Il rugby che evolve: a dicembre il primo Tri Nations del Magreb?

Vi parteciperanno Marocco, Tunisia e Algeria. Attesa l’ufficialità di World Rugby

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Hrothepert 18 Ottobre 2016, 11:07

    Ecco fatto!!!
    Ora salterà fuori qualcuno che li vorra far entrare nel 6Ns al posto nostro!!!! 😀

    • kinky 18 Ottobre 2016, 11:55

      la Boldrini….

    • Intenditore 18 Ottobre 2016, 12:09

      O magari saremo noi a chiedere l’ingresso trasformandolo nel Mediterranean Four Nation…..

  2. Hrothepert 18 Ottobre 2016, 11:09

    “vorrà”, con l’ accento sulla….A!!!!!

  3. frank 18 Ottobre 2016, 11:29

    Scusate ma Delipe che fine ha fatto?

    Comunque sui Magrebini aspetto il commento di San

  4. zappinbo 18 Ottobre 2016, 11:40
  5. fracassosandona 18 Ottobre 2016, 12:18

    io ho ricordi del Marocco in coppa FIRA negli anni ’80 e conseguenti partite contro di noi…

    • Hrothepert 18 Ottobre 2016, 12:44

      Io no, fin dopo la metà degli anni ’80 stavo in Scozia e seguivo il 5Ns (THIE’!!)!!!

    • fabrio13H 18 Ottobre 2016, 15:18

      ..e il bello è che un paio di volte ci hanno anche legnato, di almeno delle due disfatte ricordo di aver letto la “tragica” cronaca su una Gazzetta degli anni ’70 (forse circa alla metà del decennio). Con la Tunisia mi par di aver letto nelle statistiche di qualche vittoria, forse neanche netta e risalente ad epoche ancor più remote. Poi, in momenti in cui il rugby azzurro era già in odore di progresso e mamma RAI trasmetteva ancora qualche spezzone di eventi in mercoledì sport notturni, feci le ore piccole per vedere un po’ di ItaliaA o underequalcosa contro Tunisia maggiore. I nostri segnarono parecchie mete, forse 7 od 8, mentre la Tunisia una sola che però è quella che mi è rimasta impressa: nella metà campo tunisina con l’Italia in attacco vi fu una palla vagante a terra e un tunisino la calciò lunga e storta, mentre un italiano stava per tuffarvisi sopra arrivò un altro tunisino che la calciò nuovamente lunga e storta e così per un altro paio di volte fino a un calcio che mandò la palla nella nostra area di metà e arrivò prima un tunisino schiacciandola.
      Comunque mi sembrano Nazionali che rispetto a noi hanno fatto un po’ come noi con le più forti: la differenza si è accentuata. Adesso, dopo i Bokkies in relativa crisi, pare che in Africa la seconda sia il Kenya (anche se con la Namibia sarebbe tutta da vedere) che ai tempi aveva si e no una Nazionale!

      • fabrio13H 18 Ottobre 2016, 15:21

        Trovo comunque positiva la nascita, se vi sarà veramente, di questo nuovo torneo. La partita con la Tunisia di cui ho scritto dovrebbe risalire agli anni ’80 o ai primi ’90.

      • Intenditore 18 Ottobre 2016, 15:37

        Anche Il Madagascar sta crescendo parecchio

      • giomarch 18 Ottobre 2016, 20:56

        La Tunisia è stata anche recentemente campione d’Africa..
        Si allenano al campo di el menzah a circa 3km da casa mia..
        Il rugby qui non è molto diffuso ma generalmente ogni governatorato tunisino ha la sua selezione..
        I campioni tunisini in carica sono del Nabeul forse la squadra con più tradizione,ho collaborato con loro fino a quando non mi sono dovuto trasferire da Hammamet a Tunisi per lavoro..
        Che dire..
        Tecnicamente il rugby tunisino si appoggia molto a volenterosi appassionati, il movimento assomiglia anche tecnicamente ad una serie c italiana..
        spesso immigrati,specie i francesi, si adoperano per la diffusione di questo sport e si rendono disponibili ad integrare gli staff locali.

