Pro12: Zebre per provare a vincere a Limerick, Treviso per il bis contro gli Scarlets

I bianconeri cercheranno di sfatare il tabù Munster, i Leoni chiamati alla continuità. Doppia diretta streaming dalle 18

zebre rugby canna pro12

ph. Luca Sighinolfi

LIMERICK – In uno stadio dove non hanno mai vinto, dove nessuno, in Guinness Pro12, ha mai vinto nel 2016, contro un avversario che, dopo una stagione di alti e bassi, sembra aver imboccato la strada del ritorno tra le ‘superpotenze’ celtiche.

 

Le Zebre di coach Guidi, oggi pomeriggio, scendono in campo al Thomond Park di Limerick (kick off fissato per le 5pm locali, le 18 in Italia) e dovranno vedersela non solo contro l’avversario, Munster, che ha deciso di schierare tutti i suoi pezzi pregiati, ma anche, come detto, con qualche statistica che, a leggerla da vicino, spaventa anche un po’.
L’ultima volta che le due squadre si sono incontrate, il 25 marzo di quest’anno, la Red Arny si è imposta per 47-0 e negli ultimi sei incontri, solo due volte – nel settembre 2013, quando i bianconeri giocarono un primo tempo maiuscolo prima del risveglio del gruppo guidato, allora, dal neozelandese Penney, e nel gennaio scorso, quando il XV del Nord-Ovest riuscì a chiudere la gara con solo quattro punti di scarto. In entrambe le occasioni, si giocava a Parma; nelle ultime tre visite nella Province – una all’Irish Independent Park di Cork, le ultime due a Limerick – le Zebre hanno messo a segno solo 13 punti, subendone 114, frutto di diciassette mete (contando solo le tre sfide giocate nella “Fortress Thomond”, il computo delle mete dice sedici a una, quella di Samuela Vunisa nel settembre 2014).
I bianconeri, oltretutto, hanno vinto in trasferta in Guinness Pro12 contro Treviso il 3 gennaio per l’ultima volta, poi solo delusioni lontano dal “Lanfranchi” – e nelle ultime tre sfide in Irlanda, senza mettere a referto nemmeno un punto.
La stagione in corso, iniziata con il pesante rovescio di Swansea, ha visto però le Zebre riprendersi bene, con la bella prova di Newport, prima mettendo alle corde Connacht finchè il tempo ha permesso lo svolgimento del match, poi sospeso, ripetendosi in alcuni tratti anche contro i Cardiff Blues, una delle migliori squadre di questo primo scorcio di annata, che ha dovuto sudare per tornare da Parma con una vittoria.
Prima di partire alla volta di Limerick, Geldenhuys e compagni hanno effettuato l’allenamento di rifinitura con l’Accademia Nazionale Ivan Francescato della FIR – che preparava l’esordio stagionale in Serie A di domani a Recco.
Cinque cambi in tutto nella formazione, dove si rivedono Koegelenberg – unico a partire titolare, Joshua Furno, Festuccia, Roan e Greef.

 

Munster ha perso solo una delle ultime sei gare, contro i Cardiff Blues a Cork nella seconda giornata della stagione in corso, mentre al Thomond Park l’ultima sconfitta – seppur bruciante, nel derby contro Leinster – risale al 27 dicembre 2015.
Il DoR della Red Army, Rassie Erasmus, ha scelto di schierare la miglior formazione possibile, con Tommy O’Donnell, lo Springbok Jaco Taute e Simon Zebo, che sembra avere un conto aperto con la franchigia con sede a Parma.
Lo utility back irlandese, infatti, ha messo a segno ben otto mete nelle ultime sei gare giocate tra le due squadre, con un hat-trick (nel settembre 2014) e due doppiette (febbraio 2014 e marzo 2016).
Si rivede, tra i sostituti, anche Peter O’Mahony, finalmente recuperato dal lungo infortunio rimediato nella RWC2015 contro la Francia che lo ha costretto per mesi lontano dai campi. Nei trequarti, Zebo entra estremo, con Ian Keatley che si accomoda in panchina per fare ancora spazio in mediana alla coppia formata da Conor Murray e Tyler Bleyendaal, che ha finora fatto bene quando chiamato in causa.
C’è anche una buona notizia, per Munster, in chiave-mercato, con la firma (contratto ‘development’ temporaneo di tre mesi) di Steve Crosbie, ex giocatore dell’Academy di Leinster. Crosbie, apertura che vanta due presenze coi Dubliners in Pro12 e ha vestito la maglia dell’Irlanda under-20 nel 6 Nations e mondiale di categoria nel 2013, inizierà la sua avventura con Munster in ottobre.

