Varsity Match 2014: Oxford abbatte Cambridge e fa il record

A Twickenham finisce 43 a 6, risultato con il più largo margine di sempre. E per Oxford è la 5a vittoria consecutiva

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Alberto da Giussano 12 Dicembre 2014, 08:10

    Il dato più importante è sapere quanti spettatori c’erano sugli spalti. Cambridge è comunque davanti nel totale dei 133 incontri.

    • Stefo 12 Dicembre 2014, 08:24

      Il risultato e’ sempre la cosa piu’ importante…

      • mezeena10 12 Dicembre 2014, 08:35

        e son 5 di fila! sfottò infinito!
        peccato, troppo ampio il divario perche fosse pure una bella partita!

      • Alberto da Giussano 12 Dicembre 2014, 09:15

        Dal punto di vista sportivo è sì la cosa più importante, dal punto di vista del costume sportivo ( che a me interessa sempre molto) l’affluenza è apltrettatnto importante.

        • mezeena10 12 Dicembre 2014, 09:18

          importante, vero, ma non “il dato piu importante”!
          concordo con Stefo, il risultato è la cosa piu importante, il resto è solo contorno, conseguenza di quello che avviene sul campo da gioco!

          • Alberto da Giussano 12 Dicembre 2014, 09:45

            Allora, sarà anche il dato più importante di un avvenimento sportivo, ma se Oxford-Cambridge si giocasse davanti a 500 persone, vorrei veder se è il risultato il fatto più importante.
            Gli scontri Oxford-Cambridge sono eventi di costume di cui la componente sportiva è uno degli elementi dell’evento.
            La gara di cannottaggio dul Tamigi, dal punto di vista sportivo non interessa nessuno, eppure le sponde del fiume ospitano migliaia di persone a vedere l’evento. I minuti che impiega il primo a compiere il percorso non interessa nessuno.
            Detto questo, vedo che la vis polemica di stamattina è abbastanza elevata.

          • mezeena10 12 Dicembre 2014, 10:46

            scusa AdG, ma la polemica pare voglia farla tu..
            chiaro ch’ è molto importante il seguito, ma è una disfida in primis sportiva!
            anche nel canottaggio e nelle altre sfide tra i due atenei..

        • mistral 12 Dicembre 2014, 10:32

          prima del professionismo puro, se ricordo bene il varsity veniva giocato a Twickenham, e fino alla fine del 2000 faceva il pieno (60.000-70.000 spettatori)… non so i dati recenti, ma non credo siano poche centinaia di sicuro, è un evento che conta molto più di una banale partita di rugby…

          • mezeena10 12 Dicembre 2014, 10:47

            anche oggi si gioca li mistral..

          • mistral 12 Dicembre 2014, 16:54

            grazie mez, ho sempre visto questa storica rivalità come l’ennesima originalità albionica, ma non mi ha mai incuriosito più di tanto… certo che 25.000 spettatori (come riporta Dan più sotto) sono comunque una cifra ragguardevole, che trascende sicuramente il mero evento sportivo…chissà si facesse una Luiss/LaSapienza quanto farebbe…

          • mezeena10 12 Dicembre 2014, 19:08

            sarebbe una bella sfida..
            ci vorrebbe il vecchio campionato universitario però e poi le selezioni..
            non avrebbe certo quel seguito, ma se non inizi mai le tradizioni manco le crei!
            io seguo le sfide tra oxford e cambridge solo nell’ ambito sportivo, o meglio della tradizione sportiva..spunti tecnici ne ha molto pochi come partita, ma è sempre divertente da vedere..il livello non è poi cosi basso!

          • San Isidro 12 Dicembre 2014, 19:35

            @mistral, in realtà una sorta di Varsity Match italiano c’è (non so se si fa ancora)…è la sfida ovale tra la la LUISS e la Bocconi…nelle ultime edizioni a Roma si è disputata allo Stadio dei Marmi…non so ancora se la LUISS abbia attiva la squadra di rugby, ma fino a pochissime stagioni fa si appoggiavano sui campi del CUS Roma e hanno partecipato anche alla Serie C laziale…

          • mistral 12 Dicembre 2014, 20:30

            interessante, peccato che con queste realtà ed i vari CUS in giro per l’italia non si pensi a fare un torneo universitario con match finale che abbia anche un minimo di visibilità mediatica…

          • San Isidro 12 Dicembre 2014, 21:20

            @mistral, comunque si svolgono i tornei seven universitari su tutto il territorio nazionale, credo con cadenza annuale, non hanno rilevanza mediatica perchè sono puramente amatoriali, ma è già qualcosa…

  2. ginomonza 12 Dicembre 2014, 10:38

    AdG a volte nonostante io cerchi di applicare i più moderni ritrovati della tecnologia attualmente a disposizione non capisco cosa vuoi dire.
    Varsity e’ storia del rugby.
    Ieri per quanto pochi sono spettatori che Calvisano non riesce a fare in tutto il campionato.

