Summer Nations Series: la formazione dell’Irlanda per la sfida all’Italia

Jack Crowley è il prescelto per la prima sostituzione di Sexton

Summer Nations Series: la formazione dell'Irlanda per la sfida all'Italia

Summer Nations Series: la formazione dell’Irlanda per la sfida all’Italia (Ph. Sebastiano Pessina)

Per Andy Farrell, il ct dell’Irlanda, il tempo delle scelte è arrivato. Il commissario tecnico dei “Verdi” ha infatti reso nota la formazione che sabato 5 agosto, alle ore 21, con diretta tv su Sky Sport e TV8, sfiderà l’Italia all’Aviva Stadium di Dublino in uno dei Test Match delle Summer Nations Series verso la Rugby World Cup 2023.

Summer Nations Series: la formazione dell’Irlanda per il match contro l’Italia

Nel XV capitanato da Iain Henderson, che in seconda linea farà coppia con Joe McCarthy, le attenzione le prende tutte Jack Crowley, mediano di apertura che avrà il compito di sostituire per primo Jonathan Sexton in cabina di regia della formazione numero uno del mondo, in un reparto trequarti che comprenderà anche il mediano di mischia Craig Casey, i centri Stuart McCloskey e Robbie Henshaw e un triangolo allargato davvero di lusso con Jacob Stockdale e Keith Earls alle ali e Jimmy O’Brien da estremo.

Fra gli avanti invece, detto della “sala macchine”, in terza linea si sistemeranno Jack Conan come numero 8 e Caelan Doris e i Ryan Baird da flanker, mentre in prima linea vi saranno i piloni David Kilcoyne e Tom O’Toole, con Rob Herring a fungere da tallonatore.

In panchina poi, a disposizione e pronti a dare il loro contributo a partita in corso, vi saranno 5 avanti e 3 trequarti: l’uncapped Tom Stewart, i super esperti Cian Healy, Tadhg Furlong e Tadhg Beirne e anche Cian Prendergast, oltre a Caolin Blade e ai potenziali esordienti Ciaran Frawley e Calvin Nash.

Leggi anche, Summer Nations Series: la formazione dell’Italia per la sfida all’Irlanda

Irlanda
15. Jimmy O’Brien (5 caps)
14. Keith Earls (98)
13. Robbie Henshaw (63)
12. Stuart McCloskey (12)
11. Jacob Stockdale (35)
10. Jack Crowley (3)
9. Craig Casey (10)
8.  Jack Conan (38)
7. Caelan Doris (28)
6. Ryan Baird (11)
5. Joe McCarthy (1)
4. Iain Henderson (72 – Capitano)
3. Tom O’Toole (9)
2. Rob Herring (34)
1. David Kilcoyne (51)

A disposizione
16. Tom Stewart (Uncapped)*
17. Cian Healy  (123)
18. Tadhg Furlong (65)
19. Tadhg Beirne (38)
20. Cian Prendergast (1)
21. Caolin Blade  (1)
22. Ciaran Frawley (Uncapped)*
23. Calvin Nash (Uncapped)*

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

I convocati degli All Blacks: un nuovo capitano e 4 grandi assenti per l’Inghilterra e le Fiji

Robertson sceglie 5 possibili esordienti. Si rivedono anche TJ Perenara e Sevu Reece, fuori invece Sotutu

item-thumbnail

Marco Zanon verso le Summer Series: “Un privilegio giocare con l’Italia. Esperienza in Top 14 decisiva”

Terminata la stagione col Benetton e il primo raduno con la Nazionale, il centro guarda alle sfide con Samoa, Tonga e Giappone

item-thumbnail

Summer Series: i convocati della Francia per il tour sudamericano

Selezione decisa da coach Galthié ancor più larga e ricca di novità rispetto alla precedente

item-thumbnail

Test Match, Galles-Sudafrica: Rassie Erasmus non del tutto soddisfatto dei suoi Springboks

Al termine della partita di Twickenham, il tecnico ha però elogiato i suoi debuttanti

item-thumbnail

Test Match: i Barbarians battono le Fiji 45-32

A Twickenham la selezioni a inviti segna sette mete contro le quattro degli isolani

item-thumbnail

Test Match: a Twickenham il Sudafrica supera il Galles 41-13

Cinque mete per i campioni del mondo in carica che travolgono i dragoni nel secondo tempo