Benetton Rugby: il discorso di Sebastian Negri dopo la partita contro Montpellier

I Leoni vogliono ripartire per trovare un buon finale di stagione

Benetton Rugby Sebastian Negri

Benetton Rugby: il discorso di Sebastian Negri dopo la partita contro Montpellier (Ph. Ettore Griffoni)

La sfida contro il Montpellier, in casa dei francesi, è appena finita. Il Benetton Rugby alla fine ha dovuto cedere venendo eliminato dalla Challenge Cup 2020/2021 e rinunciando così alla storica possibilità di accedere alle semifinali, eppure lo spirito del gruppo veneto è alto.

C’è il dispiacere per l’eliminazione, ma c’è anche la voglia di ripartire tutti insieme verso il prosieguo della stagione e quella Rainbow Cup che ora diventerà l’obiettivo dei veneti.

In un abbraccio collettivo, a far sentire la sua voce è Sebastian Negri che al resto dei Leoni dice: “Penso che abbiamo reso orgogliose le persone a casa: il modo in cui abbiamo giocato la scorsa settimana e come siamo venuti qui a batterci. È tutto quello che possiamo fare. Rendere orgogliosa la nostra gente a Treviso e continuare a farlo”.

“Dobbiamo portare questo spirito nella Rainbow Cup. Sappiamo di essere abbastanza bravi, ma ora siamo a questo punto. Teniamo alta la testa: sappiamo che (la sconfitta) ci farà male: ora però torniamo a casa, riuniamoci e ricominciamo”.

Benetton Rugby: il discorso di Sebastian Negri dopo la partita contro Montpellier

“Al termine della partita eravamo emozionati, sebbene delusi per il risultato. Ho detto che il gruppo poteva essere orgoglioso di ciò che ha fatto. La vittoria contro Agen ci aveva dato fiducia per affrontare una squadra forte come Montpellier e volevo far capire che stiamo seguendo il giusto percorso. Siamo un gruppo di ottimi giocatori, dobbiamo credere nel viaggio che stiamo facendo e possiamo rendere orgogliosa la gente di Treviso. E’ ciò che ho detto a fine gara, uscire a testa alta nonostante abbia fatto male. Dobbiamo guardare avanti verso il futuro, penso questo team sia capace di fare bene. Siamo un gruppo che ci tiene a rendere i tifosi orgogliosi di noi, la gente che ci guarda da casa deve essere fiera di noi. Credo siamo nella giusta direzione e si tratta di credere in noi stessi, imparare da ciò che abbiamo fatto. Tenere la testa alta, guardare avanti perché ci aspetta un periodo che potrebbe regalarci bei momenti”, ha poi spiegato, a mente fredda, a BEN tv, il flanker azzurro, tornando sul discorso post partita di Montpellier.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui per restare aggiornato sul regolamento del rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Benetton, Andrea Masi: «Rosa competitiva, bisogna lavorare duro»

Il nuovo allenatore dell'attacco racconta il suo inizio con il Benetton in vista di una stagione molto impegnativa

item-thumbnail

Lorenzo Cannone a OnRugby: “Voglio ritagliarmi spazio”

Tra il Sei Nazioni appena terminato e il futuro al Benetton: Lorenzo Cannone si racconta a OnRugby

item-thumbnail

Benetton Rugby: sono due i capitani per la stagione 2021/22

Una fascia in coabitazione per i biancoverdi che affidano il ruolo a un trequarti e a un avanti

item-thumbnail

L’entusiasmo di Leonardo Marin, il nuovo Azzurrino del Benetton

A soli 19 anni il numero 10 della nazionale under 20 va a ingrossare le fila delle aperture a disposizione di Marco Bortolami, mentre sembrava destina...

item-thumbnail

Benetton, Tomas Albornoz: “Questa è una grande squadra”

Il numero 10 argentino si racconta, descrivendo il suo gioco e parlando di cosa è stato importante per scegliere l'Italia

item-thumbnail

Leonardo Marin è un nuovo giocatore del Benetton

L'apertura della nazionale under 20 si aggregherà al gruppo del Benetton Rugby dal 12 agosto