Sei Nazioni 2023: i 7 leader nelle statistiche individuali, c’è un Azzurro

Un’occhiata ai migliori nelle statistiche individuali prima dell’ultima giornata del Sei Nazioni 2023

Sei Nazioni 2023: i 7 leader nelle statistiche individuali, c’è un Azzurro – ph. S.pessina

Il Sei Nazioni 2023 si sta avvicinando alla sua giornata finale, il Super Saturday. Il 18 marzo avremo la classifica definitiva del torneo che proclamerà il vincitore di quest’edizione, ma anche tutte le statistiche per quanto riguarda le squadre ed i singoli giocatori. Attualmente, però, chi sono i migliori nelle statistiche individuali?

Planet Rugby, con l’aiuto dei dati di Opta stats, ha individuato sette fondamentali del rugby e i loro migliori interpreti dopo quattro giornate del Sei Nazioni 2023. E tra questi c’è anche un italiano, Federico Ruzza.

Sei Nazioni 2023: i 7 leader nelle statistiche individuali, c’è un Azzurro

Il seconda linea azzurro è attualmente il giocatore che ha vinto più rimesse laterali, ben 32 dall’inizio del torneo. È il grande candidato anche per vincere questa speciale classifica alla fine del Sei Nazioni, considerando che il secondo, l’inglese Ollie Chessum, è distante ben 14 lunghezze.

Per quanto riguarda le altre statistiche, ben più aperta è la lotta per chi sarà il miglior realizzatore di mete del torneo: lo scozzese Huw Jones è a 4 mete segnate, ma è inseguito da Penaud, Ollivon, Ramos, Flament, Hansen e Lowe, tutti a 3 marcature.

Già chiusa appare la lotta per il miglior marcatore di punti. L’estremo francese Thomas Ramos è in testa a questa classifica sin dalla prima giornata del torneo ed ora è a quota 68 punti realizzati. Il bottino migliore l’ha realizzato proprio nell’ultima partita giocata, contro l’Inghilterra: ben 23 punti grazie ad una meta, 6 trasformazioni e 2 calci di punizione.

Leggi anche: Sei Nazioni 2023: la situazione infortuni prima del rush finale

Sono in due a giocarsi il titolo di miglior placcatore dell’edizione 2023 del Sei Nazioni: lo scozzese Matt Fagerson e il francese Thibaud Flament. Il primo ne ha effettuati finora 70, il secondo è indietro di sole tre lunghezze. All’interno di questa statistica Planet Rugby individua anche una positiva curiosità: l’azzurro Danilo Fischetti è colui che ha realizzato ad ora più placcaggi dominanti (8).

Aperta è la lotta per il miglior ball carrier, sfida che coinvolge anche un italiano. Con 53 palloni portati a contatto è l’inglese Freddie Steward a guidare la classifica, tallonato però da due inseguitori: lo scozzese Finn Russell e l’azzurro Sebastian Negri, entrambi a 52.

Rimangono ancora due statistiche individuali: quella dei metri percorsi è una lotta tutta irlandese tra Hugo Keenan (497 metri) e James Lowe (487), considerando che Ramos e Steward sono abbastanza lontani (rispettivamente 411 e 402). Duhan van der Merwe svetta invece nella classifica dei difensori battuti, ben 27 di cui 11 solo nella prima giornata. Planet Rugby ricorda che anche l’azzurro Capuozzo avrebbe potuto essere della partita (arrivato a quota 20), non fosse stato per l’infortunio.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

L’inglese Henry Pollock eletto Miglior giocatore del Sei Nazioni U20

Il terza linea inglese è un giovane di grande prospettiva

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra

item-thumbnail

Scozia: fiducia in Gregor Townsend, nonostante tutto

Il capo allenatore rimane al suo posto, ma la federazione ha fatto intendere di non essere troppo soddisfatta dell'ultimo Sei Nazioni