Benetton, Ruzza: “Coi Lions eravamo in controllo, difficile capire cos’è successo”

L’avanti biancoverde: “Ci sono state delle leggerezze, lavoriamo per capire cosa è accaduto”

Benetton, Ruzza: "Coi Lions eravamo in controllo, difficile capire cos'è successo" ph. Ettore Griffoni

Benetton, Ruzza: “Coi Lions eravamo in controllo, difficile capire cos’è successo” ph. Ettore Griffoni

La sconfitta del Benetton contro i Lions ha lasciato nell’ambiente tanta delusione, sia perché era una partita assolutamente alla portata – come dimostrato dai primi 60 minuti dominati – sia perché adesso l’obiettivo quarti di finale di URC si allontana ancora di più.

L’impresa degli Scarlets contro gli Sharks ha lasciato aperta una porta, ma intanto a Treviso si stanno interrogando su cosa sia accaduto nel pomeriggio di Monigo, quando 6 minuti di totale black-out hanno permesso ai sudafricani di ricucire 15 punti di svantaggio come niente e ribaltare la partita.

Leggi anche: URC: gli highlights di Benetton-Lions

Federico Ruzza, ai microfoni de La Tribuna, ha provato ad analizzare la partita di sabato: “Eravamo in controllo, abbiamo segnato la quarta meta e c’erano 20 minuti da giocare. Ci sono state delle leggerezze, l’importante è capire cosa sia successo: difficile capirlo e spiegarlo così a caldo, ci eravamo messi nelle condizioni migliori per vincere, per un’ora i Lions sono stati in oggettiva difficoltà, fino a quel momento era stata una partita preparata e giocata bene”.

Leggi anche: URC: gli Scarlets fanno l’impresa con gli Sharks e regalano al Benetton un’altra occasione

Adesso però c’è la Challenge Cup, l’altro grande obiettivo del Benetton. Sabato arriva a Monigo un avversario storicamente difficile per i biancoverdi, quel Connacht che con la vittoria di ieri ha messo un piede nei playoff e che lo scorso novembre ha vinto lo scontro diretto in Irlanda: “Contro Connacht è un’altra partita da dentro o fuori, l’ultima chance per restare nella Coppa, credo che le motivazioni arrivino da sole”

“Non bisogna farsi prendere dallo sconforto” conclude Ruzza: “Dobbiamo ripartire da quanto di buono fatto nella prima ora coi Lions e controllare le emozioni. Ci attende una grande partita che ci siamo conquistati giocando molto bene la prima fase di Challenge”.

 

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

URC Awards: il Benetton Rugby è il club più innovativo della stagione 2023/24

Il club biancoverde è stato premiato per gli ottimi risultati raggiunti fuori dal campo

item-thumbnail

Marco Bortolami racconta i rapporti con Quesada, il mercato del Benetton e la difficoltà di “tagliare” i giocatori

Il tecnico dei biancoverdi nella seconda parte dell'intervista rilasciata a OnRugby: "Lasciar andare via o tagliare dei ragazzi che stimi è dolorissim...

item-thumbnail

Bortolami: “Benetton, stagione da 8. Il successo più bello è la crescita di Izekor, Spagnolo, Marin e gli altri”

Nella prima parte della lunga intervista rilasciata a OnRugby il tecnico traccia un bilancio della stagione: "I Bulls ci hanno fatto i complimenti. La...

item-thumbnail

Benetton, Pavanello: “Miglior torneo celtico di sempre. I Bulls? Ho più rimpianti per Gloucester”

Il direttore generale dei biancoverdi: "A Pretoria la squadra ha dato tutto. Il mercato? Un altro paio di arrivi e saremo a posto"

item-thumbnail

URC: Alessandro Izekor conquista un prestigioso premio individuale

Il flanker del Benetton Rugby e della Nazionale si è messo in luce accumulando percentuali difensive rilevanti

item-thumbnail

URC: il Benetton sfiora l’impresa. A Pretoria vincono i Bulls 30-23

Non basta un secondo tempo positivo per entrare in semifinale. Per Treviso in meta Ratave, Albornoz e Fekitoa