Benetton, Bortolami: “Se Ioane torna, bene, altrimenti faremo a meno di lui”

Il capo allenatore dei Leoni è stato chiaro: “Per me vige il concetto di squadra, non del singolo”

Benetton, Bortolami: "Se Ioane torna, bene, altrimenti faremo a meno di lui"

Benetton, Bortolami: “Se Ioane torna, bene, altrimenti faremo a meno di lui” ph. Massimiliano Carnabuci

Per ora, non filtrano novità riguardo al caso Ioane, che sta tenendo banco in questi giorni dalle parti della Ghirada. Nel frattempo, il Benetton ha iniziato la preparazione pre-campionato con quasi tutti i giocatori a disposizione: oltre all’ala rimasta in Australia mancano soltanto gli argentini Chaparro, Gallo e Albornoz, impegnati con i Pumas nel Rugby Championship.

Il capo allenatore Marco Bortolami, ai microfoni de La Tribuna, è stato molto chiaro: “Se Ioane torna, bene, altrimenti faremo a meno di lui”.

La priorità del tecnico è il gruppo, con il quale sta già lavorando per preparare al meglio la stagione 2022-23, che vedrà i Leoni impegnati sia nello United Rugby Championship che in Challenge Cup, dove affronteranno per due volte lo Stade Francais e i Worcester Warriors nella prima fase del torneo.

Leggi anche: Benetton, Zatta: “Abbiamo obiettivi importanti. La Challenge? Non esistono squadre facili”

“Per me vige sempre il concetto di squadra, non il singolo” ha infatti continuato Bortolami, che poi conclude: “Comunque nel ruolo siamo coperti”.

Il Benetton, infatti, ha diverse soluzioni per il ruolo di ala. C’è ovviamente il solito Ratuva Tavuyara, che nonostante l’ultima stagione disputata sotto tono è per caratteristiche tecniche il miglior finisher a disposizione nel ruolo. Anche Tommaso Menoncello è tra i principali candidati: da ala ha segnato sia contro la Francia che contro la Georgia (mentre con la Romania, quando fu autore di una doppietta, venne schierato secondo centro)

Leggi anche: United Rugby Championship: le date e gli orari delle partite del Benetton

Ci sono ovviamente anche i nuovi acquisti Onisi Ratave e Marcus Watson. Inoltre, Bortolami si affiderà anche all’esperienza di Edoardo Padovani, che copre ben tre ruoli: estremo, ala e all’occorrenza anche apertura.

Da non dimenticare anche Mattia Bellini, che nel finale della scorsa stagione sembra essersi ritrovato e ha tutta l’intenzione di tornare il giocatore di qualche anno fa, anche lui dotato di un notevole fiuto per la meta. In alcune occasioni, anche Rhyno Smith ha giocato ala, sfruttando la sua grande velocità e la sua imprevedibilità.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Benetton, Menoncello: “Siamo delusi dopo Dublino, ripartiamo subito contro gli Scarlets”

Il trequarti anche della Nazionale ha fatto il suo esordio stagionale venerdì nella sfortunata trasferta irlandese dei Leoni

item-thumbnail

Manfredi Albanese: “A Dublino partita complicata. Scarlets e Dragons? Vogliamo vincerle entrambe”

L'emozione della meta all'esordio si unisce alla delusione per la brutta sconfitta: ma il mediano di mischia guarda avanti

item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “Se Leinster gioca sempre nei tuoi 22, le cose diventano difficili”

Deluso da una prestazione mai competitiva, l'head coach del Benetton guarda anche alle note positive della trasferta di Dublino

item-thumbnail

URC, Benetton affondato a Dublino: finisce 42-10

Il Leinster fa valere tutto il proprio spessore. La meta dell'esordiente Albanese unica consolazione

item-thumbnail

URC: la formazione del Benetton per la sfida a Leinster, con 3 esordi

Onisi Ratave parte dall'inizio, dalla panchina possibile prima volta per Stowers e Albanese