Premi IRB of the Year: Read, Hansen e All Blacks colorano il 2013 di nero

Trionfo annunciato per gli Oscar 2013: Kieran Read per i giocatori, Steve Hansen tra i coach e la Nuova Zelanda tra le squadre

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Bob 3 Dicembre 2013, 17:08

    Se l’avesse vinto halfpenny non sarebbe stato ne uno scandalo ne tantomeno un furto, per il resto niente da dire… ma questi hanno alla voce sconfitte il valore 0… impressionante…

  2. mimi 3 Dicembre 2013, 17:10

    complimenti,era scritto giustamente

  3. Katmandu 3 Dicembre 2013, 17:34

    Io l’avrei dato a mezzoscheo per il 6 nazioni mostruoso e per la serie lions impeccabile, ma anche read non é stato da meno
    Nuova zelanda ha vinto meritatamente (imbattuti nell’anno solare), e di conseguenza sull’alenatore

  4. eclipse 3 Dicembre 2013, 18:07

    Non voglio sollevare un polverone,ma dietro la vittoria di Read c’è anche il grande anno degli All Blacks.Per me mezzoscheo resta il migliore della stagione e un pelo sotto Read.

    • mezeena10 3 Dicembre 2013, 19:23

      scusa ma non è che halfpenny dietro abbia la gispi prato (con tutto il rispetto)!
      ha la squadra piu forte dell’ emisfero nord e i british and irish lions, cioè qualcosa piu che una nazionale!
      premio strameritato per Read, mai decisivo e mostruosamente presente (anche in termini di mete segnate) come quest’ anno!

      • Katmandu 3 Dicembre 2013, 19:52

        Mez quello che forse il buon eclipse intendeva (se non sei buono ho sprecato un aggettivo 😉 ) era che 1/2penny ha tirato su il galles quasi da solo, e pure con jones ricciolone, facendolo uscire dall’angolo in cui si erano cacciati a novembre scorso, reid invece fa parte di una macchina perfetta

        • mezeena10 3 Dicembre 2013, 20:02

          kat a parte che uno da solo ha poco da tirar su, comunque entrambi fanno ed han fatto parte di due squadroni (halfy anche del galles, campione del 6N!)..
          Read è emerso su un livello d’ eccellenza stratosferico, è stato nettamente il miglior ABs per continuità, performance, leadership! ha retto la baracca quando mancava il Capitano, quando è mancato anche Carter e aveva di fianco una banda di ragazzini!
          per me è nettamente meritato, come ebbi a dire: Kieran Read e poche chiacchiere 😉

  5. airone46 3 Dicembre 2013, 20:31

    Sicuramente Parisse in mezzo a quei nomi non ha nulla a che fare!!
    E Halfpenny addirittura dietro ad Edzbet è esagerato.
    Gli All Blacks sicuramente il mito e l’esempio del rugby internazionale !

  6. Andria 4 Dicembre 2013, 08:43

    Io invece l’avrei dato a Conrad Smith… Non che Read non lo meritasse.

    • malpensante 4 Dicembre 2013, 10:35

      Read meritatissimo, ma CS l’avevo malpensato anch’io, al tempo del vecchio thread. Tra l’altro sembra una bestemmia parlando di un tuttonero, ma secondo me quando non c’è “manca”.

      • Teo_8 4 Dicembre 2013, 10:39

        Conrad Smith non era candidato alla vittoria del premio, lo pera Ben Smith! Stesso cognome ma 2 persone diverse! 😉 in ogni caso 2 grandi campioni!
        Darlo Halfpenny o darlo a Read è sostanzialmente la stessa cosa. Hanno fatto 2 stagioni mostruose, ma mostruose veramente. Come qualcuno ha già detto, forse Read è stato scelto anche per l’anno perfetto degli ABs.. ovvio che il gallese non gioca in una squadretta di provincia, ma il Galles, soprattutto a dicembre, ha sofferto un po’ troppo.
        Rimane il fatto che chi viene insignito del titolo di miglior giocatore del 6N e di quello di “Man of the Series” nello stesso anno, PER ME deve diventare l’IRB Player of the Year!

        • malpensante 4 Dicembre 2013, 11:26

          Che non fosse incluso non è una novità, ma per me sarebbe stato l’unico possibile competitore di KR. Per il resto, tutta la vita d’accordo con mez: KR, e poche chiacchiere 🙂

          • mezeena10 4 Dicembre 2013, 13:14

            😉 e son d’ accordo pure su Conrad Snakie Smith! il mio preferito in assoluto!

  7. Teo_8 4 Dicembre 2013, 10:45

    Eben Etzbeth è sicuramente stato uno degli standout player di quest’anno e meritava a mio avviso di essere incluso, così come Sergio che sta giocando a livelli altissimi con una costanza impressionante.
    C’è da riflettere sul fatto che il sudafricano è alla seconda stagione internazionale della sua carriera e ha appena compiuto 22 anni. Incredibile quanto potenziale abbia questo giocatore che incarna il modello “Bakkies” di seconda linea SA!

Lascia un commento

item-thumbnail

Guida al Pro14 – Irlanda

Inizia venerdì la stagione 2020/2021 del campionato celtico. Come stanno Ulster, Leinster, Munster e Connacht?

29 Settembre 2020 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Video: Marcus Smith esegue la tecnica ninja della sparizione

Senza arti oscure non si segna una meta così

29 Settembre 2020 Foto e video
item-thumbnail

Lazio: un gradito ritorno tra i trequarti per il Top10

Il 23enne romano Bonavolontà torna nel club dove è cresciuto

29 Settembre 2020 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Zebre Rugby, coach Bradley: “Con Cardiff sarà decisiva la fase di conquista”

L'allenatore degli emiliani fa il punto della situazione a pochi giorni dall'esordio stagionale

29 Settembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Il saluto commosso di Chris Robshaw ai tifosi degli Harlequins

Il terza linea giocherà la sua ultima partita col club che lo ha sempre visto protagonista nella sua vita ovale

29 Settembre 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Benetton Rugby, la carica di Riccioni: “Ulster e Leinster? Giocheremo senza paura”

Il pilone è pronto a iniziare una nuova stagione, dove vuole essere assoluto protagonista

29 Settembre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby