più la situazione. Il team della Polizia infatti riceverà Rovigo, i veneti dopo la sconfitta contro Mogliano nel Trofeo Eccellenza faranno visita ai Medicei ed infine la squadra di Frati andrà a cercare di fare bottino pieno sul campo della Lazio penultima in classifica.

Medicei nella terra di nessuno, poi le cenerentole
Nè troppo in alto per agganciarsi al treno playoff nè troppo in basso per rimanere nel gruppo delle formazioni più in difficoltà, in questa Eccellenza 2017/2018: è lo stato dell’arte per i Medicei. I toscani, che sono al loro primo anno in categoria, hanno dimostrato di essere superiori a Lazio (come testimonia anche il 17-49 dell’ultimo turno del Trofeo Eccellenza), Reggio Emilia e Mogliano ma non sembrano possedere ancora quella caratura necessaria ad insidiare le formazioni più blasonate del nostro campionato.
In coda –  come detto –  vi sono gli emiliani, i biancocelesti stessi e quel Mogliano che è riuscito a cogliere finalmente la prime due vittorie stagionali nel Trofeo Eccellenza, contro Reggio Emilia (38-35) e nel derby su San Donà (24-27, in trasferta).

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Top 12: da San Donà dubbi sulla partecipazione al massimo campionato

Il presidente Marusso: "Se la domanda è quale campionato giocherà la prima squadra, con la massima serenità rispondo che al momento non lo sappiamo"...

13 Luglio 2020 News
item-thumbnail

Il Petrarca ammaina un’altra bandiera: Alberto Saccardo saluta Padova

La prossima stagione giocherà tra le fila della Rangers Rugby Vicenza

12 Luglio 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12, Mogliano pesca dai vicini: ecco Derbyshire e Ceccato

Due firme d'esperienza per i biancoblu, entrambe provenienti dal San Donà

11 Luglio 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Mogliano Rugby ingaggia un nazionale uruguagio

Franco Lamanna giocherà con i veneti nel prossimo Top12. Due mondiali coi Los Teros alle spalle, è un placcatore spietato

10 Luglio 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Umberto Casellato: “Rovigo vuole vincere tutto nella prossima stagione”

L'allenatore dei rossoblù si dimostra estremamente fiducioso delle possibilità della squadra. Tanti giovani in rampa di lancio e pronti a fare la diff...

10 Luglio 2020 Campionati Italiani / TOP12