        • malpensante 19 Ottobre 2016, 00:04

          Penso fosse l’80, ero a Tunisi qualche mese per lavoro, andavo la sera a giocare con la loro squadra dell’esercito, credo fossero campioni nazionali o roba così. Il campo era in un complesso militare dopo l’Università, io ero all’Hilton che adesso credo sia Sheraton. Spesso ci andavo a piedi, altri tempi. Quasi tutti diplomati o laureati in Francia, il livello di istruzione in Tunisia a quel tempo era sbalorditivo.

          • giomarch 19 Ottobre 2016, 07:36

            Bravissimo mal
            Io abito di fronte al ministero degli affari esteri a 50metri dal tuo albergo.
            Il campo e’lo stesso .. solo che ora è sterrato..
            Il livello di istruzione ora invece è di livello solo per chi può permetterselo. La scuola pubblica dopo la caduta dell’ex dittatore..lasciamo perdere..pensa che lo scorso anno dopo 4mesi di sciopero ad oltranza del personale docente la soluzione adottata dal ministero dell’istruzione è stata quella di promuovere in blocco ogni studente, di qualsiasi classe o età..
            Gli sport ad eccezione di calcio e pallamano non sono ne promossi ne seguiti al punto che atleti paraolimpici hanno dovuto pagarsi anche l’aereo per Rio..
            Della Nazione pre-rivoluzione non è rimasto nulla.

        • San Isidro 19 Ottobre 2016, 03:04

          belle storie…

  6. Team Racing 18 Ottobre 2016, 13:56

    In Francia giocano alcuni (pochi) magrebini. I più conosciuti sono Guitoune (ST), R. Slimani (SF), A. Boutati e Hamadache (Pau), Boughanmi (RCT), El Ansari (Massy) ma e nelle giovanili che si stanno moltiplicando. Specie in prima linea.

    • western-province 18 Ottobre 2016, 14:41

      si ma gli unici 2 che conosco giocano per la nazionale francese e sono francesi di origine magrebina o magrebini trasferitisi in francia in gioventù

  7. giobart 18 Ottobre 2016, 14:51
  8. Danthegun 18 Ottobre 2016, 15:01

    Non conosco il livello di queste nazioni che sarà sicuramente bassino ma un campionato meditterraneo con la stessa formula del mondiale sarebbe molto interessante.

    • San Isidro 19 Ottobre 2016, 03:06

      concordo, magari potremmo parteciparvi anche noi con l’Italia Emergenti…

  9. DaniS 18 Ottobre 2016, 15:10

    Prima o poi arrivera’ il momento di dover dire addio al sei nazioni per come lo conosciamo. La sua natura “chiusa” cozza con un rugby che vuole evolvere ed espandersi.

    Certo, sara’ dura rinunciare al fascino di alcune sfide ma é giusto che anche altri paesi possano accedere ad un torneo di primo livello, se questi lo meritano.

    • Jager 18 Ottobre 2016, 20:39

      Scusami perché ? Le due cose ( crescita dei paesi emergenti e esistenza del 6N ) sono tranquillamente compatibili . Penso invece che le nazioni per così dire emergenti ( e non mi riferisco a quelle citate in questo articolo ….) debbano cercare da sole la “loro” strada .

  10. fabrio13H 18 Ottobre 2016, 15:31

    Concordo che il rugby si deve via via, aprire di più, cosa comunque in atto da tempo. Mi piacerebbe che si arrivasse un giorno a un Campionato Europeo aperto. Sappiamo che vi sono anche molte ragioni, in primis economiche e di densità dei calendari, che non favoriscono questi sviluppi. Altre ragioni economiche possono essere a favore, almeno a medio-lungo termine, e penso all’allargamento geografico del rugby professionistico.
    Se il futuro procederà verso l’allargamento saranno poi i “club privati” che organizzano alcuni tornei come 6N e, penso, anche Championship 3N, a dover decidere se andare avanti in parallelo oppure no.

