Challenge Cup: il Benetton strappa gli ottavi con un sudato 17-7

Partita mediocre in un Monigo fradicio. Leoni approssimativi, Perpignan cala alla distanza

URC, Benetton: fatta la formazione che ospita Leinster a Monigo. Ph. Mattia Radoni

Challenge Cup: Benetton agli ottavi – ph. Mattia Radoni

C’è voluta quasi un’ora perché il Benetton avesse finalmente ragione di un Perpignan non certo irresistibile.

Sotto l’abbondante pioggia caduta su Treviso, che ha reso il terreno di Monigo fradicio, con alcune zone semi-allagate, i biancoverdi hanno vinto una partita brutta, giocata in maniera mediocre dai padroni di casa. Solo la forza di volontà e una maggiore prestanza fisica ha permesso loro di segnare due mete in 9 minuti per ribaltare un risultato che fino a quel momento li vedeva incredibilmente sotto nel punteggio.

La gara, iniziata con 15′ di ritardo proprio per l’acquazzone sceso, è partita con un Benetton che ha saputo mettere subito 3 punti sul tabellone con Da Re e che grazie al piede del suo mediano di apertura ha costantemente mantenuto gli avversari nel loro campo.

Leggi anche: Challenge Cup: la preview di Newcastle-Zebre

Già dalle prime battute, però, i Leoni hanno denunciato un’incapacità di stare lontano dagli errori: fra rimesse laterali gettate al vento, turnover nel punto d’incontro ed errori gestuali, la partita si è complicata con il passare dei minuti e le mancanza dei veneti hanno portato in partita una squadra avversaria che si limitava ad essere in campo, facendo il proprio dovere.

Il massimo della beffa in chiusura di tempo: su un calcio tattico innocuo Duvenage e Tavuyara si sono scontrati, finendo a terra e perdendo l’ovale, consegnando al 13 avversario Sawailau la più facile delle mete. Il primo tempo si chiudeva così sul 3-7 nell’incredulità del comunque caloroso pubblico biancoverde.

Nella ripresa il copione non è cambiato. Benetton costantemente in avanti, mai messo davvero in difficoltà dagli avversari, ma incapace di fare male.

Le cose sono cambiate con l’ingresso di Tomas Albornoz in cabina di regia, con Da Re spostato ad estremo e Padovani all’ala per un Tavuyara fuori fuoco. Dopo un multifase offensivo finalmente positivo, l’apertura argentina ha trovato spazio fra le maglie della difesa avversaria ed ha potuto mettere a segno la meta del tanto sospirato sorpasso.

Leggi anche: FIR: German Fernandez Direttore dell’Alto Livello Giovanile

Benetton si è immediatamente riportato in attacco, mentre le energie del Perpignan andavano scemando. Dopo una lunga sequenza di pick and go sulla linea di meta, intervallata da calci di punizione, un cartellino giallo e due mete non assegnate per mancanza di evidenza nelle immagini del TMO, Ivan Nemer ha finalmente chiuso i conti con la meta che ha messo 10 punti fra le due squadre, chiudendo di fatto l’incontro.

Nel finale i Leoni hanno provato ad arrotondare il punteggio, ma ancora una volta qualche errore di troppo ha impedito di dare soddisfazione ad un pomeriggio dal quale il Benetton porta a casa la prima vittoria del 2022, e non è poco, ma anche la consapevolezza che per provare a giocarsela negli ottavi di finale servirà una prestazione decisamente superiore.

Benetton: 15 Edoardo Padovani, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Ignacio Brex, 12 Tommaso Menoncello, 11 Monty Ioane, 10 Giacomo Da Re, 9 Dewaldt Duvenage, 8 Toa Halafihi, 7 Michele Lamaro (C), 6 Manuel Zuliani, 5 Federico Ruzza, 4 Irné Herbst, 3 Nahuel Tetaz Chaparro, 2 Giacomo Nicotera, 1 Thomas Gallo.
A disposizione: 16 Corniel Els, 17 Ivan Nemer, 18 Tiziano Pasquali, 19 Niccolò Cannone, 20 Sebastian Negri, 21 Alessandro Garbisi, 22 Tomas Albornoz, 23 Joaquin Riera.

Marcatori Benetton
Mete: Albornoz (51), Nemer (60)
Traasformazioni: Albornoz (51, 60)
Calci di punizione: Da Re (5)

USAP: 15 Lucas Dubois, 14 Alivereti Duguivalu, 13 Eddie Sawailau, 12 George Tilsley, 11 Jean Bernard Pujol, 10 Pato Fernandez, 9 Matteo Rodor, 8 Matthieu Ugena, 7 Alan Brazo, 6 Lucas Bachelier, 5 Tex Cavubati, 4 Shahn Eru, 3 Arthur Joly, 2 Victor Montgaillard, 1 Xavier Chiocci
A disposizione: 16 Jeffrey Heafala, 17 Sami Mavinga, 18 Akato Fakatika, 19 Samuel M’Foudi , 20.Andrei Mahu, 21 Martin Landajo, 22 Baptiste Plana, 23 Leo Darrelatour.

Marcatori USAP
Mete: Sawailau (38)
Traasformazioni:
Calci di punizione:

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Challenge Cup 2022/23: i sorteggi per Zebre e Benetton

Ai ducali tocca di nuovo il Tolone, mentre i Leoni sfideranno Stade Français e Worcester Warriors

28 Giugno 2022 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: Lione domina Tolone e vince il suo primo trofeo

Partita quasi mai in discussione, dove Lione vince la battaglia fisica e scappa via in maniera decisiva a inizio secondo tempo. Finisce 30 a 12

28 Maggio 2022 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: le formazioni della finale Lione-Tolone con Sergio Parisse

Derby francese ad altissimo tasso tecnico per la prima finale del weekend: in campo una marea di campioni, quale delle due alzerà la sua prima Challen...

27 Maggio 2022 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Saracens – La rabbia di Farrell: “Delusi dalla prestazione. Non deve più accadere”

L'apertura inglese non ha preso bene la sconfitta di ieri sera contro Tolone

15 Maggio 2022 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Sergio Parisse e il Tolone volano in finale di Challenge Cup battendo i Saracens

Sarà derby francese nell'ultimo atto di Challenge Cup. Grande prova dei rossoneri contro un avversario sempre ostico come i Saracens

15 Maggio 2022 Coppe Europee / Challenge Cup