I migliori allenatori di rugby del 2016

Vincenti e con un preciso percorso in testa. Ecco chi si è distinto dalla panchina negli ultimi 12 mesi

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Mr Ian 29 Dicembre 2016, 09:31

    In questa speciale classifica a mio avviso ne mancano tre, Ackermann, Joseph e Foley, lui non c’è più ma i frutti del lavoro li stanno ancora raccogliendo…i primi due invece hanno mostrato continuità nel loro progetto, dimostrando di non essere solamente fuochi di paglia.

    • western-province 29 Dicembre 2016, 09:58

      non riesco a capire Joseph quest’anno ma fa niente, secondo me uno dei migliori allenatori in giro comunque

      • Mr Ian 29 Dicembre 2016, 10:27

        I primi due a differenza di Lam sono riusciti a confermarsi anche nella stagione successiva all exploit, cosa che al momento non sta succedendo a Lam, anche se in CC ha ottime possibilità di qualificarsi. Inoltre Joseph con il Giappone ha subito mostrato segnali incoraggianti.
        Rimanendo in Europa il mio podio va a Baxter, Godignon di Brive ed in parte Collazo de La Rochelle..giovani ed emergenti che lasciamo un impronta nelle proprie squadre

    • LiukMarc 29 Dicembre 2016, 10:03

      A mio modestissimo parere, i Lions (di Johannesburg, vedremo quelli delle home unions a giugno prossimo) sono il club rivelazione del 2016. Io personalmente a inizio SR non gli avrei dato un soldo bucato, invece eccoli capaci di raggiungere la finale (poi vabbè, dall’altra parte c’era BB in splendida forma), giocando come nessuno – probabilmente nemmeno gli stessi Saf – si aspettavano.
      Menzione per Ackermann (oltre che per il compianto Foley) più che giustificata.

    • pesopiuma 29 Dicembre 2016, 12:02

      Secondo me chi manca davvero è Joe Schmidt…

  2. Katmandu 29 Dicembre 2016, 10:44

    A mio modesto parere bisognerebbe fare due categorie
    Miglior allenatore e miglior squadra rivelazione
    Nella categoria miglior allenatore metterei chi ha impressionato avendo già un cv vincente alle spalle
    Quindi Jones Hansen Ryan Mc Call ed il duo Labit Traves
    Nella categoria squadra rivelazione metterei le squadre che seppur ben allenate nessuno dava per così in forma
    Quindi Lam Ackerman O’shea e Kefu
    Nella prima categoria mi spiace per gli altri ma siccome Fiji non ha vinto nessun premio da WR io il mio personale premio lo do a Ryan altrimenti era Jones
    Nel secondo il ballottaggio é tra Lam e Ackerman, quindi Lam
    @ Ian vero che la stagione l’ha impostata Foley ma la stagione conclusa e come avevano iniziato non mi faceva ben sperare, la sua prematura dipartita ha fatto scattare quel qualcosa dentro ai munster man e agli irlandesi in genere che non ha eguali

  3. malpensante 29 Dicembre 2016, 11:35

    Leo Cullen: situazione politicamente e strutturalmente meno complicata (un po’ tanto meno) che per Axel ma le macerie di O’Connor da sgombrare e l’abbandono di quel po’ po’ di giocatori. Barra del timone ben salda, understatement, pazienza, visione, ottimo staff e ottima collaborazione. E così quelli là si ritrovano una profondità di rosa che gli altri devono cercarsi al mercato (ma se hanno tanti ma tanti soldi e se non pescano bischeri), campioncini in campo e in arrivo, otto-dieci anni di prospettiva e una solida e rinnovata identità di squadra (dopo la poltiglia incommestibile dell’australiano). Con il bonus di Lancaster, che è un bravissimo tecnico e una persona di grande qualità ma che comunque per fargli da secondo una qualche buona ragione nella persona e nel tecnico l’avrà pur trovata. Chapeau.

    • malpensante 29 Dicembre 2016, 11:47

      Ah, quest’anno c’è anche uno che ha battuto i Bokke a casa loro, Skips e AB.

  4. berton gianni 29 Dicembre 2016, 11:57

    Tutti quanti vi siete scordati di un altro grande coach, nettamente il migliore nella sua categoria.
    L’allenatore degli arbitri : Mauro !!…

  5. Rabbidaniel 29 Dicembre 2016, 13:08

    Io sto con malpensante, Joe Schmidt ci stava tutto.

  6. western-province 29 Dicembre 2016, 15:44

    o’shea messo lì proprio a caso

    • Leozama 29 Dicembre 2016, 18:35

      Concordo. Piuttosto do una nota di merito a Kieran Crowley che ha trasformato una squadra lenta, disordinata e senza gioco in una squadra tutto sommato rapida, abbastanza organizzata e con una vaga idea di gioco.

      • cammy 29 Dicembre 2016, 22:45

        Prima di parlare bene di crowley, vorrei vedere una volta la benetton aprire il gioco verso gli esterni senza essere piatta e fare il solito passamano sterile..

        • Leozama 30 Dicembre 2016, 11:57

          Non so se hai presente le partite del Benetton dell’anno scorso, ma a me sembra che qualcosina sia cambiato; certo, c’è sempre da migliorare, ma a me sembra che qualche passettino avanti Treviso l’abbia fatto.

  7. fabiogenova 29 Dicembre 2016, 19:24

    Visto che si può, io metto i miei.
    Io ne metto uno che si conosce poco e che WR non sa neanche chi è: LISANDRO VILLAGRA, allenatore-giocatore del Recco. Non l’ho mai conosciuto personalmente, ma uno che ti porta una squadra come Recco per l’ennesima volta anche alla finale di serie A (dopo averla portata già contro Piacenza) anche con un nuovo ciclo, merita una standing ovation.
    Poi avrei messo anche Regan Sue, Eugenio Eugenio e va bene, a sto punto metteteci anche Ackerman e Eddie Jones. 🙂

Lascia un commento

item-thumbnail

Video – La castagna di Jordie Barrett

Contro i Chiefs, un missile da 58 metri si è spento fra i pali, mettendo 3 punti fondamentali per i suoi prima dell'intervallo

6 Luglio 2020 Foto e video
item-thumbnail

Italrugby: il quiz sugli Azzurri di Franco Smith

I 28 convocati da Franco Smith, e non solo loro, sono i protagonisti delle 14 domande sulla Nazionale rugby

6 Luglio 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Francesca Sgorbini vola a Clermont. Giocherà con l’ASM Romagnat

La giovane azzurra, piuttosto ricercata su mercato transalpino, inizierà la sua avventura in terra di Francia

item-thumbnail

Il ‘prodigioso’ salvataggio di Mo’unga contro gli Highlanders

L'apertura dei Crusaders ha messo a segno un placcaggio in extremis decisivo, attorno alla metà della ripresa

5 Luglio 2020 Foto e video
item-thumbnail

Ralepelle: “Il sistema ha fallito con i giocatori di colore, in Sudafrica”

L'ex Springboks, recentemente squalificato per doping, si è espresso su un tema delicato, sulle colonne di Rapport

5 Luglio 2020 Emisfero Sud
item-thumbnail

Video: OnRugby Relive, la larga vittoria delle Zebre a Newport – Pro14 ’19/’20

Rivivi il brillante successo dei Multicolor contro i Dragons

5 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby