Futuri Azzurri: Polledri e il dilemma Italia-Inghilterra

Il giovane flanker, già in campo con l’Under 20, ha doppia eleggibilità. E se chiamasse la Emergenti…

COMMENTI DEI LETTORI
  1. fracassosandona 27 Ottobre 2015, 16:25

    “non vorrei fare la fine di Cedaro”

    • Giovanni 27 Ottobre 2015, 16:29

      Stavo pensando la stessa cosa…come al solito, i furbetti fanno fesso l’uovo oggi ma si perdono 10 galline domani…

    • LiukMarc 27 Ottobre 2015, 16:30

      Che io spero vivamente portino al 6N. Ha giocato per due stagioni alla grande a La Rochelle, non vedo perchè continuare ad ignorarlo. Posto che io, considerando la rifondazione che aspetta l’Italia, qualche esperimento e “chiamata nuova” inizierei a farla già dal 6N e non aspettando il Tour di Giugno

      • xnebiax 27 Ottobre 2015, 19:29

        Gavazzi ha detto a Brunel no esperimenti e Brunel obbedisce.
        Non chiamare Cedaro è da idioti. Punto.

        • kinky 27 Ottobre 2015, 23:41

          Si ma non fare esperimenti non significa chiamare espressamente solo i ‘vecchi’: per esempio senza Rizzo e Aguero è abbastanza scontata la chiamata di Zanusso, se ritengono Budd o Steyn meritevoli di chiamata li chiamano, se Padovani giocasse più di Canna chiamerebbero lui come seconda apertura. Insomma qualche novità sicuramente la vedremo. Certo non saranno chiamati quei giocatori non ancora da nazionale ma che dopo un mondiale a volte vengono forzati e convocati. Per esempio a Giugno a mio avviso sarà convocato Mbandà.

  2. LiukMarc 27 Ottobre 2015, 16:27

    Naturalmente il ragazzo (e il giocatore) ha tutto il diritto di fare la propria scelta, tanto più che lui è inglese, di padre inglese e gioca in Inghilterra. Certo perdere Polledri sarebbe un peccato, il ragazzo non mi dispiaceva, ma è una sua decisione (lui faceva parte dei 110 del Presidente? No, che magari diventan 109…)

  3. frank 27 Ottobre 2015, 16:33

    Vedrai che se lo convocano per la prima dem 6N accetta.

  4. vecchio cuore neroverde 27 Ottobre 2015, 16:38

    stiano a casa
    ste pippe presuntuose

    • bangkok 27 Ottobre 2015, 16:55

      Non penso sia questione di presunzione. Il rugby per loro rappresenta la loro professione, stanno investendo per loro futuro.
      La Federazione deve “offrire” delle chanches vslide, deve dimostrare di voler attuare una politica di sviluppo che porti questi giovani alla concreta possibilità di realizzare obbiettivi di un certo livello, tipo far parte di una nazionale che possa competere ad un livello superiore a quello attuale. Questi ragazzi (ed i loro genitori) vogliono affidareil loro futuro agonistico e professionale ad una Federazione composta da professionisti con un programma di sviluppo serio. Scommetto che se invece della Fir con i suoi fantomatici progetti e i miseri risultati ci fosse la Uar con la sua crescita costante e la valorizzazione di tanti giovani questi ragazzi avrebbero molti meno dubbi.

    • balin 27 Ottobre 2015, 20:26

      Ma dai, non è presunzione, semplicemente lui e’ inglese col doppio passaporto , ovvio che possa pensare all’Inghilterra Tanto più che per qualche anno di terze linee ne abbiamo ancora, se poi lui e’ la reincarnazione precoce di , non dico McCaw ma almeno di BergaMauro ….. Allora …
      Altro sarebbe se si trattasse di un italiano nato e un po’ cresciuto da noi come i due piloni del Leinster Come non chiamiamoli presuntuosi il rugby ormai è professionistico

    • frank 27 Ottobre 2015, 21:43

      mi dispiace vcn ma secondo me sei in torto

  5. boh 27 Ottobre 2015, 16:44

    Bene….cavallo di razza, ne abbiamo bisogno.

