All Blacks: i giocatori non cedono sulla vendita di un “pezzo” della federazione

Scontro frontale in Nuova Zelanda, con l’associazione giocatori che propone un piano alternativo rispetto per raccogliere soldi senza passare da Silver Lake

All Blacks: i giocatori non cedono sulla vendita di un "pezzo" della federazione. PH: Sebastiano Pessina

All Blacks: i giocatori non cedono sulla vendita di un “pezzo” della federazione. PH: Sebastiano Pessina

In Nuova Zelanda sta succedendo letteralmente di tutto sulla questione legata alla vendita di un pezzo della federazione (12.5 %) alla società statunitense Silver Lake. Dopo che all’unanimità le 26 provincie si sono dette favorevoli alla cessione, così da poter incassare soldi freschi in un periodo difficile, il sindacato che rappresenta i giocatori ha confermato la “linea dura” e tutto il discorso dunque diventa a forte rischio.

Leggi anche: Le 26 provincie neozelandesi avevano approvato l’accordo con Silver Lake

Nella mattinata di venerdì ci sono state dichiarazioni di fuoco da una parte (giocatori) e dall’altra (NZRU, la federazione): questo perché l’associazione giocatori si è opposta alla vendita a Silver Lake, offrendo un’altra proposta di finanziamento progettata per mantenere gli All Blacks in mano neozelandese. Un presupposto importante è che la NZRPA ha diritto di veto sull’affare, quindi senza il loro via libera non se ne fa niente. Questi ultimi erano stati molto contrari all’accordo sin dall’inizio, quindi non sorprende di certo la comunicazione arrivata nelle ultime ore.

David Kirk, capitano degli All Blacks Campioni del Mondo 1987, ha detto che quella di Silver Lake non è l’unica proposta che può portare dei vantaggi economici al rugby neozelandese, chiedendo pubblicamente come mai la NZRU non abbia preso in considerazione altre proposte. Il piano proposto dalla NZRPA prevede la vendita del cinque per cento dei diritti commerciali del mondo All Blacks in un mercato “galleggiante”, aperto a tutti e che dunque potrebbe permettere di tenere tutto in mano neozelandese. Secondo i giocatori, questa soluzione permetterebbe comunque per immettere denaro fresco nel sistema.

Leggi anche: L’annuncio iniziale della proposta di vendita a Silver Lake

Passando al punto di vista della federazione, sono due le cose che hanno fatto infuriare Mark Robinson, presidente NZRU. Una è ovviamente il rifiuto dell’accordo, l’altra è che la proposta del piano poco fa citato è stata inviata prima ai media a poi alla federazione, con informazioni che secondo Robinson non potevano essere rese pubbliche con questi tempi. “Sono amareggiato e deluso dal loro comportamento, questa è una violazione della fiducia e della partnership che avevamo costruito nel tempo” ha detto Robinson.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Rugby World Cup: gli Stati Uniti mettono sul tavolo una “tripla” candidatura

Il piano ambizioso degli americani che avanzano un progetto senza precedenti

11 Giugno 2021 Rugby Mondiale / Rugby World Cup
item-thumbnail

World Rugby Ranking: la situazione prima dei Test Match estivi

In vista di una finestra di fuoco

4 Giugno 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Kenki Fukuoka, ritirarsi da M.V.P. a 28 anni

Il forte trequarti giapponese ha disputato l'ultima partita della sua carriera, marcando ovviamente una meta decisiva per la vittoria nel campionato

27 Maggio 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby: due modifiche al regolamento

I cambiamenti riguardano in particolare i calci di punizione in rimessa laterale

26 Maggio 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Coppa del Mondo 2027: l’Australia si candida ufficialmente per ospitarla

Il paese oceanico prova a tornare alla ribalta dopo aver visto la bellissima edizione del 2003 disputata nei suoi stadi

20 Maggio 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Il nuovo calendario della Rugby World Cup 2021

Tutto slittato di oltre un anno rispetto al programma originario

12 Maggio 2021 Rugby Mondiale