Top 10, le parole dei coach vittoriosi dopo le semifinali di andata

Marcato e Casellato vogliono difendere il risultato dell’andata e ritrovarsi in Finale

Petrarca Padova

Top 10, i coach vittoriosi dopo la semifinale di andata (ph. Luigi Mariani)

Colorno e Petrarca sono usciti vittoriosi dalle rispettive semifinali di andata e ora sono chiamati a difendere il vantaggio, in due partite complesse per varie e differenti ragioni, per proiettarsi nella agognata finale del 28 maggio, al Lanfranchi di Parma. I coach Casellato e Marcato hanno voluto dire la loro sulle gare d’andata e su come preparare la semifinale decisiva.

Leggi anche Top 10, le parole dei coach delusi dalle semifinali

Le dichiarazioni del coach di Colorno

Dopo la vittoria casalinga, Colorno è chiamata all’impresa: espugnare Rovigo, uno dei campi più difficili d’Italia, non solo per il valore dell’avversario ma anche per il pubblico del Battaglini, forse il più caloroso di tutto il movimento nostrano. Coach Casellato, ex della gara che conosce bene l’ambiente rodigino, a riguardo ha le idee chiare, come dice alla Voce di Rovigo: “In campo si va 15 contro 15, e anche noi avremo dietro un paese intero che ci spingerà. Sento tanta energia.”

Commentando la partita d’andata l’allenatore trevigiano dichiara: “I ragazzi hanno fatto una grandissima partita, abbiamo rovinato i piani al Rovigo, stiamo scrivendo una pagina di storia dietro l’altra.”

E anche rispetto al percorso stagionale: “Per noi era importante dimostrare che meritavamo questi playoff dopo la partita di campionato. Dopo l’incontro li abbiamo resi più incerti e verremo a Rovigo per giocare la nostra partita e poi il campo darà la sua sentenza.”

In vista della gara poi l’attenzione è rivolta ai dettagli: “Nella preparazione al match cerchiamo di concentrarci più sui particolari tecnici che sul volume in questa fase della stagione.”

Le dichiarazioni del coach del Petrarca

Da parte sua Marcato invece, alla guida del Petrarca dal 2017, è forte del successo esterno dei suoi sul campo del Valorugby, che dovrà confermare a Padova, ma sa di aver buttato l’occasione di chiudere i giochi già all’andata, per la rimonta subita dai suoi e dichiara al Gazzettino di Padova.: “Prima della partita ci avrei messo la firma per tornare a Padova con un 4-1 in classifica, ma visto come si era messa, un po’ di rammarico c’è.”

E sulle ragioni del calo: “Escludo la stanchezza fisica, non siamo più riusciti ad avere il controllo del gioco, siamo stati pasticcioni, abbiamo sbagliato un paio di lanci in touche, ma va messa in conto anche la reazione del Valorugby, il suo orgoglio, le sue capacità. Stiamo parlando di una squadra forte, che ha terminato la stagione regolare al terzo posto, che ha giocatori di alto livello e di temperamento. Per cui ci sta una fase di gara in cui si patisce, anche se potevamo fare meglio.”

Poi pensando alla prossima partita di ritorno: “Abbiamo un piccolo vantaggio ma non ci dobbiamo adagiare, non è un parziale di sicurezza. Ogni partita ha una sua storia e si inizia sempre sullo 0 a 0. Non faremo nessun calcolo, nessuna speculazione, andiamo in campo per vincere.”

Infine chiude con un appello al tifo patavino: “L’anno scorso in semifinale con Calvisano al Plebiscito c’era un buon numero di spettatori perché erano venuti a vederci molti ragazzi delle squadre giovanili con i loro genitori. Confido sia così anche domenica e che magari vengano anche tanti altri appassionati di rugby.”

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Serie A Elite, al Viadana ci si “fa in quattro” coi rinnovi

Altri due avanti e due trequarti vestiranno la maglia giallonera la prossima stagione

10 Luglio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

Serie A Elite, Colorno: arrivano i rinnovi nel reparto dei trequarti

Tra mediani, centri e triangolo allargato, confermati in biancorosso altri 10 giocatori

10 Luglio 2024 Campionati Italiani / Serie A Elite
item-thumbnail

La risposta del presidente Innocenti alla lettera dei club della Serie A Elite

Dalle deroghe alle partite in contemporaneità il sabato fino al TMO: tutti i punti affrontati dal presidente federale

item-thumbnail

Serie A Elite, Petrarca: Corrado Covi responsabile di tutta la gestione sportiva

A Padova inizia un nuovo ciclo dopo l'addio di Alessandro Banzato e Vittorio Munari

item-thumbnail

Serie A Elite: Rovigo pesca ancora in Sudafrica, ecco il sostituto dell’apertura Atkins

Arriva Brandon Thomson alla corte di Davide Giazzon per la stagione 2024/2025

item-thumbnail

Rugby Petrarca: Alessandro Banzato lascia la presidenza. Termina anche l’incarico di Vittorio Munari

Il presidente uscente conferma anche la fine dell'interessamento del Club a partecipare allo United Rugby Championship