  6. western-province 27 Ottobre 2015, 16:45

    è evidente che non si senta particolarmente italiano, altrimenti avrebbe pochi dubbi

    • mamo 27 Ottobre 2015, 16:51
      • mezeena10 28 Ottobre 2015, 10:57

        vabbe che c’ entra scusa? Castro si sente argentino ma sputa sangue per l’ italia..

    • pesopiuma 27 Ottobre 2015, 17:04

      Non concordo.
      Da un lato a vent’anni si ha una vita professionale davanti e si deve fare la scelta migliore in tal senso.
      Dall’altro avere una doppia cittadinanza può potare anche ad avere difficoltà “sentimentali”. Ipotizzo (anche se il caso specifico può essere diverso): magari lui si sente 50% e 50% e ha giustamente difficoltà a decidere, sarebbe da condannare?

      • Machete 27 Ottobre 2015, 17:06

        pensasse a giocare e a migliorarsi…..poi si vedrà…prendere una decisone adesso sarebbe inutile…..la maglia azurra è cmq lontana…quella della rosa lontanissima!!

        • pesopiuma 27 Ottobre 2015, 17:38

          La Emergenti non è affatto detto che sia così lontana

      • mamo 27 Ottobre 2015, 17:47

        Per carità, capisco bene come un ragazzo della sua età abbia dei dubbi, ci mancherebbe.
        Il fatto è che l’orgoglio di appartenere a una o l’altra è un elemento fondamentale.
        Lui è inglese di nascita, figlio di un inglese e lo scorso anno ha dichiarato al giornale di Bristol: “I didn’t really know what to expect; I just thought I’d give it my best shot, and go from there. I thought I would at least pick up a few things that would help me to develop my game”.
        Insomma sì e no che c’era già stato da noi.
        Capisco i dubbi, capisco tutto ma capisco anche che non si senta poi così italiano.
        Non è una colpa, intendiamoci.

        • mamo 27 Ottobre 2015, 18:02

          Nel copia incolla non ho inserito il primo capoverso che da senso al mio commento: ” “At first I just thought it would be a great opportunity to visit Italy, train in a different environment and experience a new culture”.

      • western-province 28 Ottobre 2015, 09:08

        non concordi ma dici le stesse cose, se uno si sente 50% non si sente particolarmente italiano
        nessuna critica al ragazzo solo un dato di fatto (la globalizzazione può portare ad uno smarrimento della nazionalità e non è detto che sia un male o colpa di qualcuno)

  7. malpensante 27 Ottobre 2015, 16:57

    Fa bene. Che ci va a fare nella emergenti?

  8. Pif87 27 Ottobre 2015, 16:58

    Scusate, ma uno che ha DOPPIA cittadinanza, non può avere delle riflessioni da fare? Non può pensare “bhè, magari vado nella emergenti, poi in Italia le convocazioni non si capiscono troppo, poi non è che ho un chiaro percorso in testa, e quindi mi precludo di poter giocare per una nazionale…” Cosa dovrebbe dire? A CHI L’AZZURRO? A NOI!! ma siamo seri dai 😉

  9. Machete 27 Ottobre 2015, 16:58

    sicuramente un buon prospetto…ma che ora ci si debba sputtanare per ogni ragazzo con un cognome italiano mi sembra esagerato….
    mi sa molto di intervista fatta per ricevere attenzioni da parte nostra

  10. M. 27 Ottobre 2015, 17:06

    Scusate non vedo il nesso con Pasquali. Il quale giocasse con la Rosa lo farebbe da equiparato non perché ha doppia cittadinanza.

    • M. 27 Ottobre 2015, 17:08

      Il nesso potrebbe essere con la situazione di Allan piuttosto.

  11. socceria 27 Ottobre 2015, 17:08

    Comunque la U20 dovrebbe essere vincolante, a quell’età iniziano ad essere abbastanza grossetti da poter scegliere. O si dice che a 18 sono abbastanza maturi e quindi possono anche scegliere l’eleggibilità rugbistica, o diventino maggiorenni a 21, con tutto quello che ne consegue…

    • malpensante 27 Ottobre 2015, 17:13

      Sarebbe la soluzione più corretta, e non solo per l’Italia. Se proprio si volesse stare stretti si potrebbero tenere in considerazione solo le gare per i mondialini.