A Limerick sono previsti 13°C di massima, cielo sereno e vento a 15kmh. Direttore di gara sarà il gallese Dan Jones che alla sua prima assoluta in Guinness Pro12 diventa l’arbitro numero 107 ad aver diretto un incontro della competizione celtica.

 

 

Due ore più tardi a Monigo con calcio d’inizio alle ore 20 la Benetton riceve gli Scarlets in quel di Monigo. Obiettivo bissare il successo della scorsa settimana contro Newport, ma contro Liam Williams e compagni non sarà certo una passeggiata. I gallesi si presentano nella Marca a ranghi pressoché completi, con la mediana Davies-Patchell, Scott Williams a primo centro e la prima linea Jones-Owens-Lee. I Leoni tornano alla coppia di centri Sgarbi-Benvenuti, Bronzini va a numero nove e in terza c’è Steyn dal primo minuto.

 

Entrambe le partite (così come le altre due previste in giornata ovvero Cardiff-Leinster e Ulster-Ospreys) saranno trasmesse in diretta streaming. A questo LINK i dettagli della programmazione.

 

 

 

Munster: Simon Zebo; Darren Sweetnam, Keith Earls, Jaco Taute, Alex Wootton; Tyler Bleyendaal, Conor Murray; Dave Kilcoyne, Duncan Casey, Stephen Archer; Donnacha Ryan, Darren O’Shea; Billy Holland – capt., Tommy O’Donnell, CJ Stander.
A disposizione: Niall Scannell, James Cronin, John Ryan, Peter O’Mahony, Conor Oliver, Duncan Williams, Ian Keatley, Cian Bohane.

Zebre Rugby: Edoardo Padovani, Gabriele Di Giulio, Giulio Bisegni, Tommaso Castello, Giovanbattista Venditti, Carlo Canna, Guglielmo Palazzani, Federico Ruzza, Johan Meyer, Jacopo Sarto, Gideon Koegelenberg, Quintin Geldenhuys (c), Dario Chistolini, Tommaso D’Apice, Andrea Lovotti
A disposizione: Carlo Festuccia, Bruno Postiglioni, Guillermo Roan, Joshua Furno, Derick Minnie, Carlo Engelbrecht, Tommaso Boni, Lloyd Greeff

 

Benetton Treviso: 15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi ( C ), 11 Luke McLean, 10 Tommaso Allan, 9 Giorgio Bronzini, 8 Abraham Steyn, 7 Dean Budd, 6 Francesco Minto, 5 Filo Paulo, 4 Marco Fuser, 3 Simone Ferrari, 2 Ornel Gega, 1 Alberto De Marchi.
A disposizione: 16 Luca Bigi, 17 Matteo Zanusso, 18 Cherif Traore, 19 Filippo Gerosa, 20 Marco Lazzaroni, 21 Tito Tebaldi, 22 Ian McKinley, 23 Andrea Buondonno

 

Scarlets: 15 Liam Williams, 14 DTH van der Merwe, 13 Hadleigh Parkes, 12 Scott Williams, 11 Steff Evans, 10 Rhys Patchell, 9 Gareth Davies, 1 Wyn Jones, 2 Ken Owens [c], 3 Samson Lee, 4 Lewis Rawlins, 5 David Bulbring, 6 Aaron Shingler, 7 James Davies, 8 John Barclay
A disposizione: Ryan Elias, Luke Garrett, Werner Kruger, Rynier Bernardo, Morgan Allen, Aled Davies, Aled Thomas, Steff Hughes

 

di Matteo Mangiarotti

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Le Zebre e Giovanbattista Venditti si separano

L'ala abruzzese e la società ducale hanno raggiunto un accordo per la rescissione consensuale del contratto

12 Dicembre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Challenge Cup: le Zebre Rugby possono passare il turno?

Ai ducali, secondi al giro di boa del raggruppamento, stando allo storico delle ultime stagioni, servirebbe un'impresa per accedere ai quarti di final...

11 Dicembre 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Milano Rugby Week 2020: Zebre-Munster e Italia-Scozia. Il programma del fine settimana

Le partite si giocheranno nella cornice dello stadio Mari di Legnano

10 Dicembre 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Challenge Cup: gli highlights di Zebre-Brive

Le quattro mete segnate dai ducali nel primo tempo, e le tre dei francesi che per poco non portavano alla rimonta degli ospiti

8 Dicembre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Dopo Zebre-Brive: le parole di Michael Bradley e Giulio Bisegni

Focus sulla brutta parte finale di partita, ma anche soddisfazione per la seconda vittoria consecutiva in casa ducale

8 Dicembre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Challenge Cup: le Zebre vincono ancora, battuto il Brive 27-24

I ducali dominano per oltre un'ora di gioco, ma rischiano di essere rimontati nel finale. Ma al termine arrivano i cinque punti

7 Dicembre 2019 Pro 14 / Zebre Rugby