Un Nineaber orgoglioso dei suoi ragazzi ha fatto capire come l’invettiva di Erasmus abbia aiutato gli Springboks

L’head coach del Sudafrica ha parlato a margine di gara 2, vinta dai suoi ragazzi sui Lions

Ufficializzate date, orario e stadio per il doppio confronto Sudafrica-Georgia. PH Sebastiano Pessina

Nineaber post gara 2, vinta dagli Springboks sui Lions PH Sebastiano Pessina

Lo show extra campo di Rassie Erasmus, Director of Rugby sudafricano – nonché CT degli Springboks nel 2019, quando si laurearono campioni del Mondo -, ha tenuto banco per tutta la settimana tra gara 1 e gara 2 del triplo duello contro i Lions, con l’ex Munster che ha parlato di arbitri e non solo attirando su di sé tutte le attenzione mediatiche, e sentendo l’analisi di Jacuqes Nineaber, head coach della Rainbow Nation, pare abbia sortito effetti più che buoni sui ragazzi di casa, in grado di pareggiare la serie con un netto 27-9 in gara 2.

“Rassie come nostro Director of Rugby aveva qualcosa in mente, qualcosa di cui ovviamente abbiamo discusso. Sono, tuttavia, faccende meramente extra campo, a cui ha pensato lui “- ha spiegato Nineaber -.” Noi invece sapevamo così di poterci (e doverci) concentrare con più serenità al cento percento sul rugby giocato”.

Leggi anche: Video: gli highlights della vittoria del Sudafrica sui Lions in gara 2

Il tutto ha funzionato: “Tanto di cappello ai giocatori per quanto visto negli 80′, anche alla luce di quanto ho già detto”, ha proseguito.

“In settimana ci siamo guardati in faccia, analizzando la partita. Siamo stati severi con noi stessi, autocritici rispetto a quanto fatto, anche per quanto concerne il lavoro mio e dello staff. Non sono solo i giocatori che sbagliano, bensì a volte anche noi dello staff commettiamo degli errori. Ci siamo presi le nostre responsabilità, ammettendo i nostri errori e concentrandoci su tutto ciò che avremmo potuto migliorare, sotto il nostro controllo”.

Un successo che ha riaperto la serie, con gara 3 (sabato 7 agosto alle 18), decisiva, che si staglia già all’orizzonte, probabilmente con l’assenza di peso di Pieter-Steph du Toit.

“Pieter-Steph è un ragazzo che raramente lascia una partita così, per infortunio. Ma la valutazione sulla sua spalla, in ottica gara 3, non è stata ancora fatta dallo staff medico; bisognerà attendere lunedì per una corretta diagnosi”, ha concluso Nineaber, che tuttavia, a bilanciamento del tutto, potrebbe ritrovare Duane Vermeulen in terza linea.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Iain Henderson si scaglia contro Warren Gatland: “Lions? Non sceglieva i giocatori in base allo stato di forma”

L'avanti irlandese accusa il tecnico di aver utilizzato solo i giocatori a lui familiari e non i migliori

23 Settembre 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Inghilterra, Eddie Jones avverte quattro veterani: “O ritrovare la forma o al Mondiale 2023 non ci venite”

Il tecnico dei vicecampioni del mondo non le manda a dire a una parte "storica" del gruppo d'oltremanica

21 Settembre 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Louis Lynagh convocato nel mini raduno dell’Inghilterra

Eddie Jones ha diramato le convocazioni per un camp di lavoro in vista di novembre: c'è anche il trequarti nato a Treviso

21 Settembre 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Irlanda: Andy Farrell convoca 50 giocatori per preparare i Test Match di novembre

Lo staff tecnico pensa al futuro iniziando anche a valutare le possibilità a disposizione per il Sei Nazioni 2022

17 Settembre 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Barbarians: Tra i convocati nomi eccellenti in campo e in panchina

Tanti nomi importanti tra i primi convocati dei Barbarians, che il 27 novembre giocheranno contro Samoa a Twickenham

8 Settembre 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match