    • enricalvisano 28 Ottobre 2015, 01:02

      Cambiare la maggiore età all’universo mondo per risolvere un problema del mondo rugbistico mi sembra un pochino esagerato 😀
      Direi che vincolare già con l’under20 sia la soluzione migliore.

  12. TESTAOVALE 27 Ottobre 2015, 17:13

    E’ indeciso se scopre che e’ forte va in ENGLAND altrimenti torna in ITALIAhahhaha

  13. lear 27 Ottobre 2015, 17:25

    I dubbi gli potrebbero venire quando pensa a come lo staff tecnico ha gestito Allan negli ultimi TM di novembre e al tour in giugno, e non solo, aggiungerei la gestione Biagi, Favaro, Cedaro, Bergamauro, Bortolami, ecc. e il tentennamento di Pasquali. Non ultimo, immagino che un pensierino lo farà anche alla gestione personalizzata dello spogliatoio da parte dei senatori, verso i giovani emergenti.
    Infine, penso che l’ambiente della nazionale per un giovane non sia di quelli ideali, visto con quale piglio sono state giocate e che risultati hanno dato molte partite.

    • malpensante 27 Ottobre 2015, 18:00

      Ma cosa c’entrano i senatori con una eventuale convocazione per la Emergenti? Mah.

  14. cassina 27 Ottobre 2015, 17:35

    Spero tanto che chi TENTENNA nel scegliere la maglia azzurra non tolgano poi il posto a chi questa maglia la sogna da sempre.

    Non mi vuole l’inghilterra? evabé gioco con quelle pixxe di italiani….
    eeeeenoooooo in azzurro lasciamoci i nostri ragazzi, non moriremo senza i signor TENTENNA

  15. Katmandu 27 Ottobre 2015, 18:29

    Io pensavo che polledri era da babbo italico, va beh, apparte questo, questo é uno forte per i nostri standard, e lo si vedeva già ai mondiali U20 assieme a Luus e pochissimi altri, si vedeva che era l’unico che era se mpre avanzante
    Detto questo, a differenza di Pasquali Brugnara Devoto (si lo so è ineleggibile) e penso pure Negri, non è in un’accademy di premier, quindi se a 20 anni si ritrova ancora li vuol dire che nel suo ruolo spuntano ogni anno almeno 5-6 prospetti che hanno magari meno anni ma più prospettive, e a cascata tutto il resto, per me se lo chiamano viene di corsa

    • balin 27 Ottobre 2015, 20:32

      A proposito Negri, che fa? In Sudafrica ?

      • M. 28 Ottobre 2015, 08:28

        Non giocava in un’università/club legato a Leicester? Comunque ha giocato con la EMergenti, quindi ormai è italiano.

      • sturginho 28 Ottobre 2015, 09:59

        Gioca a Hartpury RFC

  16. mamo 27 Ottobre 2015, 18:53

    Mah, poi ci chiediamo perché l’Argentina era lì lì per andare in finale. ma li avete visti quelli ? Avete visto come reagiscono al loro inno ?
    Con tutto il rispetto per tutti, confrontate le facce dei nostri oriundi o equiparati (fatte rare eccezioni) durante Fratelli d’Italia e poi ditemi se son lì perché rugbisti o perché, oltre a esserlo, sentono l’emozione di rappresentarci.
    Mah.

    • balin 27 Ottobre 2015, 20:41

      Bastasse l’inno …. pensa che gli irlandesi “uniti” neppure ce l’hanno, quando giocano a Dublino il soldier song (se sbaglio corrigetemi…) passa come un’ombra sul viso degli Unionisti , han dovuto inventarne uno solo rugbistico che potesse raccogliere tutte le quattro regioni,

  17. ginomonza 27 Ottobre 2015, 19:06

    Scusate ma inno amore per la patria etc.???
    Ma se il nostro sistema non produce a sufficienza mica sarà colpa di Polledri?!
    Faccia quel che ritiene meglio per se stesso e basta!
    Non deve niente a nessuno,ma solo a se stesso finora.

