Sei Nazioni 2022: le dichiarazioni dopo Irlanda-Italia

Lamaro non commenta. Il capitano irlandese O’Mahony: “È vero che bisogna controllare l’altezza del proprio placcaggio ma non credo ci fosse volontarietà in quel contatto”

Sei Nazioni 2022: le dichiarazioni dopo Irlanda-Italia

Sei Nazioni 2022: le dichiarazioni dopo Irlanda-Italia -Ph . S. Pessina

DUBLINO L’episodio più affrontato dai giornalisti, anche dopo la gara, è il rosso a Faiva, ma alla fine ne parlano più gli irlandesi che gli italiani. Kieran Crowley inizia spiegando alcuni particolari sulle regole della composizione del foglio gara squadra.

Leggi anche: Sei Nazioni 2022: Irlanda-Italia dura 19 minuti, poi azzurri in 13: finisce 57-6

“Non si possono nominare più di due tallonatori nel foglio – spiega –. Al momento del rosso non mi sono sentito di mettere un pilone che non ha mai giocato da tallonatore in quella posizione. Lucchesi aveva una lussazione alla spalla e non aveva nessuna possibilità d rientrare. Le regole del rugby sono queste, sono state cambiate alcuni anni fa, se non sbaglio su richiesta dalla Francia. Ci siamo semplicemente trovati in una situazione fuori dal nostro controllo”.

Interrogato sui primi 20 minuti, nei quali gli azzurri avevano fatto vedere delle belle cose, il tecnico azzurro si mostra insoddisfatto: “È vero che nei primi 19 minuti siamo andati abbastanza bene ma anche in quel frangente la velocità dell’attacco irlandese ci ha messo in difficoltà più di una volta. Ci siamo trovati più di una volta sbilanciati rispetto alla linea della difesa. In questo senso ci sono aspetti da rivedere e migliorare prima della partita con la Scozia”.

Il commento di capitan Lamaro sull’episodio: “Ci siamo trovati in una situazione difficile. In quel momento francamente non sapevo cosa dire, ci siamo adattati meglio che potevamo. Abbiamo cercato di rimanere in piedi più spesso e più persone che potevamo per riuscire a difendere al meglio. Tuttavia quando loro riuscivano a giocare con ritmo e prendono lo spazio riuscivano a segnare, come infatti è successo”.

Lamaro poi non parla del rosso, nonostante venga stimolato. “L’arbitro ha preso una decisione, non credo di dover rilasciare delle dichiarazioni su questo episodio”.

Leggi anche: Perché l’Italia è rimasta in 13 contro l’Irlanda?

In suo aiuto viene Peter O’Mahony, capitano irlandese, che a BBC dice: “Credo che i rossi come questo non facciano del bene al gioco. È vero che bisogna controllare l’altezza del proprio placcaggio ma non credo che ci fosse volontarietà in quel contatto”.
Anche Farrell concede l’onore delle armi agli azzurri: “Fino al rosso la difesa italiana era molto aggressiva e ci metteva in difficoltà in molti raggruppamenti. Poi hanno cercato di rallentare la partita, come ogni squadra nella loro situazione avrebbe fatto. Alla fine abbiamo segnato 9 mete ma ci sono ancora molte cose da sistemare e migliorare”.

Damiano Vezzosi

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Nominato il nuovo amministratore delegato del Sei Nazioni, succederà a Ben Morel da aprile

Si tratta di Tom Harrison, ex capo dell'England and Wales Cricket Board (ECB) ed ex dirigente di IMG Media e ESPN STAR Sports

27 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni chiude la porta al Sudafrica: “Nessuna espansione in questo momento”

Il CEO di Six Nations, Ben Morel, ha messo le cose in chiaro

25 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni 2023: Inghilterra, problemi di infortuni. Ben 4 cambi rispetto ai primi convocati

Il ct Steve Borthwick deve gestire un'infermeria già molto piena

24 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Galles: Gatland vuole riconsiderare la regola dei 60 cap

L'allenatore del Galles stringe i tempi per discutere la regola sul numero di presenze necessarie a un giocatore che milita all’estero per essere conv...

24 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Gatland: “Con l’Italia bisognerà costruire di 3 punti in 3 punti”, e glissa sul cucchiaio di legno…

Il tecnico del Galles ha risposto alle nostre domande in conferenza stampa

23 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Inghilterra, torna d’attualità la staffetta Smith-Farrell

Steve Borthwick deve decidere se metterli in campo insieme o preferire uno all'altro, Kevin Sinfield dà un indizio

19 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni