Guiness Pro12: Treviso cede con l’onore delle armi a Dublino (10-0)

Gran prova difensiva della Benetton che subisce una sola meta e mette in difficoltà in più occasioni il Leinster

ph. Alfio Guiarise

ph. Alfio Guiarise

DUBLINO Una gran prova della Benetton che cede 10-0 all’Rds ma mette in difficoltà in più occasioni i padroni di casa. Se Hayward avesse mandato fra i pali due punizioni non impossibili, al 60′ il punteggio sarebbe stato 7-6 e i leoni avrebbero potuto sognare l’impresa.

Stagione finita per Leinster e tempo infame con pioggia e freddo (dopo due settimane di sole e temperature tiepide), ma all’Rds ci sono ugualmente 11.322 personeMatt O’Connor comunque onora l’impegno mandando in campo una delle migliori formazioni possibili.in campo anche dopo molti mesi Dave Kearney.

I padroni di casa sfiorano subito la meta. Azione insistita nei cinque metri, Treviso resiste strenuamente e costringe i padroni di casa al fallo ricacciandoli indietro. La meta è rimandata di qualche minuto all’ottavo, quando è Heaslip a schiacciare al termine di un’azione identica. Madigan trasforma per il 7-0.

I leoni provano a reagire ma una bella azione alla mano si spegne sui 15 metri per un in avanti di Christie.

Al 20′ buon momento di Treviso che vince miscia sui propri 35, parte veloce e costringe al fallo la difesa di casa sui 40 metri. Il calcio di Hayward è potente ma largo a sinistra. I leoni insistono e fase dopo fase arrivano fino ai cinque metri. quando è O’Brien a rubare palla e ricacciarli indietro.

La partita è gradevole nonostante le condizioni atmosferiche proibitive. Treviso non sfigura per tutto il primo tempo, tenendo Leinster lontana dai propri 22 e tentando in più occasioni di metterli in difficoltà. Leinster dal canto suo commette alcuni errori di controllo palla e sembra non temere granché di perdere il sesto posto e con esso il posto in Euro champions, come paventato dalla stampa nei giorni precedenti la gara.

Il tempo si chiude con la difesa di Treviso che ferma brillantemente un carretto irlandese ma un fallo precedente manda in piazzola Madigan che però da 20 metri in posizione centrale manda largo.

Primo tempo molto buono di Treviso che impegna a fondo i tre volte campioni d’Europa.

All’intervallo tutti in piedi all’Rds per salutare Shane Jennings, che ha annunciato la fine della propria carriera. L’altro dubliner a fine carriera, Gordon D’Arcy, è in panchina e che viene accolto da un boato quando entra in campo al 60’.

All’inizio del secondo tempo nuovo assalto biancoverde, iniziato da un gran calcio di Fuser (che alcuni colleghi irlandesi definiscono uno dei migliori calciatori del Pro 12 di questa stagione). Stavolta Treviso arriva fino ai tre metri ma poi sbaglia un passaggio e viene ricacciata indietro.

Poco dopo Treviso rischia grosso: Heaslip calcia verso destra, Heaslip controlla al volo e passa a Krchner che non controlla l’ovale in velocità con nessuno fra sè e la meta. Da quel momento Leinster spinge con convinzione per molti minuti. La difesa dei leoni si salva ancora una volta a pochi centimetri dalla meta con determinazione e lucidità. Poco dopo mischia protagonista, battuti gli avversari sui 15  metri e ovale rispedito a metà campo.

Hayward torna in piazzola al 59’ per un fallo in mischia: palla centrale sui 40 metri ma il calcio è ancora largo.

Treviso continua a placcare con precisione e tenacia, avanzando appena possibile e costringendo Leinster a faticare molto. I veneti all’Rds sfoderano una delle migliori prestazioni della stagione, probabilmente la migliore almeno per quel che riguarda la difesa.

Col passare dei minuti Treviso acquista fiducia, ma non riesce a trovare il guizzo in attacco. Al 70′ fallo in rimessa laterale di Leinster sui 40 metri, Treviso decide di andare in touche. I blu controllano la rimessa e si torna in avanti. Treviso carica con una serie raccogli e vai, ma un fallo in mischia li ferma a 10 metri dalla linea di meta.

Leinster torna in attacco e le difesa di Treviso si mostra ancora in gran serata respingendo i padroni di casa. Gli animi si accendono, i falli passano il limite del regolamento. L’arbitro dà giallo a Minto e O’Brien (che si sono picchiati senza tanti complimenti) e rosso a Gori per un fallo pericoloso su D’Arcy. Gopperth va in piazzola e segna il 10-0.

A fine gara sentita cerimonia di saluto a Gordon D’Arcy, per oltre un decennio centro della squadra insieme a O’Driscoll.

Leinster: 15 Rob Kearney,  14 Zane Kirchner, 13 Ben Te’o, 12 Ian Madigan,  11 Dave Kearney, 10 Jimmy Gopperth, 9 Eoin Reddan, 8 Jamie Heaslip (cap), 7. Sean O’Brien , 6. Jordi Murphy, 5. Mike McCarthy, 4. Devin Toner, 3. Mike Ross, 2. Richardt Strauss, 1. Jack McGrath.

Riserve: 16. Aaron Dundon, 17. Michael Bent, 18. Tadhg Furlong, 19. Tom Denton, 20. Jack Conan, 21. Isaac Boss, 22. Gordon D’Arcy, 23. Darragh Fanning

Mete: 8’ Heaslip

Trasformazioni: 9’ Madigan

Punizioni: 78′ Goperth

Treviso: 15 Jayden Hayward, 14 Andrea Pratichetti, 13 Luca Morisi, 12 Enrico Bacchin, 11 Ludovico Nitoglia, 10 Sam Christie, 9 Edoardo Gori, 8 Mat Luamanu, 7 Nicola Cattina, 6 Paul Derbyshire, 5 Corniel Van Zyl, 4 Marco Fuser, 3 Rupert Harden, 2 Davide Giazzon,1 Matteo Zanusso

Riserve: 16 Albert Anae, 17 Romulo Acosta, 18 Salesi Manu, 19 Meyer Swanepoel, 20 Francesco Minto, 21 Marco Lazzaroni, 22 Angelo Esposito, 23 James Ambrosini

Mete:

Trasformazioni:

Punizioni:

Arbitro: Leighton Hodges (Galles), Assistenti: Leo Colgan (Irlanda), Ken Imbusch (Irlanda). TMO: Jude Quinn (Irlanda)

di Damiano Vezzosi

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Benetton Rugby: Lazzaroni e Zani entreranno nello staff dei Leoni

Due nuovi capitoli ovali per gli uomini che hanno chiuso la loro carriera da giocatori

item-thumbnail

URC Awards: il Benetton Rugby è il club più innovativo della stagione 2023/24

Il club biancoverde è stato premiato per gli ottimi risultati raggiunti fuori dal campo

item-thumbnail

Marco Bortolami racconta i rapporti con Quesada, il mercato del Benetton e la difficoltà di “tagliare” i giocatori

Il tecnico dei biancoverdi nella seconda parte dell'intervista rilasciata a OnRugby: "Lasciar andare via o tagliare dei ragazzi che stimi è dolorissim...

item-thumbnail

Bortolami: “Benetton, stagione da 8. Il successo più bello è la crescita di Izekor, Spagnolo, Marin e gli altri”

Nella prima parte della lunga intervista rilasciata a OnRugby il tecnico traccia un bilancio della stagione: "I Bulls ci hanno fatto i complimenti. La...

item-thumbnail

Benetton, Pavanello: “Miglior torneo celtico di sempre. I Bulls? Ho più rimpianti per Gloucester”

Il direttore generale dei biancoverdi: "A Pretoria la squadra ha dato tutto. Il mercato? Un altro paio di arrivi e saremo a posto"