  18. Giovanni 27 Ottobre 2015, 20:25

    “La FIR ci informa che da oltre un anno la nazionale U20 è tornata ad essere la seconda nazionale” e la Emergenti cos’è, la 1,5…?

  19. kinky 27 Ottobre 2015, 23:48

    Dopo aver letto l’Update la prima cosa che mi è venuta in mente è di far giocare al più presto Trussardi con l’U20 che abbiamo più bisogno di lui a breve!

    • malpensante 28 Ottobre 2015, 11:21

      A me la prima cosa che è venuta in mente è se glielo hanno detto. 🙂

      • kinky 28 Ottobre 2015, 16:09

        è questo il mio dubbio perchè se non sbaglio nell’ultima lista di convocazioni Trussardi non c’era…non vorrei mai che una volta a conoscenza di questa nuova regola per l’U20 abbia declinato l’invito. Lo sapremo nel giro di due mesi comunque.

  20. And 27 Ottobre 2015, 23:49

    Minchia che sfiga..ho pensato letto l’UPDATE. Ma perché è così forte da essere chiamato dalla RFU? mi sembrava uno dei migliori dell’U20 ma ce ne passa…

  21. ginomonza 28 Ottobre 2015, 04:02

    Ma Polledri lo sapeva? Dall’ intervista sembrerebbe di no!
    Truffetta? 🙂

    • mezeena10 28 Ottobre 2015, 06:43

      gino anche tu come AdG dai la sveglia al gallo?

      • ginomonza 28 Ottobre 2015, 06:50

        Non sono in Italia ! Ho problemi di fuso!

        • mezeena10 28 Ottobre 2015, 07:59

          manco io..ma non sono fuso!
          divertiti! 😉

        • malpensante 28 Ottobre 2015, 11:22

          Il problema del fuso ce l’hai anche a Monza. 🙂

          • mezeena10 28 Ottobre 2015, 11:49

            soprattutto a monza! 😛

          • berton gianni 28 Ottobre 2015, 12:00

            Gino,
            sei a San Marino ??

          • ginomonza 28 Ottobre 2015, 13:23

            Mal però io non copio ! 🙂 😉

          • ginomonza 28 Ottobre 2015, 13:25

            Gianni no, sono/ero ( perché sto tornando) a Teheran 🙂 🙁

          • San Isidro 28 Ottobre 2015, 14:20

            gino è da me in Vaticano, ha firmato un biennale con la LOV…

          • kinky 28 Ottobre 2015, 16:10

            io ho pagato pegno lo stesso e in due giorni sono andato e tornato da Napoli!

  22. sandruzzo 28 Ottobre 2015, 09:06

    Sarebbe il caso che la FIR avvisasse anche il ragazzo oltre che OnRugby….
    🙂

  23. berton gianni 28 Ottobre 2015, 09:50

    Prima di tutto, e’ assolutamente doveroso sentire coscia ne pensa Piscione, in merito.
    Son convinto che, se il ragazzo ha statura e peso confacenti, per lui sia gia’ un buon viatico.
    Poi, di sicuro avra’ fatto questo ragionamento : se il virgulto si chiama Polledri ed il padre e’ inglese, i casi sono due, o porta il cognome della italica madre, oppure anche il padre ha origini italiane.
    In questo caso, non e’ piu’ 50 e 50, ma propende per il Tricolore.
    Ergo, Update porta l’imprimatur di Piscione…

  24. acdxer 28 Ottobre 2015, 10:23

    Da quel che appare Polledri è bravo e non ha ancora un contratto da professionista. Treviso o Zebre dovrebbero fare in fretta ad offrirglielo.

