URC: la preview di Zebre-Glasgow Warriors

Gli emiliani vanno a caccia della prima vittoria, gli scozzesi vogliono continuare a fare bene. Calcio d’inizio alle ore 14

URC: la preview di Zebre-Glasgow Warriors

URC: la preview di Zebre-Glasgow Warriors ph. Massimiliano Carnabuci

Il momento di tornare in campo è arrivato. Allo stadio Lanfranchi di Parma, le Zebre affrontano oggi pomeriggio alle 14 – con diretta tv su Mediaset 20 – gli scozzesi dei Glasgow Warriors, in un match valido per la quarta giornata dello United Rugby Championship.

Gli emiliani vanno a caccia della prima vittoria stagionale, dopo che nelle prime tre partite (contro Lions, Ulster e Leinster) sono arrivate altrettante sconfitte, mentre gli scozzesi cercheranno di proseguire nel loro momento positivo fatto, dopo la sconfitta all’esordio (in casa dell’ Ulster), di due successi consecutivi, rispettivamente contro Sharks e Lions.

Entrambe fanno parte della Conference Italo-Scozzese, con un rendimento sin qui agli antipodi: le Zebre infatti occupano l’ultimo posto della “division” avendo raccolto un solo punto (di bonus offensivo), mentre i Warriors il primo, per effetto degli undici punti sin qui totalizzati.

Attacco e difesa: i numeri

Per le Zebre sin qui si è registrato un chiaro problema, quello della fase offensiva. Dei 36 punti realizzati, ultimo attacco del torneo, ben 26 sono arrivati nella prima partita, peraltro in rimonta, mentre nelle partite contro Ulster (3, in casa) e Leinster (7, in trasferta) ne sono arrivati soltanto dieci.

La chiave sarà quindi quella per i multicolor: capire come potersi mettere in moto in maniera pericolosa sbloccarsi con la palla in mano. Anche perchè di contro il passivo difensivo parla di 117 punti subiti, per un differenziale negativo di -81, al contrario di Glasgow, che in assoluto non ha un super attacco, 77 punti messi a referto, ma ha invece una fase difensiva fra le migliori, solo 68 punti subiti, per un differenziale positivo di +9.

Le formazioni: le “zone calde” e i possibili duelli

Michael Bradley, rispetto alla trasferta di Dublino contro il Leinster, opera 12 cambi: ritrova capitan Bisegni, che al centro farà coppia con Boni, e affida la mediana a Fusco, fresco di convocazione con l’Italia, e a Canna. Fra gli avanti invece Zambonin e Giammarioli, in seconda e terza linea, vengono confermati, mentre a cambiare integralmente è il terzetto davanti, che per questa partita sarà formato dalla combinazione Fischetti-Bigi-Nocera. In panchina si rivede Bello, ma attenzione anche a Andreani, Violi e Cronjè

Gli scozzesi di Danny Wilson, benché privi di alcuni internazionali, come ad esempio Sam Johnson, Ali Price e Matt Fagerson, possono comunque contare sulla forza di elementi come il secondo centro Nick Grigg, la coppia mediana formata da George Horne e Duncan Weir, la leadership in terza linea del capitano Ryan Wilson, le chiamate in seconda linea di Richie Gray e la forza di Jamie Bhatti.

Sulla carta, la sfida si giocherà, almeno inizialmente, fra i due pack: quello che dei due avrà la meglio consentirà poi ai trequarti di riuscire a sviluppare il gioco molto più rapidamente e in maniera incisiva. La sfida nella sfida Fischetti-Bigi-Nocera contro Bhatti-Matthews-Kebble, sarà probabilmente, una di quelle davvero focali.

In merito alla linea veloce invece, attenzione al ritmo di Horne e “all’imprevedibile creatività” di Duncan Weir, da sommare alle fiammate di Nick Grigg. Di contro però le Zebre schierano la velocità assoluta del triangolo allargato formato da tre sprinter puri come Tuivuaka-Laloifi-Bruno e le idee di Fusco e Canna.

URC: la preview di Zebre-Glasgow Warriors

Zebre: 15 Junior Laloifi, 14 Pierre Bruno, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Boni, 11 Asaeli Tuivuaka, 10 Carlo Canna, 9 Alessandro Fusco, 8 Giovanni Licata, 7 Renato Giammarioli, 6 Maxime Mbandà, 5 Andrea Zambonin, 4 David Sisi, 3 Matteo Nocera, 2 Luca Bigi, 1 Danilo Fischetti
A disposizione: 16 Oliviero Fabiani, 17 Andrea Lovotti, 18 Eduardo Bello, 19 Cristian Stoian, 20 Luca Andreani, 21 Marcello Violi, 22 Paolo Pescetto, 23 Erich Cronjé

Glasgow Warriors:15 Cole Forbes, 14 Sebastian Cancelliere, 13 Nick Grigg, 12 Sione Tuipulotu, 11 Rufus McLean, 10 Duncan Weir, 9 George Horne, 8 Ryan Wilson (c), 7 Rory Darge, 6 Ally Miller, 5 Richie Gray, 4 Lewis Bean, 3 Oli Kebble, 2 Johnny Matthews, 1 Jamie Bhatti
A disposizione: 16 Fraser Brown, 17 Brad Thyer, 18 Enrique Pieretto, 19 Rob Harley, 20 Thomas Gordon, 21 Sean Kennedy, 22 Ross Thompson, 23 Stafford McDowall

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Zebre, altro rinnovo: Matteo Nocera rimane a Parma

Pur fermo ai box per un infortunio al piede, il pilone è pronto a rilanciare il suo impegno con i ducali

item-thumbnail

Rugbymercato: porte aperte in estate tra Benetton e Zebre?

Voci da Treviso parlano di diversi scambi sull'asse tra il Veneto e Parma

item-thumbnail

Challenge Cup: la formazione delle Zebre per il match contro gli Sharks

Sisi sarà il capitano nel giorno delle 100 presenze con gli emiliani. Fra i titolari c'è Lorenzo Pani

item-thumbnail

URC: Giacomo Da Re passa ufficialmente dal Benetton alle Zebre

Il duttile trequarti si unirà alla franchigia ducale dall'1 luglio 2024

item-thumbnail

URC: a Newport Dragons-Zebre finisce 20-13

In Galles la franchigia ducale gioca una partita sottotono. La meta di Hasa non basta per riprendere il risultato