    • Alberto da Giussano 12 Dicembre 2014, 10:50

      Appunto perchè è la storia del Rugby, il risultato sportivo conta in misura minore rispetto ad ogni altro incontro. Conta il fatto di giocarla. Essendo la storia del rugby, conta altrettanto sapere quanta gente c’era a vedere questo evento. Perchè se la gente smette di andarci finisce anche di essere la storia del rugby.
      Cosa c’entri Calvisano lo sai solo tu.
      Per mia fortuna, spererei altrettanto per te, mi sforzo di valutare e comprendere un evento rugbistico senza confrontarlo , necessariamente, con quel che succede in Italia.
      Per capire , spesso, i ritrovati tecnologici aiutano , ma non sono risolutivi, serve un altro piccolo aggeggio del peso approssimativo di 1500 grammi. Ma non sempre si trova al Trony.

      • Stefo 12 Dicembre 2014, 11:03

        AdG ai giocatori interessa solo il risultato, punto e basta, il resto sono discorsi di contorno e basta.

        • Alberto da Giussano 12 Dicembre 2014, 11:15

          Ma io, che non sono un giocatore, posso essere interessato ad altri parametri?
          E se, come pare, a te non interessa nulla sul numero di persone che vanno o meno ad evento sportivo, io ne sono interessato.
          E se tutto sto baillame parte dal primo post , lo riformulo: ” Il dato più importante ( per me) è sapere quanti spettatori c’erano sugli spalti. (per capire se l’evento sportivo, di per se stesso sicuramente meno importante, come caratura sportiva ,di una partita di premiership, continua a mantenere il suo fascino)”.

      • ginomonza 12 Dicembre 2014, 14:12

        Una rivalità sportiva ultracentenaria tra le due università più celebri d’Inghilterra non la misuri se non con la vittoria di una sull’altra e basta.
        Tirare fuori quanti spettatori ci sono o saranno é da basso commerciante e basta.
        Da Trony non ci vado mai evidentemente tu si lo cerchi ma non lo trovi 🙂
        Prova da Euronics 🙂

        • Alberto da Giussano 12 Dicembre 2014, 14:23

          Basso commerciante, è intrigante. Nella mia vita non mi è mai riuscito nessun commercio. La mancanza di capacità speculative commercialei è l’accusa che più spesso mi viene rivolta dalla mia ex moglie e dai miei figli. Sarebbe per me una novità interessante, ma purtropo credo che tu ti sia sbagliato anche stavolta.

  3. Andrea B. 12 Dicembre 2014, 12:38

    Tempo fa lessi un’intervista a Rivaro (a quanto mi consta l’unico italiano mai sceso in campo in un Varsity Match, attorno al 2000 mi sembra) e fui molto colpito dal racconto dell’estrema serietà delle selezioni dei team e dai riti ferrei di tale tradizione sportiva ( un mese di ritiro pre partita, tanto per dire…)

    • San Isidro 12 Dicembre 2014, 20:03

      grande Rivaro! ben due ne ha giocati per Cambridge…

  4. frank 12 Dicembre 2014, 17:30

    mez e Stefo i soliti (noti) trolloni

    • ginomonza 12 Dicembre 2014, 17:41
      • frank 12 Dicembre 2014, 20:49

        Stefo fu una vota definito da qualcuno “troll” e mez “mafiosetto da forum” se non erro…..comunque si divertono a trollare gli ignari utenti del forum

    • mezeena10 12 Dicembre 2014, 17:51

      ahauahauahauahuha frank stefo è il troll io il mafiosetto da forum ahahahah 😀 😉

      • San Isidro 12 Dicembre 2014, 20:04

        Stefo è un bullo di periferia!

        • mezeena10 12 Dicembre 2014, 20:44

          ahahahahah vero, me l’ ero scordata 😀

        • frank 12 Dicembre 2014, 20:51

          taci San ne ho anche per te: tu spari solo cazzate e in realtà di rugby argentino non sai una mazza, fai solo copia e incolla da hotpampas.arg e evitaperonvivi4ever.mad

          😛

          • San Isidro 12 Dicembre 2014, 21:12

            eheh…ognuno ha avuto i suoi troll…

          • mezeena10 13 Dicembre 2014, 09:57

            ahahahahah anche quella mi ero scordato! ce n’ è per tutti ahahaha 😀

      • frank 12 Dicembre 2014, 20:50

        ah esatto ho appena risposto a gino e visto ora la tua risposta 🙂

Lascia un commento

item-thumbnail

Italiani all’estero: Capuozzo in meta, Riccioni esce per un controllo concussion

Notizie buone e meno buone dall'estero: il pilone destro dei Saracens è uscito per un HIA, mentre l'estremo di Grenoble è tornato in meta

17 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

L’ennesima rimonta degli Harlequins e le altre storie della quarta di Premiership

Tornano in campo i reduci dal tour dei British & Irish Lions, e l'effetto si sente

12 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Italiani all’estero: altro successo per i Saracens di Riccioni, Allan si fa male ed esce dopo 25′

Ancora protagonista il pilone dei Saracens, mentre Allan è costretto ad uscire dopo un colpo subito nel primo tempo. Bene Garbisi dalla piazzola ma Mo...

10 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership, il recap della terza giornata

Leicester batte i Saracens e continua la sua striscia positiva, mentre Exeter vince la sua prima partita

6 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership: com’è andata la seconda giornata

Harlequins e Leicester a punteggio pieno, Bristol ed Exeter ancora a secco

29 Settembre 2021 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Italiani all’estero: Mori in meta con Bordeaux, bene ancora Allan

L'ala-centro di Bordeaux a segno nel weekend di Top14, insieme a lui molto bene anche Tommy Allan

26 Settembre 2021 Emisfero Nord / Premiership