Eddie Jones racconta i suoi rimpianti con l’Inghilterra

L’analisi del tecnico a qualche settimana dall’esonero

Eddie Jones ph. S. Pessina

Eddie Jones racconta i suoi rimpianti con l’Inghilterra – ph. S. Pessina

A distanza di qualche settimana dall’esonero dalla guida della nazionale inglese, Eddie Jones si racconta. Per farlo, il tecnico vicecampione del mondo nell’ultima edizione delle Rugby World Cup, ha scelto le colonne del Midi Olympique.

Eddie Jones racconta i suoi rimpianti con l’Inghilterra

L’allenatore, al media francese ha detto: “Troppo duro? Questo semmai me lo possono rimproverare in coincidenza dell’inizio della mia carriera, ma non negli ultimi tempi, anzi: credo di essere stato troppo morbido”.

Poi torna sul passato recente: “Dopo il 25-25 contro gli All Blacks, ho incontrato il comparto tecnico della RFU, ma sembravano strani, diversi dal solito. Lì ho avvertito che qualcosa non andasse. Successivamente ho iniziato a leggere siti e giornali: c’erano tante critiche. Ho capito che la fine dell’avventura era vicina”.

Su Bill Sweeney e sul management federale: “Hanno l’ossessione della Rugby World Cup, ma questo non può farti cancellare gli anni di lavoro precedente. In ogni stagione c’è il Sei Nazioni e noi abbiamo lavorato sempre per provare a vincere tutte le partite…”.

Infine il vero rimpianto di Eddie Jones: “Bisogna rassegnarsi a convivere con gli errori, perché tutti li facciamo. Se potessi tornare indietro? Cambierei alcuni criteri di selezione. La squadra era principalmente fondata sui Saracens e nel 2021, causa retrocessione, il loro livello di gioco e di performance è sceso e di conseguenza anche il nostro. Avrei dovuto cambiare qualcosa, nelle scelte e nei metodi di allenamento: è un errore di cui mi pento”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Gatland ha rivelato che c’è “una porta aperta per il ritorno di George North in Nazionale”

Il tecnico ha detto che valuterà le condizioni della leggenda gallese, che potrebbe concedersi un'altra "Last Dance" dopo il finale deludente di Cardi...

item-thumbnail

Sudafrica, Rassie Erasmus: “Pronti a ripartire. Ci attende un 2024 intenso”

Il tecnico degli Springboks carica i suoi in vista di un calendario fitto di impegni

item-thumbnail

Anche Hugo Keenan verso il Sevens olimpico

L'irlandese si unisce al già nutrito contingente di giocatori che passano temporaneamente al rugby a sette

item-thumbnail

Galles, altri guai per Gatland: Anscombe rifiuta la convocazione e Sheedy si fa male di nuovo

Il tecnico dovrà sfidare Sudafrica e Australia con una mediana ridotta all'osso

item-thumbnail

Jasper Wiese “pianta” Ross Vintcent, viene espulso e ora rischia di saltare Sudafrica-Irlanda

Il terza linea sudafricano potrebbe ricevere una squalifica che gli impedirebbe di disputare il doppio match più atteso dell'anno

item-thumbnail

All Blacks, Sam Cane: “Non sono un giocatore finito”

Il flanker manifesta la sua gran voglia di finire la propria carriera internazionale al meglio