Mondiali 2023: nodo impianti per la candidatura italiana

Il no alle Olimpiadi potrebbe avere ripercussioni anche per la RWC. Gavazzi: a breve la risposta del Governo

gavazzi

ph. Sebastiano Pessina

A margine della presentazione del campionato Eccellenza 2016/17, il Presidente Alfredo Gavazzi ha parlato con LaPresse a proposito dei Mondiali 2023. “Il rifiuto delle Olimpiadi di Roma 2024 potrebbe coinvolgere i Mondiali. Ad ore stiamo aspettando una risposta dal Governo”, ha dichiarato il numero uno FIR dopo che nelle scorse ore si era letto di un possibile no da parte dello stesso Governo. Il problema principale è quello della ristrutturazione degli stadi designati, i cui lavori sarebbero stati inseriti nel contesto dei Giochi Estivi 2024: “Noi avevamo fatto una programmazione con il Coni scegliendo gli stessi stadi che aveva scelto per le Olimpiadi meno uno – ha spiegato – perché il Coni aveva scelto Verona e noi avevamo scelto Padova, che è una culla del nostro sport”. Una risposta definitiva, ha concluso Gavazzi, è attesa a breve.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

La FIR ha stanziato 421.000 euro per l’attività promozionale giovanile

I fondi saranno ripartiti in tutto il Paese, con particolare attenzione al Sud Italia

16 Ottobre 2021 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Il nuovo protocollo aggiornato: indicazioni su green pass e tamponi

Green pass non necessario per accedere agli spogliatoi, mentre servirà per le palestre. A partire dalla zona gialla, servirà comunque il tampone per a...

7 Settembre 2021 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

CDFP: tutti i nomi degli atleti, tra Milano, Treviso, Prato e Roma

Più di cento i giovani ragazzi coinvolti

7 Settembre 2021 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Accademia Nazionale di Parma: i nomi di staff ed atleti

Si sposta ufficialmente a Parma, e non parteciperà alla prossima Serie A

7 Settembre 2021 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Fir: Ecco i “Permit players” e i “Draft players”, e ritorna la Nazionale “A”

La Federazione fa un passo importante verso la revisione dell'alto livello

4 Settembre 2021 Rugby Azzurro / Vita federale