Zebre, Michele Dalai: “Noi eravamo già nella direzione del limite di non eleggibilità. Ora puntiamo ai derby”

Il dirigente della franchigia emiliana spiega la sua visione

Michele Dalai, presidente Zebre Rugby Club

Zebre, Michele Dalai: “Noi eravamo già nella direzione del limite di non eleggibilità. Ora puntiamo ai derby”

Il punto di vista del Benetton Rugby, ma anche quello delle Zebre. L’introduzione congiunta, assieme alla FIR, della scelta delle franchigie italiane di URC di schierare non più di 7 giocatori non eleggibili, fa discutere e non poco nel rugby nostrano.

Leggi anche, Benetton Rugby, Amerino Zatta: “La scelta sui non eleggibili ha una sua logica. Ora decisioni oculate”

Zebre, Michele Dalai: “Noi eravamo già nella direzione del limite di non eleggibilità. Ora puntiamo ai derby”

A fornire la sua visione delle cose è stato l’amministratore delegato delle Zebre, Michele Dalai, che alla Gazzetta di Parma ha detto: “Noi eravamo già in quella direzione, avendo scelto di inserire molti giovani italiani che escono dalle accademie. Il primo anno si confrontano con un campionato difficilissimo, molto impegnativo, e devono accumulare esperienza. Il compito nostro e di Treviso è produrre giocatori per la nazionale. E’ chiaro che siamo chiamati anche a scelte di sostegno in quei ruoli in cui dobbiamo aiutare con l’esperienza ragazzi così giovani, ad esempio nel ruolo di pilone, che, per quanto ci riguarda, già stanno dando tantissimo”.

Sui giocatori che si mettono in luce e che poi vengono cercati all’estero, il dirigente offre una chiave di lettura alternativa e interessante: “E’ meglio anche per il movimento. Chiaro che a me piacerebbe averli più a lungo, ma capisco che certe sirene siano più seducenti; avendo, però, un club più stabile con un progetto ben chiaro credo sia un po’ diverso da prima e che alcuni, ora, abbiano l’interesse a rappresentarlo”.

Poi aggiunge, sulla sinergia con Treviso: “Per la prima volta nella storia abbiamo un rapporto che può aiutare entrambe a trovare nuove risorse, a condividere, oltre che percorsi tecnici, iniziative commerciali. Siamo due piccole nazionali, i brand che hanno interesse per la maglia della nazionale auspichiamo si convincano che Benetton e Zebre sono parte della stessa medaglia. Bank of Ireland sponsorizza tutte e quattro le franchigie irlandesi”.

Infine, una fotografia sulla stagione delle Zebre pensando anche agli imminenti derby in arrivo proprio contro i veneti: “Dopo le prime due quasi vittorie contro due giganti veniamo affrontati come una squadra che compete, ma con una squadra così giovane ci mancano quei dettagli che possono fare la differenza. Treviso è squadra molto solida che quando fiuta il sangue della preda sa come aggredire. Sono derby e tutto può succedere; noi veniamo da un periodo sfortunato per gli infortuni, però la squadra ha le energie, fisiche e morali, per giocare due buone partite. Sarebbe giusto vincere per quello che abbiamo fatto vedere finora”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

URC, Zebre: la formazione per la sfida contro gli Ospreys

Ritorna in campo Lorenzo Pani dopo la squalifica. Il capitano sarà Tommaso Boni

item-thumbnail

La preview di Tolone-Zebre: le formazioni e dove si vede in tv e streaming

La squadra di Roselli deve fare l'impresa in Francia per passare il turno

item-thumbnail

Zebre, Roselli: “Dopo Bristol vogliamo riscattarci, ma a Tolone la panchina dovrà fare meglio”

Il tecnico spiega cosa serve ai suoi ragazzi per tentare l'impresa nell'ultima giornata di Challenge Cup

item-thumbnail

Fabio Roselli: “Le Zebre fanno e disfano, ci manca la continuità”

Il tecnico ha analizzato il crollo nel finale del match contro Bristol

item-thumbnail

Ultima chiamata per la Challenge: la preview di Zebre-Bristol

La squadra di Roselli può ancora qualificarsi agli ottavi, ma ha bisogno di vincere contro gli inglesi

item-thumbnail

Zebre: il punto sugli infortunati e sui recuperati del club emiliano

Roselli ritrova quattro elementi perdendone di contro uno. Buone notizie fra gli avanti