Australia: Michael Hooper annuncia il ritiro dal rugby giocato

Una lunga serie di infortuni ha compromesso la nuova avventura nel Seven, costringendo l’ex capitano dei Wallabies a chiudere la carriera

Rugby Championship: due cambi nell'Australia, Hooper fa la storia dei Wallabies (Ph. Sebastiano Pessina)

Australia: Michael Hooper (Ph. Sebastiano Pessina)

A 32 anni Michael Hooper dice basta. Dopo aver mancato la convocazione con la nazionale Seven che si prepara a giocare le Olimpiadi, l’ex flanker dei Warathas ha deciso di abbandonare del tutto le attività di campo.

Lo scorso autunno Hooper aveva annunciato il passaggio alla versione a sette per tentare l’avventura olimpica ai giochi di Parigi 2024, ma il suo obiettivo non è stato centrato.

Una serie di infortuni ha ritardato il suo debutto fino ad aprile ed è stato in grado di giocare solo due tornei SVNS prima di subire un altro infortunio all’inguine, che di fatto lo ha escluso dalla finale di Madrid e lo ha indotto ad appendere gli scarpini al chiodo.

Hooper è stato uno degli atleti più decorati nella storia del rugby australiano, ha capitanato i Wallabies più di qualsiasi altro, guidando la nazionale in 69 occasioni. In totale ha accumulato 125 caps, diventanto anche il più giovane centurione della squadra in maglia oro.

Leggi anche: I convocati di Samoa per i test estivi contro Italia e Spagna

Le parole di Michael Hooper al momento del ritiro

“Che corsa! Il mio viaggio olimpico è finito, e con esso, la mia carriera nel rugby australiano. Alla squadra Aussie Sevens, auguro tutto il meglio, perchè è stato un gruppo di atleti fantastico, disponibile e di talento di cui far parte. Sono grato alla mia famiglia e ai miei amici per il loro incrollabile sostegno in tutto. Abbiamo condiviso un viaggio incredibile, pieno di esperienze, sfide e ricordi indimenticabili. Grazie.”, ha detto Hooper tramite un post sul suo account Instagram.

Il CEO della federazione australiana Phil Waugh ha risposto così: “Lascia un’eredità che lo ricorderà come uno dei più grandi a indossare la maglia dei Wallabies e uno dei favoriti tra i tifosi”, ha detto Waugh in una dichiarazione. “Michael è incredibilmente rispettato qui e in tutto il mondo, e a nome di Rugby Australia, voglio augurare a lui e alla sua famiglia tutto il meglio per il futuro”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Ben 3 italiani nel XV della settimana di Planet Rugby

La prestazione degli Azzurri ha avuto importanti riscontri anche all'estero: altri 3 Azzurri, inoltre, sono stati citati pur non essendo inseriti in f...

item-thumbnail

A Chicago sarà ancora All Blacks-Irlanda: la rivincita del 2016

Al Soldier Field dovrebbe andare in scena il remake della storica vittoria degli Irish sui Tuttineri

item-thumbnail

Eddie Jones fa i complimenti all’Italia e chiede tempo per il suo Giappone

Il tecnico elogia Lamaro e compagni "rimandando" i suoi giocatori alle prossime sfide internazionali

item-thumbnail

Summer Series: l’estate della Scozia prosegue in scioltezza, Cile battuto 11-52

La squadra di Gregor Townsend ci mette 30' per iniziare a ingranare, ma poi non si ferma più

item-thumbnail

Italia, come sta Paolo Garbisi?

Il mediano di apertura azzurro è uscito al 67', durante il test match col Giappone, per un forte impatto alla testa contro l'anca di un avversario. Ag...

item-thumbnail

L’Italia chiude le Summer Series nel modo migliore, bel successo sul Giappone di Eddie Jones

Azzurri che partono e chiudono forte con un netto 14-42, soltanto un po' troppa indisciplina ha tenuto a galla i nipponici a cavallo dell'intervallo