  25. carlo s 28 Ottobre 2015, 10:31

    Caro Polledri. ti hanno fatto il trappolone…

  26. Giovanni 28 Ottobre 2015, 10:57

    Io invece vorrei capire come funzionano le regole che disciplinano la “nazionabilità” a livello internazionale: esiste un regolamento comune a tutti o ciascuna nazione fa come gli pare e, in teoria, si può diventare nazionali anche se si indossa la maglia della Under14?
    Nello Update la FIR lo dice espressamente: abbiamo cambiato le regole da poco più di un anno a questa parte. Avranno avvertito qualcuno – World Rugby? – immagino…altrimenti, come è possibile che il giocatore non ne sappia nulla. Delle due l’una: o è lui ad esserne disinformato oppure questi hanno fatto cambiamenti regolamentari di stramacchio. Ci sarà una delibera del consiglio federale da qualche parte o no…?

    • Andrea B. 28 Ottobre 2015, 12:47

      Probabilmente si, scritta in caratteri piccoli piccoli, a fondo pagina, tra le note, magari coperta da un macchia d’unto o di succo d’uva fermentato… 😀
      Magari mi sbaglio, ma mi sa di solita furbata all’italiana…di quelle che ci fanno apprezzare quando c’è da scegliere chi garantisce professionalità, correttezza e fiducia…

  27. fracassosandona 28 Ottobre 2015, 12:39

    non so da quando abbiano adottato lo stratagemma “gallese” dell’U20 come seconda rappresentativa ma dubito che la cosa sia opponibile a chi ha giocato con l’U20 quando la seconda rappresentativa era ITALIA A oppure ITALIA Emergenti…

    se questo diventa lo standard internazionale ci saranno molti meno naturalizzati in giro per il mondo, dato che l’U20 coinvolge un 20-30 promettenti giocatori per ogni annata…

    • Rabbidaniel 28 Ottobre 2015, 12:59

      Per me ha molto senso che l’U20 sia la nazionale vincolante: hai l’età per votare e per guidare la macchina, allora hai anche l’età per fare questa scelta. È l’unico baluardo contro la clubbizzazione delle nazionali.

      • berton gianni 28 Ottobre 2015, 13:06

        Ciao Rabbi.
        Toro bien sul Montello, chiodi sulla strada a parte ?
        Concordo con te, se no diventa un “chi è più furbo” , da parte di tutti i protagonisti coinvolti.

        • Rabbidaniel 28 Ottobre 2015, 13:19

          Cossa vutu cossa vutu, i xe fanciulli un fià esagitai. Io personalmente metterei i chiodi solo per i motocrossisti che sfrecciano a 80 all’ora per i sentieri, incuranti del pericolo che creano per se stessi e per gli altri.

          • ginomonza 28 Ottobre 2015, 13:27

            Che è ‘sta storia dei chiodi?

          • berton gianni 28 Ottobre 2015, 13:28

            Concordo in pieno.
            Al solito, però, la pattuglia, guarda caso, in quei casi non c’è mai.
            Ma tu sei di Volpago o Giavera ?
            Passo spesso dalle tue parti. Un…litro di quel bon o una…tanica di birra la berrei volentieri in compagnia !!

          • Rabbidaniel 28 Ottobre 2015, 17:00

            @gino
            Presidente sono di Volpago. Dobbiamo organizzare un gingerino insieme 😀

  28. edopardo 28 Ottobre 2015, 13:44

    Adesso faccio la solita battuta ironica:
    Zebre che per vincere schierano un intero reparto di terze sudafricane,Treviso che ha paura di usare quei 2 giovani”Lazzaroni Demarchi” che ha preso in terza,
    e non si prendono questi ragazzi..Non doveva arrivare anche Negri a Treviso?

