La foto del giorno: la palla ovale che costa zero al CONI

Una grafica sulla Gazzetta dello Sport che ricorda una cosa che troppo spesso dimentichiamo

La notizia non è certo nuova, però viene rimarcata poche volte. Comunque meno di quanto si dovrebbe. Sappiamo che la FIR è una delle federazioni più ricche e importanti dell’intero movimento sportivo italiano (e quella con i margini di crescita più ampi, aggiungiamo, sia in termini economici che agonistici), spesso viene criticata da tanti – noi compresi – sulla gestione delle sue “ricchezze”. Ma questo ci sta: chi gestisce una posizione decisionale, di potere, inevitabilmente finisce nell’occhio di critiche e polemiche (l’importante è che non siano gratuite e per partito preso) così come compito dei media è – sarebbe – quello di giudicare e di partecipare attivamente alla costruzione di un’opinione pubblica attenta sulle tematiche attinenti alla propria sfera di interessi.

 

Oggi a pagina 45 della Gazzetta dello Sport si parla di politica dello Sport, di CONI, di CONI Servizi e di fondi elargiti dalla massima istituzione dello sport italiano alle varie federazioni per permette loro di vivere, investire e programmare il proprio futuro. Bene, il rugby non c’è. Perché il rugby si regge sulle sue gambe e in un paese come il nostro non è davvero poco.
L’augurio è che quando la FIR passerà all’incasso – magari per riuscire a organizzare finalmente un Mondiale anche da noi – qualcuno in quelle stanze si ricordi di questa cosa. Sia per aprire i lacci della borsa che per fare pressioni su quelle società di calcio che già sappiamo si metteranno di traverso nella concessione dei campi e degli stadi in cui normalmente giocano. Campi e stadi che nel 99% dei casi non sono nemmeno loro. Ecco, quel giorno qualcuno spedisca questa foto al presidente del CONI.

 

PS: il CONI versa nella casse della FIR poco più di un milione e 800mila euro, soldi che tornano interamente indietro per la biglietteria del Sei Nazioni. Qualcosina quindi entra, ma la cifra è molto bassa (e non rimane in cassa) e la sostanza non cambia: la FIR si regge sulle sue gambe.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

L’Italia femminile punta al futuro: nascono le nazionali U18 e U20

Il percorso di sviluppo d'Elite inizierà già dall'Under 16 e dall'Under 17

22 Settembre 2022 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

L’Italia Under 20 saluta Agustin Cavalieri, il tecnico responsabile della mischia degli azzurrini

L'allenatore ha rescisso il suo contratto con la FIR. Per lui una nuova avventura: da head coach nella Major League Rugby

29 Agosto 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

I fondi del PNRR finanzieranno un nuovo campo da rugby a Cernusco sul Naviglio

Lo stanziamento sarà di quasi 5 milioni. Ad aprile la FIR aveva scelto il progetto della città milanese tra i venti proposti

18 Agosto 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Tornano gli Open Day FIR: porte aperte il 17 e 18 settembre

Un momento di accoglienza e aggregazione che punta a seminare cultura ovale

10 Agosto 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Caso Castrogiovanni: World Rugby non aprirà nessuna indagine a riguardo

Il Board non ha intenzione di approfondire una questione che era già venuta fuori nel 2009

9 Agosto 2022 Rugby Azzurro / Vita federale