Joe Marler fa un appello alla tutela della salute mentale dei giocatori

Il pilone si sofferma su un aspetto, quello psicologico, che sta assumendo sempre più importanza

Joe Marler fa un appello alla tutela della salute mentale dei giocatori

Joe Marler fa un appello alla tutela della salute mentale dei giocatori (Ph. Sebastiano Pessina)

Dietro l’aspetto scanzonato e a volte un po’ da spaccone si nasconde una persona molto sensibile e attenta a tutte le problematiche che gravitano attorno al mondo del rugby.

E’ un Joe Marler a cuore aperto quello che nel corso di un’intervista alla BBC si è soffermato su un aspetto che, fortunatamente, sta assumendo sempre più importanza: quello della tutela della salute mentale dei giocatori, per lui che nella sua autobiografia ha detto di aver dovuto fare i conti anche con la depressione.

Joe Marler fa un appello alla tutela della salute mentale dei giocatori

Il pilone, che vanta 72 caps internazionali, si è cosi espresso in merito alla questione facendo un focus in particolare sulla situazione che attenderà i British & Irish Lions nelle settimane del tour in Sudafrica: “Sarà difficile che i giocatori chiedano un supporto psicologico, ma se facessi parte della spedizione (Marler è stato un Lions nel 2017, tour in Nuova Zelanda contro gli All Blacks) io mi esporrei per fare richiesta”.

“Già di per sé un tour era difficile, per livello di gioco, pressioni e tutto il resto: ora, viste le restrizioni di viaggio e l’impossibilità di avere contatti anche con le famiglie, questo lo diventa anche di più”.

Poi ha proseguito: “Non lo nego: se fossi stato scelto è chiaro che avrei dovuto parlarne con mia moglie e probabilmente non sarebbero stati giorni facili in famiglia. Nove settimane non sono un periodo così facilmente affrontabile”.

Infine scherza: “Fortunatamente Warren Gatland non mi ha scelto salvandomi da questa conversazione…”

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Ben 3 italiani nel XV della settimana di Planet Rugby

La prestazione degli Azzurri ha avuto importanti riscontri anche all'estero: altri 3 Azzurri, inoltre, sono stati citati pur non essendo inseriti in f...

item-thumbnail

A Chicago sarà ancora All Blacks-Irlanda: la rivincita del 2016

Al Soldier Field dovrebbe andare in scena il remake della storica vittoria degli Irish sui Tuttineri

item-thumbnail

Eddie Jones fa i complimenti all’Italia e chiede tempo per il suo Giappone

Il tecnico elogia Lamaro e compagni "rimandando" i suoi giocatori alle prossime sfide internazionali

item-thumbnail

Summer Series: l’estate della Scozia prosegue in scioltezza, Cile battuto 11-52

La squadra di Gregor Townsend ci mette 30' per iniziare a ingranare, ma poi non si ferma più

item-thumbnail

Italia, come sta Paolo Garbisi?

Il mediano di apertura azzurro è uscito al 67', durante il test match col Giappone, per un forte impatto alla testa contro l'anca di un avversario. Ag...

item-thumbnail

L’Italia chiude le Summer Series nel modo migliore, bel successo sul Giappone di Eddie Jones

Azzurri che partono e chiudono forte con un netto 14-42, soltanto un po' troppa indisciplina ha tenuto a galla i nipponici a cavallo dell'intervallo