  29. Danthegun 28 Ottobre 2015, 14:09

    Probabilmente sono molto cinico nel dire che credo la Federazione farebbe bene a non lasciarsi scappare nessun italo_qualcosa che giochi a rugby in giro per il mondo.
    E’ brutto da dire, ma il nostro movimento non produce ancora un numero di atleti sufficientemente preparati per l’alto livello che generi quella sana competizione per un posto in nazionale. Se altri movimenti (come in questo caso quello inglese) stanno formando giocatori italiani tanto meglio, sfruttiamo questa fortuna e leghiamoli alla nostra maglia. Ovviamente dobbiamo sempre parlare di giocatori che se lo possano meritare per qualità.
    Sempre per essere cinico, dobbiamo anche considerare che al prossimo mondiale, in terza linea, non potremo più contare su Bergamauro e Zanni ma nemmeno su Barbieri e Vosawai. Cominciare a creare un gruppo di terze linee che tra Celtiche e club esteri possano essere dei validi sostituti a Minto e Favaro è necessario.
    Stesso discorso per le seconde linee. Possiamo già scordarci di giocatori come Pavanello, Bortolami, Bernabò, ma sopratutto Ghelde. Con questa moria di seconde linee pensiamo ancora di non poter richiamare Cedaro?
    Idem per i piloni. Tra destra e sinistra al prossimo mondiale molto probabilmente non vedremo Augero, Rizzo, Citta e Castro. Esiste una nuova generazione di piloni pronti a prendere il posto di queste colonne? Se il futuro può passare da Pasquali e Brugnara io li chiamerei anche al prossimo 6 nazioni o già dai test match di Giugno.
    In generale credo che, in attesa di creare un sistema che permetta alla nazionale di contare su di un bacino largo di giocatori, sia necessario utilizzare l’estero come fonte alla quale attingere per allargare il bacino dei nostri giocatori partendo da:
    _ giocatori di origine Italiana che possano essere convocabili per la nazionale;
    _ giocatori italiani che devono essere incentivati a fare esperienza all’estero quando ne hanno l’occasione;
    _ giocatori stranieri che giocano in Italia che di volta in volta, in ruoli dove possiamo essere più scoperti, possono essere nazionalizzati;

    • edopardo 29 Ottobre 2015, 00:45

      Sai è un ragionamento che io condivido,poi credo che oltre a tutto quello che hai detto tu che è giusto bisognerebbe anche avere il coraggio di provare,come un tempo,sembra un pò che si abbia paura rispetto ad anni passati a provare giocatori nuovi,ma vi ricordate Favaro appena arrivato in nazionale?era da paura per falli che poteva fare…non siamo certo una nazionale che deve mantenere i primi posti in classifica si può e deve aver il coraggio di osare,abbiamo visto che poi alla fine i vari,Canna,Barbini,Visentin,Allan ecc ecc non hanno mai sfigurato rispetto alla media della nostra nazionale,quindi ci vuole piu c… da parte del prossimo Ct di osare.

  30. metal73 28 Ottobre 2015, 14:56
    • Giovanni 28 Ottobre 2015, 16:17

      “Knowing my family background, they tried to persuade me to play over there but I’d only just bought a house in town and started a new business so I decided against it”.
      Ci hai detto di “no” già una volta e mò t’incastriamo il pargolo! 😀

  31. p.p 23 Maggio 2016, 20:27

    what has anything i have done got to do with him

  32. p.p 23 Maggio 2016, 20:52

    sorry what i have done has got nothing to do with him

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia under 20: i convocati per il World Rugby U20 Championship

Trenta giocatori pronti a partire per il Sudafrica, dove si inizia a giocare il 29 giugno

item-thumbnail

Italia U20: Marcos Gallorini non sarà al mondiale giovanile

Un infortunio ferma il pilone destro degli Azzurrini

item-thumbnail

Italia U20, le parole di Roberto Santamaria dopo il test con la Spagna

È in chiave iridata che il tecnico analizza la partita, unica prova prima del Mondiale giovanile

item-thumbnail

Gli avanti dell’Italia U20 sovrastano la Spagna, il warm-up test finisce 36-5

Pur con qualche incertezza iniziale, l'amichevole a San Benedetto del Tronto vede il pacchetto azzurro dominare, costruendo cinque mete su sei

item-thumbnail

La formazione dell’Italia under 20 che sfida la Spagna a San Benedetto del Tronto

Le prime scelte di Roberto Santamaria in vista della "prova generale" prima della partenza per il Sudafrica

item-thumbnail

Italia Under 20: i convocati per l’ultimo raduno prima del Mondiale

Gli azzurrini di coach Santamaria a San Benedetto del Tronto, dove disputeranno anche il test con la Spagna