URC: Zebre sconfitte a Glasgow. I Warriors vincono 50-8

Dopo un discreto inizio di partita le Zebre cedono progressivamente subendo otto mete

Glasgow-Zebre

Glasgow-Zebre

La proibitiva trasferta di Glasgow, con i Warriors reduci da 12 vittorie consecutive in casa e mai sconfitti dalle Zebre nelle 20 precedenti sfide, si è conclusa come da pronostico con i padroni di casa che hanno chiuso il match già nella prima frazione grazie quattro mete frutto di uno strapotere in touche e maul.

Le Zebre che dopo un buon inizio, con tanto di meta del vantaggio di Chris Cook, hanno dovuto pian piano cedere alla superiorità degli uomini di Franco Smith hanno comunque disputato una buona prima frazione proponendo qualche buona sortita offensiva alla mano, peccando però anche dal punto di vista della disciplina che ha permesso a Glasgow di guadagnare quelle touche che tanto hanno messo in difficoltà Lucchin e compagni.

Il secondo tempo è un monologo Warriors che, in controllo del match, marcano altre due mete nei primi 20 minuti, beneficiando anche della superiorità numerica per un giallo a Manfredi, e andando poi ancora due volte in meta nei minuti finali.

La cornaca di Glasgow Warriors-Zebre

La prima azione offensiva è delle Zebre, che dopo una bella iniziativa di Boni, guadagnano due falli consecutivi sui cinque metri. Sugli sviluppi del secondo Chris Cook batte velocemente e va oltre la linea bianca portando il risultato sul 5-0 dopo due soli minuti. Al nono minuto Glasgow entra per la seconda volta nei 22 zebrati e il drive nato dagli sviluppi della touche porta il tallonatore johnny Matthews direttamente in meta. Tom Jordan centra i pali portando Glasgow sul 7-5.

Nel primo quarto le Zebre giocano bene proponendo un paio di azioni offensive di buona qualità ma sopratutto difendono con ordine rendendo la vita parecchio difficile in attacco ai padroni di casa. Al minuto 19′, a seguito di un fallo dei padroni di casa, arriva il meritato vantaggio con il piede di Trulla che mette in mezzo ai pali un calcio centrale da oltre quarantacinque metri.

Al 27esimo Glasgow suona lo sesto spartito della prima meta: tpuche sui cinque metri, driving maul che avanza e   Johnny Matthews che marca la sua seconda meta. questa volta però il calcio di Jordan è impreciso e il risultato resta sul 12-8. A nove dal risposo primo errore in touche delle Zebre che permette a Lewis Bean di impossessarsi di un pallone smanacciato e di servirlo a JP du Preez che, dopo aver resistito a un tentativo di placcaggio, va in meta.

Al 36esimo grande occasione per la squadra italiana che, sfruttando anche il vantaggio, va vicinissima alla meta con un grubber di Lucchin per Boni che raccoglie bene ma perde il controllo del pallone in seguito a un placcaggio proprio sulla linea di meta. A tempo scaduto terza meta personale di Matthews sempre dagli sviluppi di una maul avanzante originatasi dall’ennesima touche. Il primo tempo si chiude cosi sul 24-7 e i Warriors che conquistano il punto di bonus.

Leggi anche: URC, Benetton Rugby: la formazione dei Leoni per la sfida in casa degli Ospreys

La seconda frazione per le Zebre inizia con due sostituzioni per concussion: quella di Lucchin e quella di Cook, che diventa definitiva dopo che il mediano di mischia era già uscito a metà del primo tempo lasciando il posto a Jelic. E proprio da un errore di Jelic che si fa intercettare un calcio dalla base nasce la prima meta della ripresa  realizzata da Stafford McDowall.

Al 55esimo l’arbitro ammonisce Marco Manfredi con le Zebre che restano così in 14. La superiorità, non solo numerica, di Glasgow aumenta e arriva così la meta dell’ala Cole Forbes. Grazie alla precisa trasformazione di Jordan Glasgow fissa il parziale sul 38-8. A otto minuti dal termine Vailanu trova un break in mezzo al campo e serve Thomas Gordon che va a bersaglio grosso. Duncan Weir, entrato al posto di Jordan, realizza i due punti aggiuntivi dalla più facile delle posizioni e fissa il risultato sul 45-8. A tempo scaduto c’è tempo per un’altra meta di Glasgow con Fraser Brown per un rotondo 50-8 con cui si conclude la partita.

Il tabellino di Glasgow Warriors-Zebre

Glasgow Warriors: 15 Ollie Smith, 14 Cole Forbes, 13 Stafford McDowall (C), 12 Sam Johnson, 11 Josh McKay, 10 Tom Jordan, 9 George Horne, 8 Sione Vailanu, 7 Rory Darge, 6 Scott Cummings, 5 JP du Preez, 4 Lewis Bean, 3 Simon Berghan, 2 Johnny Matthews, 1 Allan Dell
A disposizione: 16 Fraser Brown, 17 Jamie Bhatti, 18 Oli Kebble, 19 Alex Samuel, 20 Gregor Brown, 21 Thomas Gordon, 22 Jamie Dobie, 23 Duncan Weir

Mete: Johnny Matthews (9,27,43), JP du Preez (31), Stafford McDowall (47), Cole Forbes (58), Thomas Gordon (73), Fraser Brown (82)
Trasformazioni: Tom Jordan (10,44, 48,59), Duncan Weir (74)
Punizioni:

Zebre Rugby: 15 Richard Kriel, 14 Jacopo Trulla, 13 Tommaso Boni, 12 Enrico Lucchin (Cap), 11 Simone Gesi, 10 Tiff Eden, 9 Chris Cook, 8 Davide Ruggeri, 7 Matt Kvesic, 6 Luca Andreani, 5. Andrea Zambonin, 4 Leonard Krumov, 3 Matteo Nocera, 2 Giampietro Ribaldi, 1 Paolo Buonfiglio
A disposizione: 16 Marco Manfredi, 17 Luca Rizzoli, 18 Ion Neculai, 19 Jan Uys, 20 Giovanni Licata, 21 Ratko Jelic, 22 Geronimo Prisciantelli, 23 Damiano Mazza

Mete: Chris Cook (2)
Trasformazioni:
Punizioni: Trulla (19)

Man of the match della partita: Johnny Matthews

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Zebre, parla Roselli: “Tra cambiamenti e precarietà non è stato facile, eppure sta nascendo un’eccellenza”

Il tecnico romano saluta la franchigia emiliana, con cui ha collaborato complessivamente per 6 stagioni

item-thumbnail

URC: le Zebre imbrigliano a lungo Glasgow, poi nel finale passano gli scozzesi

La franchigia ducale gioca una partita di spessore, ma non basta per ottenere la vittoria in trasferta

item-thumbnail

URC: Zebre, ultimo atto. A Glasgow per finire con orgoglio

La preview della gara che chiude la stagione della franchigia di Parma

item-thumbnail

Le ultime Zebre della stagione: la formazione per Glasgow

Luca Morisi capitano per l'ultima della gestione Roselli

item-thumbnail

Zebre Parma: bollettino ufficiale su Lorenzo Pani

Il trequarti sarà costretto a stare fuori molto a lungo

item-thumbnail

URC: gli highlights di Zebre-Scarlets

Tutte le azioni principali della sfida del diciassettesimo turno