  11. carpediem 18 Ottobre 2016, 16:06

    per vicinanza geografica e vivendo nella città più multiculturale d’Italia, una cosa che non mi raccapezzo e che la Serbia non si sia mai cimentata seriamente nel rugby, perchè se così fosse , visto i risulatati negli sport di squadra, sarebbero c….i amari per tutti 😀

    • malpensante 18 Ottobre 2016, 17:42

      Come Yugoslavia giocavano la coppa FIRA, con non grande costrutto, due o tre comunque mi pare di ricordarli in Francia. Come riproduttori di mandoloni extralarge, in effetti, sono geneticamente molto ben predisposti.

      • carpediem 18 Ottobre 2016, 18:18

        Ancora come Federativa, abbiamo fatto una partita con i pompieri di Zagabria.
        mi fanno ancora male le ossa……

        • fracassosandona 18 Ottobre 2016, 18:32

          ciao triestìn…
          ti segnalo il Regional Rugby Championship
          http://rrcrugby.com/ (ex jugoslavia, ma ogni anno cambia qualcosa) e il mitico RAGBI KLUB NADA SPLIT, società amica dei biancocelesti sandonatesi…
          http://www.nada-rugby.hr/nadanew/
          che da anni domina il campionato croato…

          majstorovic e kudin li abbiamo fatti nostri perché sono cresciuti qui, ma sono nati di là tutti e due…

    • San Isidro 19 Ottobre 2016, 03:11

      @carpediem, nei Paesi balcanici si è diffusa molto la pallanuoto anzichè il rugby, comunque si, se i serbi fossero capaci anche con l’ovale con i fisici che hanno sarebbe dura per tutti…
      @fracasso, grazie del sito…

    • narodnik 19 Ottobre 2016, 07:29

      se si pensa ai giocatori della ex yugoslavia riuniti oggi,basket,calcio,pallamano pallanuoto pallavolo..

  12. San Isidro 19 Ottobre 2016, 02:58

    Gran figata!
    Non vedo l’ora cominci, a me questo rugby underground piace troppo, avere il tempo di seguire tutto però…
    In ogni caso nel panorama africano la Tunisia aveva già la sua nomea, un tempo si giocava la prima divisione dell’Africa Cup a cui partecipavano pure gli Springboks u.23, ricordo che anni fa fu allenata dalla buona coppia di sudafricani Danie De Villiers e Jaco Stoumann che poi vennero alla Rugby Roma il primo anno di Eccellenza prima di passare nella Liga rumena…
    “il passo successivo sarà espandersi tra Senegal, Costa d’Avorio, Camerun”, ottimo…

Lascia un commento

item-thumbnail

Marco Zanon verso le Summer Series: “Un privilegio giocare con l’Italia. Esperienza in Top 14 decisiva”

Terminata la stagione col Benetton e il primo raduno con la Nazionale, il centro guarda alle sfide con Samoa, Tonga e Giappone

item-thumbnail

Summer Series: i convocati della Francia per il tour sudamericano

Selezione decisa da coach Galthié ancor più larga e ricca di novità rispetto alla precedente

item-thumbnail

Test Match: i Barbarians battono le Fiji 45-32

A Twickenham la selezioni a inviti segna sette mete contro le quattro degli isolani

item-thumbnail

Test Match: a Twickenham il Sudafrica supera il Galles 41-13

Cinque mete per i campioni del mondo in carica che travolgono i dragoni nel secondo tempo

item-thumbnail

L’Inghilterra maltratta il Giappone di Eddie Jones

Gli uomini di Borthwick segnano otto mete e si impongono con un netto 17-52

item-thumbnail

Galles: un giocatore lascia il ritiro volontariamente e Warren Gatland finisce al centro delle polemiche

Il tallonatore Sam Parry è andato via dal camp di allenamento perchè si è sentito non rispettato